Volley F., Europeo 2015 – ottavi: l’italia centra i quarti di finale dove affronterà la Russia. Diouf devastante con 20 punti

L'Italia esulta con l'ingresso nei quarti all'europeo
L'Italia esulta con l'ingresso nei quarti all'europeo

ANVERSA – L’Italia doma la Croazia e si qualifica per i quarti di finale del Campionato Europeo 2015. Dopo la sconfitta netta con l’Olanda, per le azzurre c’era bisogno di una prova di maturità, arrivata puntuale nella sfida da dentro o fuori con le croate. Nonostante un primo set in affanno, la formazione di Marco Bonitta viene fuori alla distanza e si aggiudica l’incontro in tre set. Già domani sarà supersfida con la Russia di Marichev e Kosheleva per un posto fra le prime quattro squadre d’europa.

IL SESTETTO – Rispetto alla prima fase, dove coach Bonitta non ha mai cambiato il sestetto titolare, c’è subito un variazione in posto quattro. Dopo i problemi riscontrati contro l’Olanda, il tecnico sceglie Lo Bianco al palleggio, Diouf opposta, Del Core e Caterina Bosetti in banda, Guiggi e Chirichella al centro e De Gennaro libero. La Croazia risponde con la stessa formazione che ha sconfitto la Russia, ovvero la palleggiatrice Grbac, l’opposta Barun, le schiacciatrici Topic e Usic, le centrali Milos e Poljak ed il libero Bozicevic.

191157_pwa201509300205
Caterina Bosetti, 21 anni, a sorpresa schierata da Bonitta nel sestetto titolare

 FATICA – La partenza non promette sicuramente bene. L’Italia sembra parecchio ingolfata, non sicura dei propri mezzi (4-7). In ricezione le azzurre sono irriconoscibili, mentre in attacco la sola Diouf mette la palla a terra. Il muro di Chirichella vale la parità (11-11), ma Poljak al servizio manda in tilt Del Core (14-17), con Bonitta costretto ad inserire Lucia Bosetti per il capitano in affanno. Guiggi si esalta a muro su Barun e Milos, invece Diouf continua a martellare da qualsiasi parte del campo (17-17). Il duo azzurro continua a essere protagonista (21-20), fino all’ennesimo attacco dell’opposto che mette a terra il decimo punto personale del set (25-22).

RIPRESA – Tolta di dosso la tensione, l’Italia comincia a giocare meglio. La partita si gioca punto a punto anche nel secondo parziale, ma sul volto delle azzurre c’è più sicurezza (8-6). Il primo allungo porta la firma di Lucia Bosetti al servizio (10-6), ma le polacche non demordono (10-10). Si prosegue in equilibrio (16-14) fino al 21-20, quando Diouf e Cate Bosetti fanno prendere il largo alle nostre ragazze (23-20). Dopo il cambio palla con un errore al servizio di Lo Bianco (24-21), la palleggiatrice si rifà affidandosi ancora una volta a Valentina Diouf (25-21). Il terzo set è sulla stessa lunghezza d’onda dei precedenti, con le due compagini divise sempre da pochi punti. L’Italia a quasi sempre la testa avanti (8-7), ma la Polonia è sempre pronta a sfruttare ogni minima sbavatura (9-9). Si arriva fino al 19 pari, quando diventano decisivi i muri delle centrali: prima Chirichella e poi Guiggi (25-20) possono far tirare un sospiro di sollievo all’Italia.

191544_pwa201509300203
Lo staff tecnico, con il coach Bonitta, festeggia la vittoria e scaccia la tensione dopo il match

VENTI PUNTI – La best scorrer del match non poteva che essere Valentina Diouf, capace di mettere a terra la bellezza di 20 punti in tre set. Dopo un primo parziale devastante (10 punti), Valentina è rimasta un punto di riferimento in tutto il match per Eleonora Lo Bianco, sia dalla prima che dalla seconda linea. Buona la prova in ricezione di Lucia Bosetti (49% di perfezione), mentre a muro si esaltano Martina Guiggi (6) e Cristina Chirichella (5).

ORA RUSSIA – Non c’è tempo di festeggiare per l’Italia di Marco Bonitta, che domani alle 17 sarà già in campo ad Anversa contro la Russia. Un avversario che negli anni ha sempre creato problemi alla nostra nazionale, sia ai Mondiali che agli Europei, ma ha anche saputo regalare vittorie memorabili alle azzurre. Le altre sfide dei quarti vedono affrontarsi Olanda-Polonia, Turchia-Germania e Serbia-Belgio, con la vincente di quest’ultima sfida che sarà l’eventuale avversario in semifinale di Russia o Italia.

Il tabellino dell’Italia:

ITALIA – CROAZIA 3-0 (25-22; 25-21; 25-20)

ITALIA: Lo Bianco 2, Diouf 20, Del Core, Bosetti C. 9, Guiggi 12, Chirichella 8, De Gennaro (L), Bosetti L. 8. N.e.: Malinov, Sorokaite, Centoni, Tirozzi, Arrighetti, Sansonna. All. Bonitta.

CROAZIA: Grbac 2, Barun 10, Topic 11, Usic 10, Milos 2, Poljak 12, Bozicevic (L), Brcic, Fabris 3, Cutuk. N.e.: Burazer, Klaric. All. Vercesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *