Milan-Sassuolo: operazione riscatto

Milanello – Domenica alle ore 15 arriva a San Siro il Sassuolo, vera e propria bestia nera dei Rossoneri. Non è dunque l’avversario ideale per il rilancio della squadra, in cerca di ossigeno e punti dopo le (troppe) sconfitte e prove deludenti di inizio stagione. L’osservato speciale sarà ancora una volta Sinisa Mihajlovic, messo in discussione un po’ da tutti, ma con ancora un minimo di fiducia da parte della società. Una sconfitta domenica potrebbe essere fatale, sia per l’allenatore serbo, sia per il Milan, già molto, per non dire troppo, staccato dai piani alti della classifica.

MILAN, CHE SUCCEDE? – Il cambio di allenatore, i tanti milioni spesi nel mercato estivo e le grandi promesse sbandierate dalla società non hanno sortito il cambio di rotta necessario, dopo gli amari e deludenti campionati degli ultimi anni. Anzi, nel confronto con la passata stagione, quando alla guida tecnica dei Rossoneri c’era Inzaghi, la squadra attuale ha compiuto un ulteriore passo indietro. La cura serba non sembra aver funzionato e la sconfitta nel Trofeo Berlusconi, contro le seconde linee interiste, ha gettato il popolo rossonero nello sconforto. Tutte le buone premesse estive sembrano vanificate e i costosi acquisti non sembrano aver portato ancora alcun miglioramento. Intanto il Campionato prosegue e a ogni turno la “zona Europa” si allontana sempre di più.

ATTENZIONE AL SASSUOLO! – La squadra emiliana è una vera e propria bestia nera per il Milan. In passato, una pesante sconfitta con i neroverdi ha portato all’esonero di Allegri; si spera che quest’anno vada un po’ meglio. La fase difensiva è quella che mostra più lacune, come si è potuto constatare anche nella partita di mercoledì scorso. Romagnoli è in crescita ma non è ancora il vero e proprio leader difensivo, capace di prendere per mano la squadra, mentre i suoi partner non sono sempre affidabili. Domenica arriva a San Siro un cliente molto scomodo, il giovane talento azzurro Domenico Berardi, che ha già punito in più occasioni i Rossoneri, perciò sarà necessaria una prestazione magistrale senza cali di concentrazione. Il gioco sviluppato a centrocampo sembra in netta crescita, con un super Bonaventura e Montolivo tornato ai suoi livelli. In attacco, aspettando che gli esterni offensivi riemergano dalle nebbie padane, il punto fermo rimane Bacca, vero e proprio trascinatore, con Luiz Adriano in cerca della propria dimensione e Balotelli ancora oggetto misterioso. Domenica, a prescindere dal buon gioco, serve un risultato positivo, per mantenere acceso ancora quel lieve barlume di speranza di un ritorno in Europa.

PROBABILI FORMAZIONI

Milan (4-3-3)

Diego Lopez; De Sciglio, Romagnoli, Zapata, Antonelli; Kucka, Montolivo, Poli; Cerci, Bacca, Bonaventura. All: Mihajlovic

Sassuolo (4-3-3)

Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Berardi, Defrel, Floro Flores. All: Di Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *