Fiorentina – Roma (1-2), le pagelle: Salah e Gervinho portano di corsa la Roma in vetta

FIORENTINA (3-4-2-1)

Tatarusanu 5 – disorientato e con poca concentrazione negli interventi. Subisce due reti e rischia in altre circostanze.

Roncaglia 6 – al 14’ il suo diagonale mette apprensione alla porta ospite. Fa a sportellate con Dzeko, fatica a chiudere Salah quando l’esterno parte in velocità. Il più delle volte è costretto a commettere fallo e prendersi anche il giallo.

Rodriguez 6.5 – coordina la retroguardia, tampona le pecche di Astori e Roncaglia. Non una partita facile per lui (81’ Babacar 6 – pochi minuti e trova di piattone il gol della bandiera tagliando davanti a Torosidis)

Astori 5.5 – marcare Gervinho può risultare un incubo. Oggi ha rincorso l’avversario che lo ho sfiancato e tolto la lucidità nella ripresa.

Blaszczykowsky 6.5 – bel duello quello ingaggiato con Salah e Digne sull’out di destra. Esterno in grado di coprire e spingere con continuità, contenuto oltre la trequarti (60’ Rossi 5.5 – segna al 80’ ma il gol è annullato. Non ha inciso)

Badelj 5.5 – è mancato il suo apporto tattico sulla mediana. Veniva spesso portato fuori posizione dall’abilità degli attaccanti giallorossi (60’ Mati Fernandez 5.5 – si mette sulla destra ma raramente supera Digne)

Vecino 6 – parte in quarta, poi rischia di correre a vuoto e rimanere lontano dal gioco. Medita e al 41’ dopo l’uno-due con Ilicic va di potenza costringendo Szczesny al calcio d’angolo. Più dinamico dei suoi colleghi di reparto.

Bernardeschi 6.5 – rapido nel dribbling e caparbio nell’inserimento. Non ha però trovato il guizzo e il varco vincente. Deve crescere.

Ilicic 6 – deve indietreggiare per ricevere palla e cercare di servire i compagni. Spazia in orizzontale tra le maglie avversarie che non gli concedono il tempo di ragionare. Prova la bordata al 45’ che si spegne non di molto sul fondo.

B.Valero 6 – metodico quando è in possesso, detta i tempi che a volte sono annullati dall’aggressività degli ospiti. Al 73’ è sfortunato nel tiro che colpisce Rossi e va fuori.

Kalinic 6.5 – dopo 15 minuti in perfetta posizione aggancia la sfera quasi di tacco e supera Szczesny con un pallonetto che va di un metro sopra la traversa. Gara in salita di fronte a Manolas e Rudiger, l’occasione più ghiotta è al minuto 83’ quando a tu per tu con il portiere mira alle stelle.

All. Sosa 5.5 – sceglie il 3-4-2-1 con Kalinic supportato da Valero e Ilicic. Centrocampo tra alti e bassi nonostante il possesso palla superiore agli avversari, la difesa ha ballato davanti agli esterni giallorossi. I cambi non hanno sortito l’effetto sperato per via di una Roma più forte mentalmente e fisicamente. Perde e cede il passo in vetta ai capitolini.

ROMA (4-3-3)

Szczesny 7 – sicuro nelle uscite anche travolgendo i suoi compagni di reparto. Chiude in tuffo su Vecino nel primo tempo e nella ripresa sul tentativo di Bernardeschi. Sorpreso ma non colpevole sulla rete di Babacar.

Florenzi 7.5 – mantiene l’ottima condizione mostrata anche oggi per tutti i 90 minuti. Suo l’assist che lancia Gervinho sul corridoio del raddoppio. Devastante sia in difesa che in attacco.

Manolas 7 – alza la guardia di fronte a Kalinic che gli sfugge in un paio di occasioni nel primo tempo. Passano pochi minuti e il suo avversario sbatterà contro un muro invalicabile.

Rudiger 6.5 – forte fisicamente, un po’ meno con la palla tra i piedi. Ha bisogno di continuità.

Digne 7 – affronta senza alcun timore Blazczykowski e gli rende la vita difficile. Aggressivo e determinante nei contrasti. Un terzino diligente soprattutto nel mantenere la posizione.

De Rossi 6.5 – schierato da Garcia seppur non al 100%. Pulito negli interventi, come in quello da cui ha scaturito la palla gol del 2-0. Non si risparmia e per questo è costretto ad uscire al primo tempo (37’ Vainqueur 6.5 – bravo nell’entrare in partita e scegliere il tempo giusto negli anticipi).

Nainggolan 6 – in leggero calo rispetto alle precedenti prestazioni di quantità a cui ci aveva abituato. Per il resto non tira mai indietro la gamba.

Pjanic 7.5 – un faro nel centrocampo giallorosso. Ruba palla, imposta, si propone. Una gara completa sotto ogni profilo. Assist per la prima rete di Salah, peccato per il gol negato sulla linea da Bernardeschi (79’ Torosidis 5 – disattento concede l’1-2 agli avversari facendosi aggirare da Babacar)

Dzeko 6.5 – al rientro dall’infortunio è apparso fiducioso nei propri mezzi al punto da ripiegare sulla linea dei centrocampisti quando la squadra doveva spezzare la manovra avversaria e ripartire. Colosso nei contrasti aerei.

Salah 7 – funambolo che da ex non manca l’appuntamento con il gol. Infatti al 6’ fa partire dal vertice destro dell’area una parabola a giro sul palo dove Tatarusanu può solo allungarsi e vedere la palla che gonfia la rete. Spina nel fianco in tandem con i terzini giallorossi; l’espulsione per il gesto antisportivo verso Orsato a fine gara sembra un po’ eccessiva.

Gervinho 7.5 – ha ritrovato, così è sembrato, la continuità e la freddezza sotto porta. Al 35’ corona alla perfezione l’esempio del contropiede: ruba palla De Rossi, Florenzi lo lancia col mirino e lui si invola come un centometrista per poi bruciare sul secondo palo il portiere. Apprezzabile il suo impegno in fase di non possesso. Avrà messo la freccia? (89’ Gyomber S.V.)

All. Garcia 7 – schiera Dzeko dal primo minuto che non lo delude. Ha piena convinzione nelle qualità stratosferiche di Florenzi tanto da considerarlo un giocatore duttile e trascinatore quando esce De Rossi. La sua Roma, criticata in precedenza, ha dimostrato di saper rispondere con orgoglio nelle gare che contano. La chiave vincente sono stati gli esterni e il sacrificio collettivo nel difendere ed attaccare. Prima posizione conquistata, 20 punti in classifica, ora testa alla gara di mercoledi in casa contro l’Udinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *