Lazio top, Torino flop: 3-0 per i biancocelesti all’Olimpico

ROMA – La Lazio centra il quinto successo consecutivo in casa; lo fa con un rotondo 3-0 sul Torino, che è invece alla quarta sconfitta su cinque trasferte. I ragazzi di Pioli salgono a 18 punti, raggiungendo Inter e Fiorentina al secondo posto; mentre quelli di Ventura restano a 14, al settimo posto in compagnia della Sampdoria.

LE FORMAZIONI: TORNANO BIGLIA E BRUNO PERES – Ventura ha ancora molti assenti ma ritrova Bruno Peres a centrocampo; decide inoltre di rischiare Vives malgrado la lombalgia, mentre in avanti propone Belotti con Quagliarella. Infermeria piena anche per Pioli, che comunque ritrova Biglia; in attacco ripropone invece Klose.

torino_udinese_19_28423_immagine_ts673_400

PRIMO TEMPO: PIÙ LAZIO CHE TORO – Si inizia subito ad alto ritmo, con la Lazio che gestisce il gioco ma il Toro che non sta a guardare. Sono i biancocelesti i primi a rendersi pericolosi: al 13’ Mauricio intercetta un cross di Lulic ma non riesce a indirizzare il pallone. Il Toro non incide e la Lazio ci riprova: al 23′ Candreva calcia alto da fuori area, al 30′ Basta arriva quasi davanti a Padelli ma Molinaro glielo impedisce. Arriva anche al gol di Candreva al 37’, ma il centravanti della Nazionale è in fuorigioco.

ARRIVA IL GOL DI LULIC – Nel finale le emozioni più intense. I granata producono la prima azione da gol con Bruno Peres, che impegna seriamente Marchetti a deviare in angolo. Al 40’ si rompono gli equilibri: delizioso appoggio di testa di Klose e Lulic da due passi batte Padelli per il vantaggio laziale. Il primo tempo finisce 1-0, con la Lazio che ha fatto di più ed il Toro che se la gioca ma incide poco.

Napoli-Lazio 0-1 Lulic

SECONDO TEMPO: IL TORO CREDE POCO AL PARI… – La rete sul finale di primo tempo demoralizza i granata; nella ripresa non si vede quella reazione che ci si aspetta, così i minuti passano ed il risultato non si sblocca. È anzi la Lazio a farsi viva di tanto in tanto, soprattutto con Candreva. Ventura getta nella mischia Maxi Lopez per Belotti e Benassi per Acquah; il Toro acquista un po’ di vigore ma la musica fondamentalmente non cambia.

…COSÌ FELIPE ANDERSON RADDOPPIA E TRIPLICA – Al 25’ la Lazio trova il 2-0: passaggio smarcante di Klose, Anderson supera Bovo e trafigge Padelli. Ventura tenta l’ultima carta, facendo esordire Prcic per Vives, ma il Toro sembra proprio non esserci; poche idee e confuse, con Maxi Lopez che viene sempre anticipato o finisce in fuorigioco. Al 93’ arriva il terzo gol della Lazio, ancora con Felipe Anderson. È una punizione fin troppo severa per i granata, ma anche l’emblema di una partita con una squadra che ha convinto ed un’altra che ha ampiamente deluso le aspettative.

Felipe Anderson Torino-Lazio

LAZIO-TORINO 3-0
RETI: 40′ Lulic, 26′ st, 45’st+3 Felipe Anderson.
LAZIO (4-2-3-1): Marchetti 6.5; Basta 6.5, Mauricio 6.5, Gentiletti 6.5, Lulic 7; Biglia 6, Onazi 6 (46′ st Morrison n.g.); Candreva 6 (29′ st Kishna n.g.), Milinkovic 6.5, Felipe Anderson 7.5; Klose 7 (33′ st Matri n.g.). A disposizione: Guerrieri, Berisha, Gil, Braafheid, Mauri, Djordjevic, Konko, Oikonomidis. Allenatore: Pioli.
TORINO (3-5-2): Padelli 5; Bovo 5, Glik 5, Moretti 5.5; Bruno Peres 6, Acquah 5 (16′ st Benassi 5.5), Vives 4.5 (26′ st Prcic n.g.), Baselli 5.5, Molinaro 5.5; Belotti 6 (16′ st Maxi Lopez 5.5), Quagliarella 4.5. A disposizione: Castellazzi, Ichazo, Zappacosta, Martinez, Gastòn Silva, Amauri, Pryyma. Allenatore: Ventura.
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo (Barbinati-Marzaloni).
NOTE – Ammoniti Mauricio (L), Klose (L), Moretti (T), Vives (T), Benassi (T).

FELIPE ANDERSON 7.5 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – Sembra tornato quello dei tempi migliori. Ha fatto praticamente quello che voleva, buggerando la difesa granata. Stabilisce un rapporto privilegiato con Klose e nel finale di partita trova anche la lucidità e la classe per fare due gol.

 

https://youtu.be/oIPlKBplWMI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *