IL NAPOLI FA SUL SERIO: IL “PIPITA” FIRMA L’1-0 SUL CHIEVO AL “BENTEGODI”

Foto: ANSA / FILIPPO VENEZIA

I ragazzi di Sarri vincono e convincono nella “partita della verità”. Agganciate Fiorentina, Inter e Lazio al secondo posto, a -2 dalla Roma capolista.

Una vittoria da “grande” contro una “piccola”. Questo è quello che  è mancato al Napoli degli ultimi anni per fare il definitivo salto di qualità e puntare ai traguardi più alti, ovvero quelli raggiunti solo ai tempi del “mito” Diego Armando Maradona. Il match di oggi, veniva da tutti visto, perciò, come una sfida da non sbagliare, dopo quanto di buono visto nell’ultimo mese, per dimostrare che questo Napoli può lottare fino in fondo per lo scudetto.

Foto: Il Mattino
Foto: Il Mattino

PRIMA PARTE: BRIVIDO CASTRO E BEL NAPOLI – Iniziano bene gli azzurri che cominciano a “tessere” trame di gioco interessanti, mostrando il bel calcio a cui ormai tutti sono abituati. Proprio i ragazzi di Sarri rischiano, però, di andare sotto quando, in seguito ad una bella azione di contropiede orchestrata da Pepe, Castro si trova davanti a Reina ma sbaglia tutto provando il colpo sotto. Passato lo spavento, prova a reagire il Napoli ma, nei primi venti minuti, sono pochi gli sbocchi in avanti, soprattutto grazie al Chievo “vecchio stampo”, che riesce ad imbrigliare il gioco partenopeo.

I LEGNI FERMANO IL PIPITA – Prova a salire in cattedra, allora, il Prof. Gonzalo Higuain, che viene da un lungo digiuno di gol in trasferta (Lazio-Napoli 0-1 del 18 Gennaio di quest’anno). Nel giro di 8 minuti scuote la porta difesa da Albano Bizzarri, colpendo entrambi i montanti: prima con un tiro deviato proprio dal portiere suo connazionale dopo un bell’uno-due con Hamsik, poi con una gran rasoiata da fuori area che colpisce in pieno il palo interno, attraversa tutta la porta e finisce fuori dal lato opposto. Molto sfortunato il “Pipita”, la cui giornata appare maledetta.

20151025_109679_102015721
Foto: Il Mattino

UN PO’ DI “PEPE” PER IL CHIEVO – Poco dopo altra occasione per il Napoli con Insigne che calcia malamente a lato in seguito ad un regalo di Rigoni. Ma è il Chievo ad avere una nitida palla gol a fine tempo, con Simone Pepe che rientrando sul destro fa secco e Hysaj e  lascia partire un bel tiro a giro non distante dal palo della porta di Reina. Finisce a reti bianche un vivace primo tempo, con il solito bel Napoli ma con un combattivo Chievo Verona che ribatte colpo su colpo.

RIPRESA: LA RIVINCITA DI GONZALO – Sembra partire male la squadra del presidente De Laurentiis, che nel primo quarto di gioco del secondo tempo crea poco e viene sorpresa dal pressing più intenso dei ragazzi di Maran. Ma, a questo punto, si sveglia “Lorenzinho” Insigne, che sembrava in procinto di lasciare il campo in seguito ad un taglio al ginocchio destro (quello operato) dopo uno scontro di gioco: scambio al limite con Higuain e botta di destro su cui però risponde presente il sempre positivo Bizzarri. Si scuote, allora, il Napoli che trova il gol col suo cannoniere principe: cross tagliato di Ghoulam dalla sinistra , grande contromovimento sul primo palo dell’attaccante argentino che fulmina il portiere clivense con un tiro secco sotto la traversa. I tifosi partenopei sono in delirio.

15af8119f72f649bc7120d28a4bd5c55-U2021820495614LH-U130651584285GuF-620x349@Gazzetta-Web_articolo
Foto: Ansa

IL CHIEVO CI PROVA MA IL NAPOLI REGGE – Poco dopo, ancora il duo più pungente e spettacolare di questa Serie A  crea un’altra palla gol: lancio geniale di Insigne per Higuain, che controlla a seguire per far fuori Cesar ma calcia alto di sinistro da buona posizione. Prova, allora, fino alla fine il Chievo a creare pericoli, inserendo Pellissier e Inglese per dare sostanza al reparto avanzato ed infastidire l’ottima retroguardia azzurra (chi l’avrebbe mai detto fino a poco tempo fa…). Ma quel che ne viene fuori è solo una protesta dei padroni di casa per un fallo di mano di Gonzalo Higuain, giudicato involontario, oltre qualche palla sporca dentro area. Nel mezzo, l’espulsione per proteste di mister Maran. La banda del “maestro” Sarri tiene bene botta e “vola” al secondo posto in classifica. Quarta vittoria consecutiva e undicesimo risultato utile tra Campionato e Coppa. Dopo lo stop iniziale col Sassuolo, questo Napoli non perde più. Le avversarie sono avvisate.

 

CHIEVO-NAPOLI 0-1
MARCATORE: Higuain al 14′ s.t.
CHIEVO (4-3-3): Bizzarri 6,5, Cacciatore 5,5, Gamberini 6, Cesar 5,5, Gobbi 6; Pinzi 6 (dal 18′ s.t. Birsa 6), Rigoni 6, Castro 6,5; Pepe 6 (dal 26′ s.t. Pellissier s.v.), Meggiorini 5,5, Paloschi 5,5 (dal 36′ s.t. Inglese s.v.). (Bressan, Seculin, Dainelli, Sardo, Frey, Radovanovic, Christiansen, Mpoku). All.: Maran.
NAPOLI (4-3-3): Reina 6, Hysaj 6,5, Albiol 6,5, Koulibaly 6,5, Ghoulam 6,5; Allan 7, Jorginho 6,5, Hamsik 7 (dal 31′ s.t. David Lopez s.v.); Insigne 6,5 (dal 24′ s.t. Mertens 6), Higuain 7,5 (dal 37′ s.t. Gabbiadini s.v.), Callejon 6. (Rafael, Gabriel, Strinic, Henrique, Valdifiori, Maggio, Chiriches, El Kaddouri, Chalobah). All.: Sarri.
ARBITRO: Massa di Imperia.
NOTE: Espulso al 38′ s.t. Maran per proteste. Ammoniti: Koulibaly, Meggiorini e Mertens.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *