L’Empoli ferma la Samp

Genova – il posticipo della decima giornata di Serie A vede impegnata la Sampdoria reduce dalla grande vittoria col Verona e l’Empoli, anch’esso reduce dalla vittoria con i cugini rossoblu. Zenga fa turnover e schiera un 4-3-3 dando spazio a Cassano in attacco, affiancato da Carbonero e Eder. L’Empoli risponde con un 4-3-1-2 con le due punte Maccarone e Pucciarelli spalleggiati da Saponara trequartista.

Zenga schiera Cassano titolare
Zenga schiera Cassano titolare

Primo tempo – la squadra di casa parte bene, Eder va in gol al 12′ ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Tre minuti dopo Cassani serve Carbonero che conclude, ma trova solo l’esterno della rete. Da questo momento in poi la squadra è fiacca, preme poco e l’Empoli controlla e tiene palla. Gara tranquilla, quasi noiosa, non di certo per gli amanti del calcio spettacolo. Fino alla ripresa l’unico degno di citazione è il pubblico, che sostenendo la propria squadra non le fa mai mancare il proprio incitamento incondizionato. L’unica emozione arriva al 45′, quando Zielinski ci prova mirando l’angolino in basso a destra, ma Viviano si supera ed evita il gol.

Pucciarelli porta l'Empoli in vantaggio
Pucciarelli porta l’Empoli in vantaggio

Secondo tempo – a svegliare finalmente il match ci pensa l’Empoli, con Pucciarelli che al 59′ trova l’angolino alla destra di Viviano, grazie ad un assist di Saponara. Al 62′ Zenga sostituisce uno spento Cassano con Muriel che da vita all’attacco blucerchiato.  La Samp reagisce. Saponara al 66′ riceve palla in area e fa partire un tiro che la difesa di casa respinge magistralmente. Gol sbagliato, gol subito. Fernando ruba palla, serve Eder che spedisce il pallone nell’angolino in basso a sinistra alle spalle di Skorupski, mettendo a segno l’ottava rete in campionato. All’82’ la Samp ci prova ancora con Correa, che su assist di Eder ci prova di testa, ma il tiro è troppo alto. All’87 Muriel ci prova con un bolide, che finisce di poco a lato sulla destra. All’88’ Diousse, precedentemente ammonito per proteste, riceve il secondo giallo in seguito ad un brutto contrasto lasciando l’Empoli in inferiorità numerica.

Pareggio di Eder
Pareggio di Eder

Dopo 5 minuti di recupero la gara termina in pareggio. Gara povera di emozioni, ravvivata appena da qualche guizzo blucerchiato e dal gioco di contropiede dell’Empoli.

TABELLINO SAMPDORIA-EMPOLI 1-1 (primo tempo 0-0):
MARCATORI: Pucciarelli (E) al 14’, Eder (S) al 22’ s.t.
SAMPDORIA (4-3-3): Viviano; Cassani, Silvestre, Zukanovic, Mesbah; Soriano (dal 20’ s.t. Correa), Fernando, Barreto; Carbonero (dal 44’ s.t. Rodriguez), Cassano (dal 17’ st. Muriel), Eder.
PANCHINA: Puggioni, Brignoli, Moisander, Bonazzoli, Pereira, Palombo, De Silvestri, Rocca, Ivan.
ALLENATORE: Zenga.
AMMONITI: Soriano e Muriel per gioco scorretto.
EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Tonelli, Costa, Mario Rui; Zielinski, Maiello (dal 1’ s.t. Diousse), Buchel (dal 41’ s.t. Paredes); Saponara; Pucciarelli (dal 25’ s.t. Krunic), Maccarone.
PANCHINA: Pugliesi, Pelagotti, Zambelli, Bittante, Ronaldo, Barba, Piu, Camporese, Livaja.
ALLENATORE: Giampaolo.
ESPULSO: Diousse al 43’ s.t. per doppia ammonizione (entrambe per gioco scorretto)
AMMONITI: Costa e Buchel per gioco scorretto, Skorupski per comportamento non regolamentare.
ARBITRO: Cervellera di Taranto.
NOTE: paganti 1.201, incasso di 23.655 euro; abbonati 19.114, quota di 152.366,13 euro. Tiri in porta 3-4. Tiri fuori 6-6. In fuorigioco 10-1. Angoli 5-5. Recuperi: p.t. 0’, s.t. 4’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *