Volley Champions League F, prima giornata: imprese di Casalmaggiore e Piacenza. Novara cede al Vakifbank Istanbul

Niente male l’inizio delle nostre rappresentanti nella massima competizione europea per club. Nella prima giornata della DenizBank Volleyball Champions League femminile, la Pomì Casalmaggiore e la Nordmeccanica Piacenza fanno la voce grossa battendo due corazzate come l’Eczacibasi Istanbul e la Dinamo Mosca. L’Igor Gorgonzola Novara, invece, nella trasferta con il VakifBank Istanbul, riesce a strappare un set allo squadrone di Guidetti, ma si deve arrendere allo strapotere turco.

183051_L-325 Eczacibasi VitrA vs. Pomi CASALMAGGIORE_018
Le giocatrici di Casalmaggiore dopo il successo su Istanbul

CASALMAGGIORE – Inizia con il piede giusto la stagione europea della Pomì Casalmaggiore che in trasferta sconfigge al tie break le campionesse uscenti dell’Eczacibasi Istanbul. In una partita dai tanti volti, la squadra di Massimo Barbolini si porta avanti di due set, per poi subire la rimonta delle avversarie. Nel quinto e decisivo parziale, però, Tirozzi e compagne si ritrovano e trascinate da una grande Kozuch (22 punti) conquistano il successo al fotofinish per 15-11.

NOVARA – Esordio in terra turca anche per l’Igor Gorgonzola di mister Pedullà, che cede in quattro set al Vakifbank Istanbul di Giovanni Guidetti. La squadra piemontese parte con il piede giusto, mette in difficoltà le rivali, ma nel finale si fa sorprendere (20-25). Nel secondo parziale Signorile si affida alle bordate di Fabris (25 punti) che riporta in parità Novara (25-21). Nei due parziali successivi Guiggi e socie non riescono a reggere il ritmo di una Sloetjes (25 palloni vincenti) in “formato Europeo”, ben coadiuvata da Kirdar (15).

PIACENZA – La Nordmeccanica festeggia al Pala Banca dopo aver battuto la Dinamo Mosca, che lo scorso anno l’aveva estromessa dalla competizione. La formazione di coach Gaspari gioca una partita molto accorta, studiando nei dettagli le attaccanti russe, non concedendogli tante soluzioni. Le centrali Bauer e Belien sono attentissime a muro, mentre in attacco ci pensano Sorokaite e Meijners a creare scompiglio nella metà campo avversaria. Dopo aver lasciato alle russe il secondo parziale, le emiliane si ritrovano, e nel terzo e quarto set sono più brave nei momenti decisivi.

PROSSIMI IMPEGNI – Ora la Champions League per le squadre italiane ritorna mercoledì 11 novembre, con tutte tre le squadre in gara. Alle ore 18 sarà la volta di Piacenza che andrà a far visita al Cs Volei Alba Blaj, poi alle 20.30 in campo sia Casalmaggiore che Novara, rispettivamente contro Chemik Police e Calcit Ljubljana, entrambe impegnate fra le mura amiche.

221100_NV_BZ6V2417
La Nordmeccanica Piacenza ferma gli attacchi dalla Dinamo Mosca

I tabellini delle squadre italiane.

Eczacibasi ISTANBUL – Pomì CASALMAGGIORE 2-3 (22-25, 18-25, 25-13, 27-25, 11-15)

ECZACIBASI: Kreklow 3, Boskovic 26, Ozsoy 18, Larson 18, Poljak 9, Furst 7, Kuzubasioglu (L), Ozdemir, Demir, Cakiroglu. N.e.: Beladin, Arisan, Cansu, Bagci. All. Caprara.

CASALMAGGIORE: Lloyd 2, Kozuch 22, Tirozzi 15, Piccinini 11, Stevanovic 8, Gibbemeyer 12, Sirressi (L), Cambi, Matuzkova 1, Bacchi. N.e.: Ferrara, Olivotto, Cecchetto. All. Barbolini.

VakifBank ISTANBUL – Igor Gorgonzola NOVARA 3-1 (25-20, 21-25, 25-20, 25-18)

VakifBank: Aydemir 1, Sloetjes 25, Kirdar 15, Buijs 11, De Kruijf 8, Rasic 9, Orge (L), Akin, Cetic, Gurkaynak. N.e.: Castro, Aslanyurek, Akman, Aykac. All. Guidetti.

NOVARA: Signorile 2, Fabris 25, Cruz 8, Bosetti Ca. 8, Chirichella 10, Guiggi 5, Sansonna (L), Bosio, Bosetti Ch., Malesevic 1, Bonifacio. N.e.: Wawrzyniak, Bruno. All. Pedullà.

Nordmeccanica PIACENZA – Dinamo MOSCA 3-1 (25-15, 21-25, 25-20, 25-20)

PIACENZA: Ognjenovic 4, Sorokaite 20, Marcon 9, Meijners 18, Bauer 13, Belien 11, Leonardi (L), Valeriano. N.e.: Petrucci, Pascucci, Taborelli, Melandri, Poggi. All. Gaspari.

MOSCA: Kosianenko 1, Obmochaeva 18, Markova 14, Bavykina 14, Fetisova 11, Lyubushkina 3, Romanenko (L), Vetrova 1, Shcherban, Lazareva. N.e.: Morozova, Moroz, Malova. All. Panchenko.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *