Palermo – Empoli: Iachini rischia come non mai, Saponara Nazionale

empoli

Palermo, Stadio Renzo Barbera – Dopo la sconfitta a Napoli, Zamparini se ne uscì con un “Iachini lo prendo a calci in c…”. Chissà ora cosa stia pensando il patron rosanero, dopo che uno degli allenatori più longevi alla sua corte prosegue un momento a dir poco catastrofico. Dall’altra parte Giampaolo sta pian piano mettendo a tacere i vari, come il sottoscritto, che non lo ritenevano all’altezza dopo gli ultimi tragici trascorsi in Serie B e LegaPro.

Inizio Shock – Let’s start, Sarri rivive in Giampaolo e nei primi venti minuti si registrano almeno sei occasioni per i toscani: Paredes, Livaja e Saponara sprecano miseramente. L’imprecisione empolese fa al caso rosanero che prende fiducia: Rigoni incrocia di poco a lato su ottimo invito di Vazquez. E’ una partita atipica, la squadra empolese continua ad avere in mano il pallino del gioco, Maiello è ordinato, Paredes si conferma un ottimo prospetto e Saponara di un’altra categoria, ma è il Palermo ad arrivare più vicino al vantaggio. Rispoli, uno dei migliori in campo, recupera palla sulla propria linea di fondo e dopo cinquanta metri di avanzata lancia perfettamente Gilardino che si fa recuperare colpevolmente da Tonelli oramai a tu per tu con Skorupski. La prima metà finisce con un paio di occasiono in fuorigioco del Palermo.

Empoli's Riccardo Saponara scores the goal during the Italian Serie A soccer match US Palermo vs Empoli FC at Renzo Barbera stadium in Palermo, Sicily island, Italy, 02 November 2015. ANSA/CORRADO LANNINO

Illusione Gilardino – Questa volta l’inizio di tempo è rosanero, Vazquez sguscia tra i centrocampisti empolesi e tocca per Gilardino che, spalle alla porta al limite dell’area, si gira perfettamente e lascia partire una parabola quasi perfetta che colpisce la traversa. Rimessa dal fondo, sarà l’unico vero acuto del biellese. E’ un fuoco di paglia, perchè sale in cattedra un giocatore destinato a ben altri palcoscenici: Riccardo Saponara. Andelkovic lo stende al limite dell’area, e prende subito in mano il pallone: rasoterra alla Cristiano Ronaldo nella semifinale della Decima contro il Bayern Monaco e vantaggio empolese. Cala in silenzio al Renzo Barbera, Zamparini probabilmente sarà tutt’altro che quieto. Il Palermo segue il presidente, e arriva alla mezzora nervosamente: lo scossone arriva con l’entrata di Trajkovski al posto di uno spento Hiljemark. Viene espulso Iachini su decisione del quarto uomo per proteste su un fallo subito da Vazquez, che poco dopo va vicinissimo al pareggio con un diagonale mancino proprio su suggerimento del macedone. L’ultima vera occasione della partita è un miracolo alla (quasi) Handanovic di Skorupski: fantastico il doppio intevento su Rigoni e Trajkovski.

Attento Iachini! – Come già introdotto, momento difficilissimo per l’allenatore ex Brescia e Sampdoria che ora come mai rischia la panchina, dopo 4 punti in 8 partite. L’Empoli compie un buon passo verso la salvezza, mettendo in mostra Saponara, sempre più leader e uomo mercato dei toscani.

palermo

Il Tabellino

Palermo: (3-5-2) Sorrentino 6, Struna 5 (dal ’56 Quaison 5), Gonzalez 5.5 (dal ’78 Goldaniga s.v.), Andelkovic 5, Rispoli 6.5, Rigoni 6, Brugman 5, Hiljemark 5.5 (Trajkovski 6), Lazaar 5, Vazquez 6.5, Gilardino 5. All. Iachini 5

Empoli: (4-3-1-2) Skorupski 7, Zambelli 5.5, Tonelli 6.5, Costa 6, Mario Rui 6, Paredes 6.5 (dal ’72 Buchel 5.5), Maiello 6, Zielinski 6, Saponara 7.5 (dall’87 Maccarone s.v.), Pucciarelli 6, Livaja 5.5 (dall’82 Krunic s.v.). All. Giampaolo 6.5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *