La vittoria dell’Inter contro la Roma, la rinascita rossonera, il derby della Mole: ecco il pagellone dell’11^ giornata di Serie A

Inter-Medel-felice

10 INTER – Vincere il big match contro la Roma era fondamentale per la crescita interista e, sopratutto, per le ambizioni del club nerazzurro. La testa della classifica, condivisa con la Fiorentina, dopo quasi un terzo di campionato è un ottimo risultato. Forse è l’anno buono? PRIMI.

9 FIORENTINA – Quello che sta facendo Paulo Sousa ha qualcosa di incredibile. Dopo l’addio di Montella sarebbe stato normale un periodo di assestamento per la Viola, che invece continua a macinare gioco, gol e punti in classifica. SPERANZA.

8 JUVENTUS – Quasi 365 giorni dopo, il copione non cambia. Partita difficile, tirata ed equilibrata, ma la Vecchia Signora tira fuori, ancora una volta, la zampata nei minuti di recupero e si porta a casa il derby all’ultimo respiro. BATTAGLIA.

7 MILAN – Qualcosa nella testa dei giocatori è cambiato. La rosa è sempre la stessa, ma Sinisa deve aver fatto leva sull’orgoglio, sulla fame di vittorie che solo un condottiero come lui poteva tirare fuori. E i giocatori ora lo ascoltano, si applicano e vincono all’Olimpico contro una Lazio completamente fuori giri. IN RIPRESA.

6 BOLOGNA – Donadoni all’esordio ne rifila 3 all’Atalanta e porta ossigeno dalle parti del Dall’Ara. Se i giocatori si applicassero anche solo la metà di come hanno fatto i ragazzi del Parma lo scorso anno, la salvezza potrebbe essere più di un semplice miraggio. RINCORSA.

5 NAPOLI – Piccolo passo falso della squadra di Sarri, che contro un buon genoa non riesce a trovare la via del gol. Nessun campanello d’allarme, una giornata per rifiatare ci può stare nell’arco del campionato. PAUSA.

4 FROSINONE – Al momento la classifica non condanna il Frosinone, che sarebbe salvo per un solo punto. Contro la Viola però sono mancate le idee e la concentrazione, solo così si spiega un 4-0 in 45 minuti. ATTENZIONE.

3 ROMA – Altro test fallito per la squadra di Garcia, che a San Siro cade grazie al gol dalla distanza di Medel e, sopratutto, non mostra segni incoraggianti, per una squadra che vorrebbe lottare per il titolo. Dovesse risalire anche la Juve, per la Roma il discorso scudetto tornerebbe a farsi complicato. POCHE IDEE.

2 CARPI E VERONA – La paura di perdere ha la meglio su tutto e queste due squadra preferiscono dividersi i punti in palio. Peccato che entrambe avessero bisogno della vittoria come l’aria. DISASTRO.

1 LAZIO – La squadra di Pioli prova ad entrare in partita ma in questo momento, forse, dovrebbe pensare a non prenderle. E invece le prende. 3, dal Milan. e domenica c’è il derby, contro uno degli attacchi più prolifici della serie A. GUAI SERI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *