Il Bologna torna a galla, Verona ko al Bentegodi (0-2)

verbol 1VERONA – Quando la vittoria è l’unico obbiettivo, la tensione può essere un’arma a doppio taglio. Lo vince infatti il Bologna, la squadra con meno pressione sulle spalle, l’anticipo della 12a giornata al Bentegodi di Verona, infliggendo ai gialloblu di Mandorlini un brutto colpo nella corsa salvezza.

INIZIO SHOCK A VERONA – verbolMandorlini e il suo Verona si giocano una buona fetta di campionato contro il Bologna, l’inizio è però subito in salita per i padroni di casa, piegati da un veloce 1-2 dei rossoblu, che al 7′ e al 15′ trovano la via della rete: a segno prima Giaccherini, poi Donsah. I gialloblu reagiscono più col cuore che con la testa e il risultato è la poca concretezza nella trequarti avversaria, con un solo spunto pericoloso, ma poco efficace, di Pazzini prima della pausa. 

IL BOLOGNA AMMINISTRA – Durante la ripresa il tecnico degli scaligeri prova a scuotere i suoi inserendo Siligardi, Ionita e Matuzalem, alla ricerca più di un episodio in grado di riaprire la partita piuttosto che di uno schema per mettere in difficoltà la compagine avversaria. Il tanto atteso gol però non arriva, anzi, mentre Mirante non deve nemmeno sporcarsi i guantoni, sono ancora una volta gli ospiti a sfiorare la rete a 3 dalla fine, ma prima il pallone si ferma sulla traversa dopo alcuni rimpalli tra i difensori veronesi, poi Brighi sbaglia un gol facile a difesa battuta. Finisce quindi 0-2 per i rossoblu, per il Verona è crisi nera.

verbol mandorMANDORLINI VERSO L’ADDIO? – Un inizio di campionato funestato da infortuni a non finire rischia di essere fatale per il Verona. Il primo a pagarne le conseguenze potrebbe essere l’allenatore Mandorlini: con una media di circa un punto ogni due partite salvarsi è impossibile. L’attacco guidato da Pazzini stenta a decollare e senza Toni la media gol degli scaligeri arriva ad appena 0.6 a partita dopo queste prime 12 di campionato. I problemi sono tanti e il tempo per risolverli diminuisce domenica dopo domenica, la palla passa quindi a Setti e soci che ora dovranno decidere se dire addio al tecnico della promozione o dargli un’altra possibilità di rimettere la squadra sui binari giusti durante la pausa per le nazionali.

9 PUNTI IN 4  GIORNATE PER I ROSSOBLU – Una vittoria che vale oro per Donadoni e i suoi uomini, bravi a centrare la 2a vittoria consecutiva con il nuovo allenatore in panchina. Salgono così a 9 i punti raggranellati negli ultimi 14 giorni dai felsinei che, in attesa dei risultati delle dirette concorrenti, ha rimesso in carreggiata un campionato iniziato invece con il piede sbagliato. Quanto questi risultati siano merito di Donadoni è ancora difficile da dire, di certo il Bologna con l’avvicendamento in panchina ne ha guadagnato in sicurezza e in campo la squadra gira bene. Ora arriva la pausa per le nazionali e il Bologna ci andrà con una buona dose di serenità in attesa degli altri risultati del weekend.

PAGELLE E TABELLINO: VERONA-BOLOGNA  (0-2 dopo il primo tempo)

VERONA (4-3-3) Rafael (5,5); Pisano (4,5) (dal 14’ s.t. Siligardi(5,5)), Moras (5,5), Helander (5,5), Souprayen (6)(dal 34’ s.t. Matuzalem(sv)); Sala (5,5), Greco (5), Hallfredsson(6); Jankovic (5,5) (dal 22’ s.t. Ionita(6)), Pazzini(5,5), Gomez (5).
A disp. Coppola, Gollini, Bianchetti, Winck, Wszolek, Zaccagni, Checchin.
All. Mandorlini(5)
BOLOGNA (4-3-3) Mirante(6); Rossettini(6,5), Gastaldello(6,5), Maietta(6,5), Masina(7,5); Donsah (6,5)(dal 31’ s.t. Taider(sv)), Diawara(7), Brienza(6) (dal 16’ s.t. Brighi(5,5)); Rizzo(7), Destro (6), Giaccherini (7)(dal 26’ s.t. Mounier(6,5)).
A disp. Costa, Stojanovic, Ferrari, Mbaye, Morleo, Pulgar, Crisetig, Falco, Mancosu.
All.
Donadoni (7)
AMMONITI:
 Donsah (B), Pazzini (V)
MARCATORI: Giaccherini al 6’, Donsah al 14’
ARBITRO: Orsato di Schio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *