Fiorentina: godersi il primato salutando Montella

FIORENTINA – Che l’arrivo di Sousa sulla panchina viola abbia cambiato qualcosa nell’ambiente fiorentino è ovvio a tutti. Che i meriti del primato in classifica siano per buona parte suoi, per aver costruito una squadra dal buon gioco e dal carattere forte, pure. Ma che tutto sia stato eretto su basi lasciate dal suo predecessore lo è altrettanto.

PRIMATO – Le due sconfitte consecutive contro Napoli e Roma sembravano aver ridimensionato, sulla carta, le velleità della Fiorentina. Ma è bastata una sola partita, nel turno infrasettimanale, per cancellare tutto e ridare ai viola la giusta carica. Nove vittorie stagionali, tre nelle ultime tre gare, hanno riportato la squadra di Sousa in testa alla classifica, anche se in comproprietà proprio con l’Inter asfaltata nella trasferta a Milano. Un primato meritato per quanto dimostrato e non solo per i punti conquistati ma per il gioco, per la compattezza del gruppo, per la voglia di confermarsi ad ogni partita. Un primato che, grazie alla sosta, i viola possono godersi per due settimane in attesa del derby contro l’Empoli di domenica 22 novembre. Una gara dal sapore particolare, come tutti i derby, che la Fiorentina dovrà affrontare al meglio se vuole mantenere il proprio ruolino di marcia.

MONTELLA – Ma, come detto inizialmente, se le cose stanno andando veramente nel verso giusto per i viola non può essere solo merito della gestione di questa stagione. Tutto si basa su delle fondamenta lasciate in eredità da Montella. E proprio in questi giorni di soddisfazione i tifosi devono salutare definitivamente l’allenatore che, anche se ancora non ufficialmente, si accaserà alla Sampdoria. Dopo ore di trattativa la vicenda pare essersi chiusa, anche se si attende l’ufficialità dalle parti interessate.

PASSATO E FUTURO – E allora se si chiude così il capitolo Montella, con il suo passato, con i suoi meriti e ovviamente i suoi demeriti, è necessario e conseguente guardare solo al futuro. Ai prossimi impegni, in Campionato e subito dopo in Europa League, perché ad oggi è facile poter pensare in grande visti i presupposti. E proprio per questo la società viola ha comunicato ai propri tifosi che l’allenamento previsto per il prossimo 17 novembre si terrà a porte aperte allo Stadio Franchi. Ha inoltre riferito che il giocatore Kuba Blaszczykowski rientrerà oggi per sottoporsi ad accertamenti medici dopo il risentimento ai flessori della coscia sinistra accusato nella gara disputata ieri con la propria Nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *