JUVENTUS – MILAN, LE PAGELLE

JUVENTUS

BUFFON 6,5: Deve far poco, però come al solito è lucido fino all’ultimo, vedasi la parata su Cerci al minuto 93.

LICHTSTEINER 6,5: Sbaglia molto sui cross, ma la fascia è tutta sua.

BARZAGLI 6,5: Sempre pulito e solido.

CHIELLINI 6,5: Deve tenere Bacca e non è poco, lo fa con autorità.

EVRA’ 6,5: Come per il suo collega sull’altra fascia gran prova, ma solo per 30 minuti. Un KO muscolare lo blocca.

BONUCCI 6: Come al solito è una certezza, anche a gara in corso.

ALEX SANDRO 6,5: Sfiora il goal e fa il cross per quello che decide la partita. Se si pensa a quanto è quotato e quanto è costato pare un cattivo affare, visto che non è elegantissimo e non trasmette la stoffa del campione, ma alla fine è sempre utile e decisivo.

STURARO 6: Partita senza tanta classe e spettacolo che li si adatta. Fa il suo compito.

MARCHISIO 6: Tornerà lui. Al momento fa quel che riesce ma la sua presenza conta.

POGBA 6,5: Pian piano sta tornando. Non è il 10 che risolverà tutti i problemi, ma basterà avere il vecchio Paul. Non si capisce però la sua involuzione sui tiri dalla distanza, una volta suo punto forte.

HERNANES 6-: Di stima. Onestamente ha avuto un’involuzione tecnica impressionante negli ultimi due anni, di sicuro e fuori forma ed ancora non integrato nella Juve, a volte pare un ex giocatore nei tocchi e nella corsa, ma il pubblico non lo aiuta fischiandolo ad ogni tocco in modo kamikaze.

DYBALA 7: Sta salendo, si sta integrando, e segna un gran goal. Non sappiamo se diverrà davvero un campionissimo, ma è già un giocatore utilissimo.

MORATA 6: Fa poco.

MANDZUKIC 6-: Pochi palloni, ma quello che sbaglia in pieno recupero grida vendetta.

ALL. ALLEGRI 6,5: Batte il Milan, sale in classifica, ed alla fine forse sta trovando una quadratura.

MILAN

DONNARUMMA 7: Se in età da compito in classe ha già questa maturità e qualità, sei un potenziale fenomeno.

ABATE 5: Solito anello debole.

ALEX 6: Blocca i non eccelsi attacchi Juventini.
ROMAGNOLI 6: Preciso, è il leader della difesa.

ANTONELLI 5: Timido ed impacciato. Almeno dietro regge.

KUCKA 6,5: Ci mette fosforo e riesce ad essere pericoloso nelle poche proiezioni.

MONTOLIVO 5: Evanescente.

BONAVENUTURA 5: Dovrebbe creare imprevidibilità, ma non è in serata, davvero grigio.

BACCA 5: Dovrebbe spaccare la difesa della Juventus, viene messo in gabbia come un pulcino.

CERCI 6,5: Il più attivo in una partita dove il Milan crea pochissimo.

LUIS ADRIANO 5: Non pervenuto nei minuti giocati.

NIANG 5: E’ vero, è come Cerci quello più attivo sul fronte d’attacco, ma combina meno del compagno.

HONDA 5: Dovrebbe essere la star Giapponese del calcio Italiano, ed invece è dietro al suo connazionale (in altro ruolo) Nagatomo. Non fa mai vedere nulla nelle partite che contano, forse non è adatto al calcio Italiano. E si vede anche nei 10 minuti che gioca.

ALL.MIHAJLOVIC 5: Propone una squadra scarica, brutta e con poco nerbo. Strano.

ALL. MAZZOLENI 6: Solo un episodio su Bonaventura, che pare steso da Bonucci ma a gioco fermo. Ma nessuno protesta. Per il resto le squadre non gli danno problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *