Genoa super! Samp, pazienza…

Genova – la 13^ giornata di Serie A vede le due squadre della Lanterna contro Sassuolo e Udinese. Il doveroso minuto di silenzio ricorda le vittime dell’attacco terroristico a Parigi.

 

GenoaSassuolo

Genoa-Sassuolo – la squadra di Gasperini macina gioco, prova a sorprendere il Sassuolo ma gli emiliani sono compatti e non concedono spazio agli avversari. Nel primo tempo l’unica azione degna di nota è il tiro di Pavoletti di poco a lato al 23′. Al 41’Ansaldi (G) compie un fallo su Berardi (S), la cui reazione spropositata gli causa il cartellino rosso. Ne consegue una rissa che vede un ulteriore cartellino rosso per il genoano Perotti, che aggredisce Berardi a gioco fermo. Il primo tempo si conclude a reti inviolate.

Gol genoa
Pavoletti fa esplodere di gioia la Gradinata Nord

Nella ripresa il Genoa continua a provarci, e finalmente trova il gol al 51′ con Rincon che calcia da 30 metri per la rete dell’1 a 0. Lo svantaggio taglia le gambe agli avversari, orfani anche dell’inventiva di Berardi. La gara sembra finita e sul finale il Genoa cala di intensità. Quando si attendeva ormai solo il fischio finale dell’arbitro Rizzoli, tuttavia, il Sassuolo al 93′ trova il gol del pareggio con Acerbi, complice una deviazione che spiazza Perin. Doccia gelata per la squadra di Gasperini, ma non è ancora finita e nell’azione successiva, 74 secondi più tardi, il Genoa torna in vantaggio con un gol di testa dell’ex Pavoletti che raccoglie un magistrale assist di Cissokho e fa esplodere di gioia Marassi. Il Genoa ritrova la vittoria e acciuffa i cugini in classifica.

TABELLINO:
GENOA-SASSUOLO 2-1 (0-0)
MARCATORI: Rincón (G) al 6′, Acerbi (S) al 93′, Pavoletti (G) al 94′.
GENOA(3-4-3): Perin; Izzo (Cissokho dal 78′), Burdisso, Ansaldi; Figueiras (Dzemaili dal 58′), Rincón, Tino Costa, Laxalt; Perotti, Pavoletti, Lazovic (Gakpè dal 68′). (Lamanna, Ujkani, Tachtsidis, Ntcham, Capel, Pandev). All. Gasperini.
SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan (Floccari dal 62′); Berardi, Defrel (Politano dal 72′), Sansone (Floro Flores dal 79′). (Pomini, Pegolo, Longhi, Ariaudo, Gazzola, Pellegrini, Biondini, Laribi, Falcinelli). All. Di Francesco.
ARBITRO: Rizzoli di Bologna.
NOTE: Espulsi al 41′ Berardi (S) e Perotti (G). Ammoniti Rincón (G), Perin (G).

 

Udinesesampdoria

Udinese-Sampdoria – c’è grande attesa per l’esordio di Vincenzo Montella sulla panchina della Samp, ma l’Udinese non gli da vita facile e parte subito all’assalto della squadra ospite e impegna ripetutamente Viviano, che in un’occasione si supera su Thereau. Eder e Soriano ci provano, ma con scarsi risultati. Le ripartenze dell’Udinese impegnano la difesa della Samp, che al 34′ è costretta ad inchinarsi ai friulani quando un cross di Aguirre trova Badu, che può servire Thereau che ha tutto il tempo per calciare alle spalle di un impotente Viviano.

Gol udinese
Badu festeggiato dopo il gol

Nella ripresa la Samp prova a reagire, per entrambe le squadre le gambe si fanno sentire. Montella fa uscire anzitempo Carbonero e Muriel per tentare le pedine Christodoulopoulos e Cassano, anche Colantuono sostituisce Widmer e Aguirre con Alì Adnan e Di Natale. Totò corre e trasmette grinta, al contrario di Cassano che appare disorientato. È l’Udinese che continua a fare da protagonista andando vicino al raddoppio con Badu innescato da Di Natale. La Samp tenta un ultimo assalto inserendo anche Bonazzoli per Soriano, nel frattempo anche Felipe (U) lascia il campo per crampi e viene sostituito da Piris. Gli ospiti rimediato solo un cartellino rosso su Zukanovic che ferma con un fallo una discesa del solito Badu.

Udinese
Totò incanta con grinta

La Samp deve pazientare ancora un po’ per vedere gli effetti della cura-Montella, l’Udinese riesce invece ad interrompere il lungo digiuno di vittorie.

TABELLINO:
UDINESE-SAMPDORIA 1-0 (0-0)
MARCATORI: Badu (U) al 34′.
UDINESE (3-5-2): Karnezis; Wague, Danilo, Felipe (dal 82′ Piris); Widmer (dal 73′ Alì Adnan), Badu, Lodi, Iturra, Edenilson; Aguirre (dal 73′ Di Natale), Thereau. All. Colantuono.
SAMPDORIA (4-3-3): Viviano; De Silvestri, Silvestre, Moisander, Zukanovic; Soriano (dal 37′ Bonazzoli), Fernando, Barreto; Carbonero (dal 64′ Christodoulopoulos), Muriel (dal 65′ Cassano), Eder. All. Montella.
ARBITRO Di Bello di Brindisi
NOTE: Zukanovic (S) al 90′ per gioco scorretto. Ammoniti: Danilo (U), Felipe (U), Iturra (U) e Silvestre (S).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *