Juventus-Manchester City, le pagelle

JUVENTUS

Buffon 8: La squadra davanti a lui fa una partita suntuosa, anche in fase difensiva, ma la chiusura di Aguero ed una deviazione su conclusione a botta sicura sul palo valgono il risultato.

Barzagli 8: Non c’è alcuna relazione tra il livello della sua prestazione, altissima, ed il livello degli avversari che incontra.

Bonucci 7: Si vede meno di tutti in difesa, ma non è un demerito.

Chiellini 8: Certo, sicuro e sempre in anticipo.

Lichtstenier 7,5: Che dire, chiude corre, si sovrappone e sfiora il goal nel primo tempo.

Sturaro 7,5: Sarebbe un 8 se facesse goal sul pallonetto di Morata, per il resto partita di qualità dove mette la sua quantità in maniera perfetta. E’ tornato quello del secondo semestre del 2014/2015.

Marchisio 6,5: Fatica a ritrovare la condizione, fa un assist al bacio ma per Aguero, ma al Principino si perdona.

Pogba 8: Si fa vedere meno, in quanto a palloni giocati, del solito, e fa bene. Ogni volta che tocca la palla così facendo è lucido e fa cose da campionissimo. E’ sulla strada giusta. Fare meno, fare meglio.

Alex Sandro 8: Quelli del City pensano che fosse in pachina: non lo hanno mai visto.

Evrà 7,5: Esperienza e turbo, contro gli odiati ex cugini.

Dybala 7,5: Anche lui 8 mancato, per qualche pallone allungato che poteva sfruttare meglio, ma si sta iniziando a vedere il campione.

Cuadrado 6,5: Combina poco anche se sfiora il goal, ma timbra il cartellino nei minuti difficili che gioca.

Mandzukic 8: Di stima. Fa vedere che se la squadra lo sfrutta, ovvero crossa, lui può far male a tutti, anche ai più forti.

Morata 7: Gran impatto sulla partita, purtroppo prova a fare due goal da fenomeno, quasi ci riesce ma rimane un quasi, e questo conta.

All. Allegri 8: Gioca alla pari con una delle squadre più forti d’Europa, becca tutte le scelte e fa vedere di avere idee e capacità. Bravo Acciughina.

Manchester City

Hart 7: La Juve non segna di più per errori di precisione, ma lui quando deve chiudere è perfetto.

Caballero 7: Entrare a freddo non è facile, specie in partite imporanti, lui sembra in campo dal primo minuti.

Sagna 5: Perde totalmente i duelli sulla sua fascia.

Demichelis 5: Solo l’imprecisione specie in fase di controllo degli Juventini non lo punisce.

Otamendi 5: Come il compagno.

Clichy 6-: Il più positivo del reparto arretrato, ma troppo nervoso nella ripresa.

Yaya Toure 6,5: E’ l’anima del City, e si vede. Anche quando non fa cose immense.

Fernando 6: Si vede poco.

Fernandinho 5: La Juve stasera è corta ed aggressiva, e lui rimane un pò schiacciato dagli avversari.

Delph 5: Fa qualcosa in più del suo predecessore, ma si vede comunque poco.

Jesus Navas 5: Contenuto, e vista la sua fama, non ce lo si aspetterebbe.

De Bruyne 5: Non per la prestazione. Si propone, cerca di fare. Soffre solo l’aggressività e la compattezza Juventina. Ma per uno che costa 70 milioni non possono essere scuse.

Aguero 5: Tagliato fuori dalla Juve, si fa ipnotizzare da Buffon quando Marchisio gli regala un pallone da mettere in porta. Sono bravi gli avversari o sbaglia lui? Sicuramente è vera la prima cosa, ma per un campione è inevitabile il voto basso.

Sterling 4: Dovrebbe spaccare con le sue accellerazioni la difesa Juve nei minuti finali, e non lo fa. Sbaglia un goal fatto. E da un giocatore da 70 milioni, non è possibile pure dire che non sia accettabile, occorrerrebbero altri termini.

All. Pellegrini 5: Intendiamoci, è un grande allenatore. Per fare paragoni Inglesi, e’ equilibrato ed ha un gioco solido, ma non è Mourinho. E’ un signore elegante fuori dal campo e che ama i piedi buoni in campo, ma non è brioso come Wenger. Insomma, a cavallo di una fuoriserie, ricorda il Button della Formula 1: sai che arriverà in fondo, sai che può vincere cose importanti, sai che può correre anche bene, ma è un campione che non da mai l’impressione di esserlo. Stasera ne è la riprova. I suoi vengono tagliati fuori dalla partita da una Juve tostissima, e lui certo, con un pò di fortuna in più potrebbe anche pareggiarla, ma di fatto non riesce mai a raddrizzarla. Non sbaglia nulla, ma non eccelle neppure in nulla. E non solo stasera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *