Il punto sull’ Europa League – I gironi delle italiane

EUROPA LEAGUE – Paulo Sosa riesce soltanto a pareggiare 2-2 con gli svizzeri del Basilea, la Lazio nonostante il periodo buio in campionato vince e convince contro il Dnipro mentre il Napoli continua a non perdere mai e vince contro il Bruges grazie al goal di Chiriches. Qui per voi sintesi e commenti dei match di Europa League dei gironi delle italiane.

Gruppo D

ALTRO CHE AMICHEVOLE – Si poteva pensare che la partita di ieri tra Bruges e Napoli, con lo stadio a porte chiuse per motivi di sicurezza, con Sarri che lascia a casa i suoi fenomeni come Higuain e Insigne e con il Napoli con la qualificazione già in tasca, sarebbe potuta diventare una specie di amichevole, ma non è andata affatto così.

La partita è cominciata subito su livelli elevati e con il Napoli molto aggressivo e alla ricerca del goal del vantaggio. Il primo squillo dei partenopei arriva al 12′ quando David Lopez entra in area di rigore ma il suo mancino si schianta sulla traversa. Il Bruges non riesce invece ad essere molto pericoloso, anche perché negli unici tentativi di attacco, la difesa altissima schierata dal commissario tecnico Sarri, è bravissima a far scattare la trappola del fuorigioco. Nonostante le numerosi incursioni, il napoli fatica a trovare gli spazi giusti per colpire il Bruges, anche perché forse il tridente Hamsik, Callejon ed El Kaddouri probabilmente non è ancora collaudato a dovere. Infatti il goal del vantaggio e della vittoria arriva su calcio piazzato con il corner di Valdifiori e la zampata del romeno Chiriches . La partita finisce 1-0 con un Napoli convincente che raggiunge la vetta delle cinque vittorie su cinque in Europa League.

Legia – Midtjylland – Nel girone D del Napoli l’altro inconto previsto è stato Legia Varsavia contro i danesi del Midtjylland. La squadra allenata da Stanislav Cherchesov controlla la partita e merita la vittoria per tutti i 90 minuti. Alla fine il goal della vittoria arriva con un colpo di testa spettacolare di  Aleksandar Prijovic. Il Legia con questa vittoria può ancora matematicamente accedere ai sedicesimi di Europa League.

Gruppo I

MANCA SOLO UN PUNTO – In questo momento a Sosa manca solamente un punto per accedere ai sedicesimi di finale, mentre il Basilea si qualifica come prima del suo girone. La partita si sblocca al 23′ quando Bernardeschi su assist di Borja Valero segna a pochi passi dalla porta. Il tandem d’attacco formato da Kalinic, Bernardeschi e Borja Valero funziona a meraviglia, infatti il goal nasce proprio da un azione corale dei tre attaccanti. Inoltre i viola dal 25′ sono costretti a giocare in dieci a causa di una gomitata di Roncaglia ai limiti della legalità. La Fiorentina gioca e crea molto, infatti al 35′ arriva il raddoppio sempre di Bernardeschi che sfrutta alla perfezione l’assist del croato Kalinic. Nel primo tempo però gli svizzeri riescono ad accorciare le distanze grazie al tap-in vincente di Suchy. Nella ripresa la Fiorentina è meno pericolosa rispetto alla prima frazione di gara e al 73′ la squadra di casa riesce a pareggiare i conti grazie ad un missile da fuori area di Elneny, che capolavoro dell’ egiziano. Finisce 2-2 a Basilea, la Fiorentina si avvicina alla qualificazione, manca solo un punto.

Belenenses – Lech – All’ ‘Estádio do Restelo sfida tra i fanalini di coda del gruppo I, entrambe accoppiate a 4 punti. Nessuna delle due riesce però a sfruttare l’occasione di un possibile passo falso dei viola e sperare di riagganciarli in classifica, infatti in Portogallo finisce 0-0 con un risultato che non fa comodo a nessuno e con una partita che a stento è riuscita a regalare emozioni.

Gruppo G

TURNO PASSATO PER LA LAZIO – La Lazio capitanata da mister Pioli riesce a conquistare il passaggio del turno come prima in classifica con un turno di anticipo. I Laziali giocano veramente una gran partita e convincono, in campo anche il giovane Cataldi che spende davvero tantissimo, raddoppiando su tutti e cercando anche di impostare le manovre d’attacco. In questo momento, dove i laziali non stanno vivendo un gran periodo in campionato, l’Europa arriva come una boccata di ossigeno in grado di far uscire il meglio della formazione capitolina. Le danze vengono aperte dopo soli 4′ minuti con Antonio Candreva che raccoglie un perfetto assist in verticale di Parolo e spinge il pallone alle spalle del portiere. Purtroppo dopo una partita dominata solamente dalla Lazio, al 64′ il Dnipro riesce a pareggiare con la rete di Gama che con un bel diagonale buca la retroguardia laziale. La formazione di Pioli però non abbassa la testa e con grinta riesce a trovare la rete del sorpasso al 67′ grazie al goal di Parolo dopo una grande azione personale di Kishna. Infine a pochi secondi dal triplice fischio arriva anche la terza marcatura, questa volta grazie a Djordjevic che si trova a tu per tu con il portiere e non sbaglia. Vittoria fondamentale per i laziali che in virtù del pareggio tra Rosenborg e S.Etienne passano aritmeticamente il girone in prima posizione.

Rosenborg – Saint Etienne – L’altra sfida del girone G finisce in parità con il risultato di 1-1 tra Rosenborg e Saint-Étienne. Apre le marcature Soderlund del Rosenborg che a due passi dal portiere spedisce la palla in rete, mentre nel secondo tempo il rigore trasformato da Nolan Roux sancisce il risultato finale di parità. Grazie a questo pareggio il Saint-Étienne arriva a otto punti e blinda la qualificazione ai sedicesimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *