Impresa Carpi, è ancora rosso per il Genoa

L'ex campione del mondo festeggia il gol della vittoria

Genova – la quattordicesima giornata di SerIe A è una data da segnare sul calendario per il Carpi di Fabrizio Castori, che a Marassi ottiene la prima vittoria in trasferta del Campionato. Per il Genoa di Gasperini, che al termine della gara ha richiamato i suoi ad un atteggiamento di umiltà, si tratta al contrario di una gara da dimenticare. In tribuna assiste alla gara l’ex genoano Ivan Juric, in ritiro ad Arenzano con il suo Crotone in attesa del match di Coppa Italia a San Siro contro il Milan che si disputerà martedì.

L'esultanza dei giocatori del Carpi
L’esultanza dei giocatori del Carpi

Primo tempo – dopo appena 6′ l’attaccante rossoblu Pavoletti riceve un cartellino rosso per una gomitata in volto a Romagnoli che gli costerà più giornate di squalifica. Sembra aprirsi un inizio in salita per il Genoa che, tuttavia, dopo soli 2′ passa inaspettatamente in vantaggio con Figueiras, che dopo un errore della difesa insacca alle spalle di Belec con un diagonale dalla destra. Nonostante lo svantaggio il Carpi continua a crederci e preme sulle fasce con Pasciuti e Martinho. Gli ospiti attaccano senza sosta ma trovano un abile Perin, soprattutto al 41′ su un’occasione ghiotta di Matos, che permette al Genoa di andare a riposo ancora in vantaggio. Degna di nota una conclusione di Gakpe’, che sostituisce lo squalificato Perotti, che si stampa sull’esterno della rete sul finire del primo tempo.

Perotti illude il Genoa
Figueiras illude il Genoa

Secondo tempo – la svolta arriva dalla panchina, Castori sostituisce l’attaccante Matos per l’ex Borriello, che al 57′ insacca Perin dopo una volata sulla sinistra. Borriello continua ad essere pericoloso e sfiora in più occasioni il raddoppio, che tuttavia sarà solo questione di tempo, in quanto passerà ancora per i suoi piedi il pallone che permetterà a Zaccardo di andare in rete al 81′ per il primo successo esterno del Carpi. Inutile la reazione del Genoa, pericoloso solo con Rincon e ben neutralizzto da Belec. Scivolone casalingo amaro e non previsto per il Genoa, che ancora una volta si ritrova a giocare in inferiorità numerica con l’ennesimo cartellino rosso.

Borriello uomo decisivo
Borriello decisivo

 

TABELLINO:

GENOA-CARPI 1-2 (1-0)
MARCATORI: Figueiras (G) all’8’, Borriello (C) al 57’, Zaccardo (C) al 81’.

GENOA (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso, Ansaldi; Figueiras (dal 43’ De Maio, dal 70′ Pandev), Rincon, Tino Costa (dal 60′ Ntcham), Laxalt; Lazovic, Pavoletti, Gakpè. (Lamanna, Ujkani, Capel, Tachtsidis, Cissokho). All. Gasperini

CARPI (4-4-1-1): Belec; Zaccardo, Romagnoli, Gagliolo, Letizia; Pasciuti, Cofie, Lollo, Martinho (dal 54′ Di Gaudio); Matos (dal 51′ Borriello); Mbakogu (dal 75′ Lasagna). (Brkic, Wilczek, Lazzari, Di Gaudio, Borriello, Lasagna, G. Silva, Marrone). All. Castori

ARBITRO: Gavillucci di Latina.
NOTE: Espulso al 6′ Pavoletti (G) per gioco violento. Ammoniti Matos e Gagliolo (C) per gioco scorretto, Borriello (C) per comportamento non regolamentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *