L’Udinese vince ancora grazie a Thereau – doppietta del francese contro la sua ex squadra

La partita che non ti aspetti. Invece Chievo ed Udinese hanno dimostrato di sapere dare spettacolo alla grande. Alla fine la scampano i friulani che riescono ad espugnare il Bentegodi segnando ben tre reti  contro le due realizzate invece dalla squadra di casa . In questo modo gli undici guidati da Colantuono sorpassano  il Chievo in campionato, volano a 18 punti ed escono dalla zona che scotta della classifica.

Queste le due formazioni schierate in campo :

CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri; Frey, Gamberini, Cesar, Gobbi; Castro, Rigoni, Hetemaj; Birsa; Paloschi, Meggiorini. Allenatore: Maran.

UDINESE (3-5-2): Karnezis; Piris, Danilo, Felipe; Widmer, Lodi, Badu, Iturra, Edenilson; Aguirre, Thereau. Allenatore: Colantuono.

PRIMO TEMPO –  Comincia il primo tempo ed insolitamente l’Udinese parte aggressivo e tiene le redini della partita. Però il primo squillo della partita arriva da parte della squadra di casa che al 26′ impensierisce Karnezis  con il colpo di testa di Gamberini che colpisce il palo. E’ solamente però il prologo del goal che arriva sempre al 26′, quando dopo un pallone elaborato da Meggiorini per l’inserimento di Birsa di testa che riesce solamente a mettere in mostra le abilità del portiere friulano, alla fine il tap-in vincente arriva sui piedi di Paloschi che da pochissimi centimetri porta avanti i suoi compagni. L’Udinese non demorde e al 43′, nel momento migliore del Chievo, trova il goal del pareggio grazie all’azione solitaria di Widmer che è bravissimo sulla fascia ad andare via a tutti, lanciare un cross nel mezzo e trovare lo sfortunato Frey che con un tocco maldestro spedisce il pallone nella propria rete, 1-1 all’intervallo. Da sottolineare anche un goal annullato a Thereau al 32′ dopo che il guardialinee ha segnalato correttamente la sua posizione di offside.

CYRIL  THEREAU NON FA PRIGIONIERI – Comincia il secondo tempo e dopo solamente un minuto arriva il goal dell’ex, Cyril Thereau con il tacco corregge la conclusione sporca di Aguirre e porta l’Udinese in vantaggio. Le emozioni tendono proprio a non finire in questo match ed infatti al 72′ Inglese calcia da fuori area un tiro meraviglioso che si insacca alle spalle di Karnezi, il quale non poteva fare assolutamente nulla.  Nel finale l’Udinese ritrova però i tre punti, il subentrato Di Natale vede il solito Thereau che non si intenerisce davanti alla sua ex squadra e firma il goal della condanna del Chievo. Finisce così allo stadio Bentegodi dopo una partita tutt’ altro che noiosa. Chievo 2- Udinese 3.

L’ANAGRAFE NON CONTA – Anche oggi a Totò Di Natale sono bastati poco meno di 15 minuti per dimostrare alla sua squadra e ai suoi tifosi che l’età non conta affatto. L’attaccante è riuscito a placare tensioni e polemiche, prima con l’assist del terzo goal della sua squadra, realizzato da Thereau poi con un tiro pericoloso nel finale, arrivato successivamente ad una traversa di Adnan.

TABELLINO :

Chievo Udinese 2-3

PAGELLE :

CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri 6.5; Frey 4,5, Gamberini 5.5, Cesar 7, Gobbi 6; Castro 6, Rigoni 6, Hetemaj 6.5; Birsa 6,5 (71’ Pepe sv); Meggiorini 7 (61’ Inglese 7,5), Paloschi 6 (67’ Pellissier 6).

UDINESE (3-5-2): Karnezis 7; Piris 5, Danilo 6, Felipe 6; Widmer 6,5, Badu 6, Lodi 5, Iturra 6 (63’ Bruno Fernandes 5.5), Edenilson 5.5 (78’ Adnan 6); Aguirre 7 (73’ Di Natale 7), Thereau 8.

MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN :  Cyril Thereau, oltre ad avere segnato due autentiche perle, il primo goal di tacco e il secondo di pallonetto, l’attaccante si trova sempre al posto giusto e al momento giusto. Inoltre il francese ha aiutato molto i compagni nella manovre offensive come quella che ha portato alla sua stessa rete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *