Cuore Chievo, doppia rimonta: a Verona la Roma non va oltre il pari (3-3)

VERONA – Il dato che emerge è chiaro: una squadra incapace di gestire una partita sul doppio vantaggio non può avere ambizioni di successo. Anno nuovo, stessa Roma: più offensiva in attacco con un Gervinho in ottima forma, sempre sfilacciata e disorganizzata nei reparti. Così il Chievo può rimontare due volte (da 0-2 a 2-2 e da 2-3 a 3-3), e inizia il 2016 con il sorriso.

SADIQ E FLORENZI ILLUDONO – Tante assenze tra le fila dei giallorossi: De Rossi, Nainggolan, Pjanic, Dzeko. Ma la squadra schierata da Garcia ha il merito di andare sul doppio vantaggio già nel primo tempo. Merito di un Gervinho tornato sui suoi livelli, che mette in crisi Cacciatore e al 7′ confeziona il gol dello 0-1 per Sadiq. Il 18enne nigeriano bissa la rete contro il Genoa e festeggia il secondo gol tra i professionisti. Il Chievo fa la partita, ma la Roma sembra micidiale in contropiede, creando ancora occasioni con Salah, Gervinho e Maicon. Al 31′ Sadiq avrebbe la possibilità del raddoppio, ma dopo aver aggirato Cesar colpisce il palo esterno, a Bizzarri battuto. Il raddoppio arriva poco dopo: sbaglia tutto Cesar, che serve involontariamente Florenzi. L’esterno italiano si invola in solitaria e spedisce all’angolino il gol dello 0-2. A questo punto, un cambio di modulo potrebbe forse consentire alla Roma di trovare maggior equilibrio, rinunciando in parte alla pericolosità offensiva ma andando a coprire un centrocampo troppo scoperto (con il solo Vainqueur di ruolo). Invece il copione rimane lo stesso, la Roma è troppo passiva con i difensori sempre sotto pressione, così al 43′ Paloschi accorcia le distanze, sfruttando un pallone in precedenza indirizzato verso la porta da Inglese e solo sfiorato da Szczesny. Il Chievo rifiata, la Roma rivede gli spettri di Torino e Bologna.

DOPPIA (E MERITATA) RIMONTA – Nella ripresa la Roma tenta ancora qualche sortita offensiva con Salah (che sbaglia davanti a Bizzarri) e Gervinho, ma la squadra si allunga pericolosamente, inoltre manca anche il minimo accenno di pressing. Il Chievo, incontrastato, può sempre spedire palloni in area, e Manolas (peggiore dei suoi) ha grosse difficoltà a tenere Inglese. Inevitabile (e non certo inaspettato) il gol del 2-2, che arriva al 58′ su angolo battuto da Birsa: Dainelli, indisturbato, segna la rete del momentaneo pareggio. Maran frena i suoi, che vorrebbero lanciarsi alla ricerca della vittoria, concedendo però spazi eccessivi ai giallorossi, di conseguenza i ritmi della partita calano. La Roma, senza gli uomini di maggior qualità a centrocampo, non riesce a gestire palla, ma trova comunque il nuovo vantaggio. Al 73′ Iago Falque indirizza verso l’angolino il tiro del 2-3. Da questo momento in avanti la Roma non tirerà più in porta, mentre il Chievo continua a lanciare verso l’area, nella speranza di trovare lo spiraglio giusto. Maran inserisce Pepe sulla corsia di sinistra per insidiare uno stremato Maicon. Proprio Pepe, all’86’, su punizione, trova il definitivo pareggio: la sua punizione dal limite finisce sul palo ed entra in rete prima che Szczesny possa respingerla fuori. Pareggio meritato, ed ennesima occasione sprecata dalla Roma, che al di là del risultato non sembra avere la solidità e l’organizzazione da vera squadra. Festeggia il Chievo, che riparte con un punto che dà morale e fiducia agli uomini di Maran.

CHIEVO-ROMA 3-3

Marcatori: 7′ Sadiq (R), 37′ Florenzi (R), 43′ Paloschi (C), 58′ Dainelli (C), 71′ Iago Falque (R), 86′ Pepe (C)

CHIEVO VERONA (4-3-1-2): Bizzarri; Frey, Gamberini (35′ Dainelli), Cesar, Cacciatore; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa (81′ Pepe); Meggiorini (18′ Inglese), Paloschi. A disp.: Bressan, Seculin, Gobbi, Sardo, Christiansen, Pinzi, Rigoni, Pellissier, Mpoku. All. Maran

ROMA (4-3-3): Szczesny; Maicon, Manolas, Rüdiger, Digne; Florenzi (90′ Tumminello), Vainqueur, Iago Falque; Salah (70′ Di Livio), Sadiq (80′ Gyömber), Gervinho. A disp.: De Sanctis, Lobont, Torosidis, Castan, Emerson, De Rossi, D’Urso, Machin. All. Garcia

Ammoniti: Digne (R), Castro (C), Hetemaj (C), Cacciatore (C), Di Livio (R)

Arbitro: Irrati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *