Genova, la Sampdoria si aggiudica la stracittadina

Derby Genova

Genova – la pausa natalizia termina con l’anticipo di lusso di Genova, che vede Genoa e Sampdoria affrontarsi nell’attesissimo “derby della Lanterna”. Un derby da bassa classifica che rappresenta per entrambe le squadre l’occasione per riscattarsi dopo un periodo non troppo roseo, in particolare per il Genoa. I tifosi colorano lo stadio e qualche fumogeno di troppo ritarda di qualche istante il fischio d’inizio. Ad uscire vincitrice dalla stracittadina sarà la squadra di Montella, al termine di uno gara spettacolare e concitata fino all’ultimo istante.

L'esultanza della squadra che si aggiudica il derby
L’esultanza della squadra che si aggiudica il derby

Primo tempo – la prima occasione arriva al 9′ da Pavoletti, che raccoglie un cross da calcio d’angolo, ma il colpo di testa termina a lato. Dopo di ciò si fa avanti la Samp che diviene sempre più aggressiva, e al 18′ arriva già la prima rete di Soriano che insacca con un rasosterra sulla sinistra. Nel gol vi è lo zampino di Antonio Cassano, che con un passaggio filtrante manda in mezzo la palla che inneschera’ successivamente l’azione del gol. Al 36′ Montella e’ costretto a sostituire l’infortunato De Silvestri con Cassani. Il Genoa prova a reagire ma con scarsi risultati. E’ invece ancora la Sampdoria, dopo un passaggio di Soriano in area respinto con facilità dalla difesa del Genoa, a raddoppiare con Eder che segna nell’angolino basso a destra. Doccia gelata per il Genoa che non riesce a riaprire il match nonostante i 6 minuti di recupero concessi alla fine del primo tempo.

Soriano esulta per il gol
Soriano esulta per il gol

Secondo tempo – Gasperini sostituisce i centrocampisti Dzemaili, recatosi poi in ospedale per infortunio, e Ntcham con i neo acquisti Rigoni e Suso. Ma neanche il tempo di ingranare che la Samp, con grande gioco di squadra, con un assist di Cassano libera Soriano e segna la rete del 3 a 0 mandando in visibilio la Gradinata Sud. La gara sembra definitivamente compromessa, ma i blucerchiati si siedono troppo presto e al 58′ solo una strepitosa parata di Viviano nega il gol a Lazovic. Subito dopo Eder viene sostituito da Correa. Al 69′ Ansaldi (G) mette un cross in mezzo ma la difesa della Samp devia in corner, Laxalt si incarichera’ della battuta, che verrà raccolta da un’incornata di Pavoletti che riesce a trovare finalmente il gol per i rossoblu. Al 75′ anche Cassano lascia il campo lasciando spazio a Muriel. All’81’ il Genoa, con una volata che si conclude con un passaggio filtrante di Rincon, riapre incredibilmente il match ancora con Pavoletti che scavalca Viviano e fa esplodere la Gradinata Nord che torna a crederci e fa tremare i cugini. Gasperini prova il tutto per tutto mandando nella mischia anche Gakpe per Lazovic. Il Genoa ci prova, ma sarà ancora la Sampdoria a sfiorare la quarta rete in pieno recupero con Barreto che colpisce la traversa.

Pavoletti riapre la gara con una doppietta
Pavoletti riapre la gara con una doppietta

Il Genoa perde il derby in una gara importante, ma non ancora decisiva. Nonostante le voci sulla posizione di Gasperini si pensa che la squadra si terrà stretta il suo storico allenatore, che nonostante la crisi resta l’unico punto fermo da cui ripartire. La Samp torna alla vittoria e si gode la stracittadina.

TABELLINO:

Genoa-Sampdoria 2-3 (0-2).

MARCATORI: Soriano (S) al 18′, Eder (S) al 39′; Soriano (S) al 4′, Pavoletti (G) al 69′ e al 81′.
GENOA (4-3-3): Perin; Izzo, De Maio, Burdisso, Ansaldi; Rincon, Dzemaili (dal 46′ Rigoni), Ntcham (dal 46′ Suso); Lazovic (dal 82′ Gakpé), Pavoletti, Laxalt. (Lamanna, Donnarumma, Pandev, Tachtsidis, Marchese, Bruno Gomes, Muñoz, Capel). All.: Gasperini.
SAMPDORIA (4-3-3): Viviano; De Silvestri (dal 36′ Cassani), Moisander, Zukanovic, Regini; Soriano, Fernando, Barreto; Carbonero, Cassano (dal 76′ Muriel), Eder (dal 59′ Correa). (Puggioni, Krsticic, Christodoulopoulos, Rodriguez, Coda, Ivan, Palombo, Pereira, Silvestre). All.: Montella.
ARBITRO: Valeri di Roma.
NOTE: ammoniti Izzo (G), Rigoni (G), Fernando (S), Rincon (G), Ansaldi (G), Burdisso (G) per gioco scorretto, Pavoletti (G) per c.n.r.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *