Fischi per Lotito, Anderson assente ingiustificato – Lazio Carpi finisce 0-0

 

Cronaca-Lazio-Carpi-640x426

Tra Lazio e Carpi finisce in parità. All’Olimpico è andato in scena uno spettacolo tutt’altro che entusiasmante. Alla fine il risultato premia la squadra neopromossa che con molta attenzione tattica e difensiva è riuscita a blindare la porta di Belec e a portare a casa un punto di estrema importanza.

Tra le fila biancocelesti sono tantissimi gli indisponibili, soprattutto Biglia e Milinkovic, quindi Pioli è costretto a riutilizzare il 4-1-4-1 proposto a Milano con Onazi in cabina di regia. Per il Carpi partenza dalla panchina per il bomber Borriello, Castori si affida al 5-3-2 con avanti Mbakogu.

Ecco le formazioni ufficiali :

LAZIO: Berisha; Konko, Mauricio, Hoedt, Radu; Onazi, Cataldi, Parolo; Candreva, Matri, Felipe Anderson; All. Pioli

CARPI: Belec; Zaccardo, Cofie, Gagliolo, Letizia; Pasciuti, Di Gaudio, Lollo, Romagnoli, Marrone; Mbakogu; All.Castori

Parolo-Lazio-Carpi

EQUILIBRIO TOTALE – I biglietti staccati per Lazio-Carpi sono stati decisamente pochi a causa dello sciopero dei tifosi laziali contro Lotito e il loro desiderio di fargli lasciare la presidenza. In ogni modo i pochi spettatori presenti non si sono goduti uno spettacolo edificante, anzi. Il primo campanello d’allarme arriva al quarto minuto di gioco quando viene annullato giustamente un goal a Zaccardo che era in posizione di fuorigioco. E’ ancora il Carpi ad andare vicino alla rete, questa volta con Di Gaudio al 10′, la sua conclusione a giro esce non di molto alla sinistra di Berisha. La squadra di Pioli dà intensità alla manovra, soprattutto sulla destra con Konko, ma i biancorossi sono attentissimi in fase di pressing in mezzo al campo e riescono ad arginare le incursioni degli avversari concedendo pressoché nulla. Al 20′ viene annullata un’altra rete, questa volta tocca ad Antonio Candreva, anche lui in nettissima posizione irregolare. Il primo tempo scivola via senza altre occasioni degne di nota. Si va negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa Pioli prova ad inserire Keità al fianco di un impalpabile Felipe Anderson per dare più vivacità alle manovre sulla sinistra. La prima occasione del secondo tempo arriva al settimo minuto con un missile di Candreva da posizione siderale che non inquadra lo specchio della porta. Nel Carpi cambio in chiave offensiva, fuori Di Gaudio e dentro Kevin Lasagna. Al 14′ la squadra ospite riesce quasi nel colpaccio, Konko sbaglia totalmente l’intervento su Lasagna regalando di fatto il pallone a Zaccardo che non è un attaccante e lo dimostra, infatti a tu per tu con Berisha calcia in porta piano e centrale. Grande delusione per il Carpi che ha sprecato davvero una grandissima occasione.

ASSEDIO FINALE – Nelle battute finali di gara Pioli tenta il tutto per tutto. Sostituisce Klose per Cataldi e Djordjevic per l’appannato Matri. Le occasioni più importanti arrivano al 71′ quando Keità prova il destro da fuori ma il pallone finisce sul fondo. Stessa sorte tocca poco più tardi a Candreva che calcia una punizione potentissima ma con risultati non sperati. La squadra di Castori continua ad essere sotto il punto di vista difensivo molto vigile e concentrata e durante i minuti di recupero tenta addirittura la beffa con Lasagna che viene fermato da Berisha. Triplice fischio per Russo che sancisce la fine della partita. Sono lontani i tempi in cui Lotito contestava il Carpi sostenendo che gli competesse un palcoscenico diverso da quello della serie A. Oggi la squadra emiliana ha dato prova di meritare il campionato in cui gioca, di poter contenere squadre più blasonate come appunto la Lazio ed ha guadagnato un punto importantissimo per un classifica che lascia un po’ a desiderare.

1763216-37262495-640-360

FELIPE ANDERSON – 36 milioni di sterline ( poco meno di 50 milioni di euro) è l’offerta che è stata fatta dalla dirigenza del Manchester United per il brasiliano della Lazio. Varrà davvero tutti questi soldi ? Nella partita appena disputata contro il Carpi non si direbbe così, ma staremo a vedere nelle prossime giornate. Sicuramente per Lotito l’operazione di mercato sarebbe molto proficua.

TABELLINO E PAGELLE :

LAZIO : Berisha 6; Konko 6.5, Hoedt 5.5, Mauricio 5.5, Radu 6.5; Cataldi 6 (62′ Klose 5), Onazi 6.5, Parolo 5; Candreva 5.5, Matri 5 (81′ Djordjevic SV), Anderson 4,5 (46′ Keita 5,5).

CARPI : Belec 6; Zaccardo 6.5, Romagnoli 6.5, Gagliolo 6.5, Letizia 6.5; Cofie 6, Marrone 6 (70′ Crimi 6), Lollo 6; Pasciuti 5,5, Mbakogu 6 (79′ Martinho SV), Di Gaudio 6 (55′ Lasagna 6).

MIGLIORE IN CAMPO : Il migliore in campo è stato Konko. Performance a due facce la sua. Infatti  è stato molto efficace nelle manovre offensive sulla destra riuscendo a diventare anche pericoloso. D’altro canto ha rischiato molto in fase difensiva regalando quasi il goal vittoria al Carpi. Sicuramente però in mezzo al grigiore e alla noia di questa partita è stato colui che ha fatto divertire di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *