Un Napoli “Insigne”, soprattutto nel primo tempo: 2-1 ad un Toro in ripresa

NAPOLI – Al San Paolo, i partenopei riprendono il campionato trovando subito i tre punti; lo fanno incantando nel primo tempo e controllando nella ripresa. Ne fa le spese il Toro che trova la terza sconfitta consecutiva in partite ufficiali, pur dando qualche segnale positivo rispetto ai match con Juve e Udinese. I ragazzi di Sarri salgono a 38 punti e agganciano la Fiorentina al secondo posto, quelli di Ventura restano quattordicesimi a 22 (ma hanno ancora da recuperare la partita con il Sassuolo)

PRIMO TEMPO: NAPOLI IN CATTEDRA MA IL TORO REGGE – L’avvio è decisamente dei padroni di casa, che si mostrano subito pimpanti con il solito Higuain, un ispiratissimo Insigne ed un insidioso Callejon che impensierisce Padelli. Il gol del vantaggio al 15’ è da manuale: azione tutta di prima, con Insigne che la corona superando in pallonetto un Padelli un po’ fuori dai pali. Il Toro prova a farsi vivo ed al 26’ Quagliarella chiama in causa un reattivo Reina. Al 30’ la grande l’opportunità del pari: Bruno Peres entra in area sulla sinistra e viene steso ingenuamente, Di Bello segnala il dischetto. Batte l’ex Qaugliarella, Reina tocca ma non devia; l’attaccante campano torna al gol dopo tre mesi e mezzo ma non esulta, anzi si scusa con la Curva B della sua ex-squadra. Il Napoli riprende a spingere ed al 42’ torna in vantaggio; altra bella azione ispirata da Insigne, la palla arriva da Hamsik che trafigge Padelli sotto le gambe.

SECONDO TEMPO: IL NAPOLI CALA MA CONTROLLA IL MATCH– Nella ripresa si vede un po’ più il Toro, anche se è ancora Insigne a distinguersi con una traversa su punizione. Maxi Lopez rileva uno spento Belotti e prova a fare qualcosa; ci riesce al 30′ con un contropiede, ma il suo tiro cross non viene intercettato da Acquah. Nel finale si scaldano un po’ gli animi, più fuori che in campo, con Ventura e Sarri che vengono cacciati. Il Toro resta in partita ma non riesce a sfondare, anzi è il Napoli ad avere l’ultima grande occasione con Mertens, che manda a lato di un soffio con un rasoterra. Finisce 2-1 per i partenopei.

NAPOLI-TORINO 2-1
Marcatori: Insigne 16′ (N), Quagliarella 33′ (T) rig., Hamsik 41′ (N).
NAPOLI (4-3-3) Reina 6; Hysaj 6.5, Albiol 6, Koulibaly 6, Ghoulam 6.5; Lopez 5.5 (dal 29′ s.t. Allan 6), Valdifiori 6, Hamsik 6.5 (dal 43′ s.t. Chalobah n.g.); Callejon 6.5, Higuain 6.5, Insigne 7.5 (dal 23′ s.t. Mertens 6). A disposizione: Rafael, Gabriel, Maggio, Chiriches, Luperto, Strinic, Dezi, El Kaddouri, Gabbiadini. Allenatore: Sarri.
TORINO (3-5-2) Padelli 6; Bovo 5, Glik 7, Moretti 6; Bruno Peres (dal 29′ s.t. Zappacosta 6), Acquah 5.5 (dal 36′ s.t. Benassi n.g.), Vives 5.5, Baselli 6, Molinaro 5.5; Belotti 5.5 (dal 21′ s.t. Maxi Lopez 6), Quagliarella 6. A disposizione: Ichazo, Castellazzi, Prcic, Gaston Silva, Jansson, Pryyma, Martinez, Gazzi. Allenatore: Ventura.
Arbitro: Di Bello di Brindisi (Tonolini-Pegorin; Marrazzo, Rizzoli/Nasca).
Note: Spettatori 35.000 circa. Espulsi i due allenatori Sarri e Ventura al 34′ s.t. Ammoniti: Higuain, Albiol (N), Acquah, Baselli, Glick, Bovo (T). Recuperi: 0′ p.t., 5′ s.t.

INSIGNE  7.5 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – Lorenzo “Il Magnifico” sfodera un’altra prova di classe pura: un gran gol, un bell’assist, una traversa su punizione, lampi di classe qua e là. Antonio Conte è avvisato…

https://youtu.be/oOVZjU2y2fY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *