Roma-Milan 1-1: è la paura la vera vincitrice all’Olimpico

ROMA – Il duello della paura finisce in parità. È questo l’esito finale della partita dell’Olimpico tra Roma e Milan. Le due squadre si sono affrontate sapendo di non poter sbagliare, bloccandosi però a livello mentale e sfornando una prestazione per lunghi tratti insufficiente. 

ORGOGLIO ROMA – Eppure quando inizia la partita, i primi 5 minuti sono tutti della Roma. Sadiq ha subito la possibilità di segnare ma la sua conclusione viene respinta dal pronto Donnarumma. Il Milan però si dimentica di scendere in campo e sugli sviluppi di un calcio di punizione Rudiger anticipa la difesa insaccando di testa: 1-0 e l’Olimpico riprende a supportare i giocatori. Il Milan non reagisce ma la Roma non ha i mezzi e la personalità per affondare il colpo del 2-0, creando poco e sperando che Gervinho o Sadiq facciano qualcosa. 

ORGOGLIO MILAN – Evidentemente nell’intervallo però succede qualcosa, perché il Milan che torna in campo è totalmente diverso. Così come la Roma. I rossoneri corrono, i giallorossi diventano timidi. Bacca e Adriano provano ad inventare, Castan e Rudiger annaspano. E dopo 5 minuti dall’inizio della ripresa, il Milan agguanta il pareggio. Honda scodella un campanile in area di rigore e Kucka, con un terzo tempo degno della miglior Nba, anticipa Florenzi, trovando anche lui di testa il gol: 1-1 e il pubblico giallorosso inizia a contestare. I giocatori della Roma non si riprendono da questo pareggio e iniziano a sbagliare le cose più elementari, ma nemmeno il Milan ha il coraggio di osare e, traversa di Bacca a parte su conclusione a rientrare, l’attenzione si concentra più che altro sul pubblico, che contesta apertamente qualsiasi decisione dei giocatori della Roma. 

È la paura quindi la vera vincitrice del duello tra “pistoleri”, come detto da Sinisa Mihajlovic. Ora bisognerà capire se per entrambe le squadre sia arrivato il momento di cambiare gestione o, più probabilmente, personalità. 

TABELLINO 

ROMA-MILAN 1-1 

(primo tempo 1-0)

MARCATORI: Rüdiger (R) al 4′ p.t.; Kucka (M) al 5′ s.t.

ROMA (4-3-3): Szczesny; Florenzi, Manolas (dal 1′ s.t. Castan), Rüdiger, Digne; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Gervinho, Sadiq (dal 25′ s.t. Totti), Iago Falque (dall’11 s.t. Salah). (De Sanctis, Lobont, Maicon, Tumminello, Pepin, Torosidis, Gyomber, Vainqueur, Emerson). All. Garcia.

MILAN (4-4-2): Donnarumma; Abate (dal 34′ s.t. Antonelli), Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Honda, Kucka, Bertolacci, Bonaventura (dal 40′ s.t. Niang); Luiz Adriano (dall’11’ s.t. Boateng), Bacca. (Abbiati, Calabria, Antonelli, Mexes, Montolivo, De Jong, Mauri, Poli, Nocerino). All. Mihajlovic.

ARBITRO: Orsato di Schio.

NOTE: Espulso Mihajlovic. Ammoniti Kucka, Manolas, Pjanic, Luiz Adriano, Bertolacci, Nainggolan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *