Milan: la rincorsa all’Europa è cominciata

Milano – Un Milan convincente come non si era ancora visto in questa stagione rilancia la propria candidatura ad un posto in Europa, questa volta con maggiore concretezza e convinzione nei propri mezzi. La vittoria maturata contro la Fiorentina ha convinto soprattutto per quanto riguarda le modalità con cui è stata portata a casa: le redini del gioco sono sempre state nelle mani dei Rossoneri, cinici a concretizzare le occasioni sotto porta e attenti a non commettere i proverbiali e spesso fatali errori difensivi. Da qui a maggio ancora tutto può cambiare, ci sono ancora 18 partite e una semifinale di Coppa Italia del tutto abbordabile; se la squadra di Mihajlovic riesce sempre a mettere in campo questa determinazione, allora i tifosi rossoneri possono davvero sognare in grande.

LA PARTITA – Il 2-0 inflitto alla Fiorentina ha convinto e ridato un po’ di serenità all’ambiente milanista, e in particolare a Mihajlovic, che dopo la vittoria di Coppa Italia contro il Carpi, può finalmente sorridere e tornare a lavorare senza la paura di un esonero incombente. L’allenatore rossonero ha avuto il merito di preparare perfettamente la partita non certamente facile contro i Viola, imbrigliando i talenti avversari e mantenendo costantemente il possesso palla. Una vittoria mai stata in discussione, grazie a Bacca, sempre più leader in avanti, che con una grande azione ha sbloccato il risultato dopo 4 minuti dal fischio iniziale, e Boateng, tornato al Milan dopo 3 anni e subito decisivo, che ha sigillato definitivamente il risultato al 43° del secondo tempo.

IL MERCATO – Il ritorno di Boateng sembra il colpo più azzeccato della dirigenza rossonera; non sarà l’unico acquisto, data la necessità di rinforzare la squadra in vista della rincorsa all’Europa. Per quanto riguarda la difesa, il nome di Ranocchia si era fatto abbastanza insistente, anche se nel post-partita del match contro la Fiorentina Galliani ha escluso la trattativa, lasciando però aperto uno spiraglio per le trattative dell’ultimo minuto. Il mercato inizierà concretamente a muoversi quando verranno ceduti gli esuberi, tra cui Cerci, il cui posto dovrebbe essere occupato dal ritorno di El Shaarawy. Dunque al momento non ci sono sul tavolo grandi trattative; nel frattempo Galliani sta già preparando il terreno per le trattative estive, con Vangioni ed El Ghazi dati come probabili futuri rossoneri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *