Lazio-Juventus, la Cronaca

Partita cruciale per entrambe le compagini, in questa serata Romana, con la Lazio impegnata a cercare un possibile trofeo in una stagione avara di emozioni finora, e la Juventus interessata a non perdere il treno positivo preso un paio di mesi fa.

PRIMO TEMPO – La partita si presenta avara di novità, con la Lazio e la Juventus in formazione tipo a parte qualche rintocco (Keita Baldè nella Lazio, Caceres e Zaza dall’inizio per la Juventus).
Parte meglio la Lazio, che in profondità sorprende la difesa Juventina, ma Baldè si rivela il miglior intervento difensivo possibile per la Vecchia Signora.
Risponde dopo poco Pogba di testa, poi col passare dei minuti la Juve prende il sopravvento ma senza creare troppo.
Si va al riposo dopo primi 45′ abbastanza fiacchi.

SECONDO TEMPO – Assai diversa la ripresa, dove la Juventus decide di prendere in mano la partita in tutto e per tutto.
Zaza spreca in maniera incredibile a porta vuota intorno al 15′, poi al’ 20′ finalmente c’è la svolta: Zaza inventa un tiro a giro fantastico dal limite, centra il palo, sulla ribattuta Lichtsteiner appoggia in porta nonostante il tentativo fallito di pochi centimetri di Berisha.
Da lì in poi tanta Juve, tanti goal sbagliati (Zaza di nuovo, Pogba, Dybala, il neo entrato Mandzukic) e poca Lazio, che nel finale appare anche nervosa.
I 5′ di recupero a poco servono, la semifinale sarà Juventus-Inter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *