Impresa storica del Carpi, 1-1 contro l’Inter – Primo goal in serie A di Lasagna

Oggi allo stadio Meazza di San Siro è andata in scena Inter – Carpi, valida per la ventunesima giornata di Serie A. Alla fine il Carpi riesce nell’impresa e strappa un pareggio nei minuti di recupero grazie ad un gran goal di Kevin Lasagna. La squadra di Castori ha disputato una partita di altissimo livello, tenendo testa ad una delle formazioni più blasonate e forti del campionato. Per l’Inter torna al goal Rodrigo Palacio. Mancini lascia a riposo in panchina Miranda, Kondongbia e Medel; per gli emiliani coppia inedita in attacco con Mbakogu e Mancosu per la prima volta insieme in campionato.

Ecco le formazioni schierate in campo oggi :

INTER (4-4-2): Handanovic; Montoya, Murillo, Jesus, Telles; Perisic, Brozovic, Melo, Ljajic; Palacio, Icardi.

CARPI (4-4-2): Belec; Zaccardo, Romagnoli, Suagher, Pasciuti; Martinho, Crimi, Bianco, Letizia; Mancosu, Mbakogu.

PRIMO TEMPO – Fischio d’inizio e dopo pochissimi minuti subito un’occasione lampante per la squadra ospite. Jerry Mbakogu su sponda di Mancosu riesce in velocità a fare fuori Murillo e a mettere il pallone in rete, il goal viene però annullato per un presunto “sgambetto” di Mancosu sul difensore dell’Inter. Molto dubbia la decisione di Gervasoni, sembra infatti che Murillo sia caduto da solo. E’ la squadra di Mancini a fare la partita nella prima frazione di gara, i neroazzurri diventano pericolosi in numerose occasioni, sia con tiri dalla distanza sia con azioni corali e organizzate. Infatti al 38′ si sblocca la partita, Rodrigo Palacio sfrutta il rimpallo sul tiro di Perisic dal limite e da pochi metri riesce a mettere il pallone alle spalle di Belec. Prima della fine del primo tempo c’è un altra decisione dubbia da parte del giudice di gara; Bianco dentro l’area di rigore tira in porta e Murillo con il braccio largo blocca la traiettoria del pallone. Era rigore nettissimo. Dopo un minuto di recupero finisce il primo tempo e le squadre vanno negli spogliatoi. L’Inter avanti per una rete a zero ma la squadra di Fabrizio Castori non sta assolutamente disputando una cattiva prestazione.

icardi 1-1

RIPRESA DI GIOCO – Ad inizio ripresa Mancini sostituisce Telles per inserire Miranda che si inserisce in mezzo alla difesa a tre. Dopo quattro minuti Perisic scaraventa verso la porta di Belec un vero e proprio missile che l’estremo difensore del Carpi riesce a spedire in corner. L’Inter però in campo risulta la solita leziosa e inconcludente squadra vista nelle ultime partite, sono numerosissime le occasioni da goal mangiate dai neroazzurri. Prima con Felipe Melo che non riesce ad inquadrare lo specchio della porta, poi due volte con Palacio ed Icardi che davanti al portiere non riescono a segnare, doppio miracolo di Belec che ha i suoi meriti. Il Carpi resiste alle incursioni interiste e resta compatto giocando in maniera cinica e pragmatica. E’ arrivato il momento anche in casa biancorossa di effettuare dei cambi, Castori butta nella mischia Di Gaudio e Lasagna al posto di Martinho e Mancosu per affrontare il finale di gara in versione più offensiva.

CAPITOLO FINALE – Finale di partita inaspettato con il Carpi che nei minuti di recupero riesce ad agganciare l’Inter e a pareggiare un match che sembrava quasi finito. Ripartenza dalla difesa, Emanuele Suagher serve il pallone a Bianco che con un colpo di genio riesce ad innescare Kevin Lasagna che davanti ad Handanovic sfodera un diagonale che buca la porta dell’Inter. Primo goal in serie A di Lasagna che fino a pochi anni fa militava nei dilettanti. Al 94′ triplice fischio di Gervasoni e cala il sipario a San Siro. Grandissima prestazione del Carpi che guadagna un punto fondamentale in chiave salvezza grazie al quarto risultato positivo consecutivo. L’Inter perde una grandissima occasione e perde terreno verso la testa della classifica soprattutto dopo l’ennesima vittoria dell’armata di Sarri.

klh

Tabellino e pagelle :

Inter Carpi 1-1

INTER (4-4-2): Handanovic 6.5; Montoya 5 (31’st Nagatomo 5.5), Murillo 5, Juan Jesus 6, Telles 5,5 (1’st Miranda 6); Perisic 6.5, Brozovic 5,5, Felipe Melo 6.5, Ljajic 5,5; Palacio 7 (39’st Jovetic sv), Icardi 5.

CARPI (4-4-2): Belec 7,5; Zaccardo 5.5, Romagnoli 6.5, Suagher 6,5, Pasciuti 5,5; Martinho 6 (28’st Di Gaudio 6), Crimi 6.5, Bianco 6,5, Letizia 5.5 (15’st Daprela’ 5); Mancosu 5.5 (24’st Lasagna 7), Mbakogu 6.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *