Tennis, Australian Open: siamo arrivati ai quarti. Poche sorprese nei maschi, tanti colpi di scena nel femminile

Dopo la prima settimana degli Australian Open, entrambi i tabelloni, maschile e femminile, sono allineati ai quarti di finale. Se nel torneo maschile si registrano poche sorprese, in quello femminile è un susseguirsi di colpi di scena e uscite premature.

johanna-konta-eastbourne-celebrates-aegon-international_3318547
Johanna Konta, una delle sorprese di questi Australian Open

PARTE ALTA MASCHILE – Nel torneo maschile arrivano ai quarti nella parte alta le teste di serie migliori. Il numero 1 del mondo Novak Djokovic si sbarazza facilmente di Chung, Halys e Seppi, prima di faticare fino al quinto set con Simon. Per la 27esima volta consecutiva arriva ai quarti in uno slam e ora affronterà Kei Nishikori, che ha battuto nettamente in tre set Tsonga agli ottavi. Non tramonta mai Roger Federer che batte Basilahvili, Dolgopolov, il suo erede Dimitrov e infine Goffin ed ora si appresta a sfidare Tomas Berdych che ha avuto la meglio di Bautista Agut solo al quinto set.

PARTE BASSA MASCHILE – Se la sfida fra David Ferrer e Andy Murray poteva essere prevista alla vigilia del torneo, non si può dire la stessa cosa del quarto che vedrà di fronte Gael Monfils e Milos Raonic. Il francese ha fatto il suo dovere, approfittato delle uscite al primo turno di Nadal e Anderson, ha battuto Sugita, Mahut, Ram e Kuznetov. Ora il livello si alza notevolmente con la sfida a Raonic che ha estromesso dal torneo il vincitore del 2014 Wawrinka, dopo una battaglia durata cinque set che ha visto il canadese in vantaggio di due set prima della reazione dello svizzero.

PARTE ALTA FEMMINILE – La parte alta del tabellone femminile è quella meno disastrata di teste di serie. Si ritroveranno di fronte ai quarti Serena Williams e Maria Sharapova in un incontro che promette grande spettacolo. L’americana ha battuto la nostra Giorgi al primo turno, poi non ha trovato avversari che la potessero impensierire, visto l’uscita di scena prematura di Errani nel primo match con la Gasparyan. La russa ha avuto la strada appena più in salita, ma non ha avuto problemi nel battere Hibino, Sasnovich, Davis e con un doppio 7-5 la giovane svizzera Bencic. La testa di serie numero 4 Agnieszka Radwanska è ancora in corsa per il rotto della cuffia, dopo aver visto l’eliminazione molto vicina. Nell’incontro con Friedsam, la polacca è stata sotto 5-2 nel terzo set e diverse volte a due punti dall’uscita di scena, quando la reazione della 27enne e i crampi dell’avversaria hanno ribaltato la situazione. Nei quarti ad attenderla ci sarà Carla Suarez Navarro, anche lei uscita vincitrice nel terzo set agli ottavi, dopo aver perso il primo per 6-0 contro Gavrilova.

PARTE BASSA FEMMINILE – Si arriva nella parte più sorprendente del tabellone femminile. Con Halep e Venus Williams fuori al primo turno, Lisicki al secondo, Pliskova e Ivanovic al terzo, Makarova e Keys agli ottavi, il quarto di finale della parte più bassa sarà fra Johanna Konta e Shuai Zhang, vere sorprese a Melbourne. L’inglese e la cinese hanno giocato fin qui un grandissimo torneo e ora in una sfida inedita si batteranno per un posto in semifinale. Vedremo se sapranno approfittarne Angelique Kerber e Victoria Azarenka, impegnate nell’altro quarto. La vincente di questa sfida sarà sicuramente la favorita per arrivare alla finale di domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *