Verona – Genoa, bassa classifica ma alti ritmi

Verona Genoa

Verona – un Genoa reduce da due vittorie consecutive è ospite di un Verona ultimo in classifica e orfano dell’ex Luca Toni. Per i rossoblu c’è invece grande attesa per l’esordio del neo acquisto Alessio Cerci, giocatore dalle caratteristiche perfette per il modulo di Gasperini.

Alessio Cerci alla sua prima con il Genoa
Alessio Cerci alla sua prima con il Genoa

Primo tempo – I padroni di casa cercano disperatamente punti salvezza, ma l’inizio della gara non è incoraggiane e dopo 19′ Suso colpisce il palo destro su punizione e il pallone viene successivamente deviato dal gialloblu Ferdinando Coppola nella propria porta. Verona sfortunato e Grifone in vantaggio al Bentegodi. Il Verona non ci sta e prova immediatamente a reagire dopo 1′ con Ionita servito in area da Wszolek, ma il suo tiro finisce alto di poco. Il Genoa ci prova in varie occasioni, soprattutto con Perotti, ma senza riuscire a concretizzare. Al 39′ è il Verona a trovare il pareggio, con un’azione di Ionita che serve Pazzini in area, il quale da distanza ravvicinata riesce a siglare la rete dell’1 a 1. Risultato di nuovo in parità.

Pazzini riporta il risultato in parità
Pazzini riporta il risultato in parità

Secondo tempo – la prima grande occasione degna di nota arriva al 58′ ancora da Pazzini, che in area calcia verso il centro ma Perin respinge senza troppi problemi. Dopo 1′ per il Genoa fa il suo esordio Alessio Cerci che rileva Suso, mentre anche Rigoni subentra a Dzemaili. Al 64’si registra un’altra Buona occasione per il Verona con Wszolek che ci prova con una rasoiata che esce solo di poco sulla sinistra. Nel frattempo Perotti lascerà il campo a Marchese (G), e anche il Verona rimuove Wszolek per l’ex Jankovic. Al 90′ il Genoa ha una buona occasione con Rincon, ma il suo tiro viene respinto da un intervento in scivolata di un avversario. L’ultimo sussulto lo crea il Verona, con Ionita che al 93′ lascia partire una rapida conclusione dal limite, ma prende male la mira e termina di qualche metro sopra la traversa.

Squadre in peggio al Bentegodi,  il Genoa ottiene un buon punto, mentre al Verona, per salvarsi, servirebbe un miracolo. Buona la prima per Alessio Cerci.

Verona Genoa

TABELLINO E PAGELLE:

Hellas Verona – Genoa 1-1 (1-1).

Marcatori: 18′ aut. Coppola (G), 39′ Pazzini (V).

Hellas Verona (4-3-3): Coppola 5.5; Sala 6, Moras 6, Helander 6.5, Pisano 5.5; Ionita 7, Greco5.5 (56′ Siligardi 6), Hallfredsson 6; Wszolek 5.5 (80′ Janković sv), Pazzini 6.5, Rebić (46′ Gómez 6.5). A disp.: Rafael, Albertazzi, Zaccagni, Bianchetti, Emanuelson, Winck, Fares, Checchin. All.: Delneri 6.

Genoa (3-4-3): Perin 7; Muñoz 5.5, De Maio 5, Izzo 6; Ansaldi 6, Rincón 6, Džemaili 6 (59′ Rigoni6), Laxalt 5.5; Suso 6.5 (59′ Cerci 5.5), Pavoletti 6, Perotti (67′ Marchese 6). A disp.: Lamanna, Donnarumma, Capel, Ntcham, Pandev, Lazović. All.: Gasperini 5.5.

Note – Ammoniti: 24′ Pisano, 90′ Halfredsson (V); 34′ Džemaili, 87′ De Maio (G).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *