Serie B, mercato: i movimenti delle squadre d’alta classifica e di quelle in lotta per la salvezza, il ritorno di Bianchi, a Perugia, il sorpasso del Bari per Dezi, la frenata della Salernitana e lo sfoltimento del Modena

Chiusa la penultima settimana di trattazioni, si entra nel rush finale del calciomercato. Una settimana trascorsa fatta di interessanti operazioni e di terreni preparati per chiusure imminenti.

ANCHE IN ALTO CI SI MUOVE – Settimana caratterizzata da molto movimento anche tra le squadre che occupano la parte più alta della classifica, fin qui un po’ più attendiste, visti gli innegabili risultati positivi ottenuti già nel mercato estivo. Molto attivo, infatti, ad esempio, il Crotone, che ha praticamente chiuso due importanti trattative: dalla Fiorentina, attraverso l’Entella, dove milita attualmente, è in procinto di arrivare, in prestito con diritto di riscatto e controriscatto, il centrocampista classe ’95 Nicolò Fazzi; dalla Juve, via Como, sta per firmare il difensore, sempre classe ’95, Pol Garcia Tena. Molto vicine alla conclusione anche le trattative per l’esterno offensivo Niccolo Belloni, 21enne di proprietà dell’Inter, in prestito alla Ternana, per Francesco Pisano del Bolton, per Salvatore Monaco dell’Arezzo e per il difensore rumeno Stefano Popescu del Modena. Solo sondaggi, per ora, invece, per Simone Gozzi, esterno del Modena e Federico Furlan, centrocampista del ’90 della Ternana. In uscita, molto probabile la partenza di Luca Bruno, giovane difensore che, finora, non ha trovato molto spazio in rossoblu. Decisamente meno movimentato, invece, fin qui, il mercato dell’avversario diretto dei pitagorici, ovvero il Cagliari, che in questa settimana ha definito il colpo annunciato, ovvero l’arrivo di Cinelli, l’ex capitano del Vicenza, che giunge per rinforzare il centrocampo di Rastelli, ma solo a titolo provvisorio, visto che, in estate, è scontata la sua partenza in direzione Chievo. Un po’ più complessa la situazione portiere, visto che l’annunciato scambio che doveva portare in rossoblu il portiere dell’Hellas Rafael, in cambio di Cragno, non è andato in porto visto che, dopo l’iniziale rallentamento per le difficoltà nel trovare un accordo tra i sardi e il portiere brasiliano, l’estremo difensore dei rossoblu è stato ceduto al Lanciano. Chi si sta muovendo molto, motivato anche da una classifica che, in questo inizio di girone di ritorno sta parlando decisamente a suo favore, è il Pescara. Le ricerche della società abruzzese sono rivolte, soprattutto, al comparto difensivo, che Oddo ritiene debba essere rinforzato, soprattutto per quel che riguarda il ruolo di centrale. A questo scopo sono molto ben avviati i contatti con il Bari per Valerio Di Cesare, che sembra, al momento, possedere il profilo giusto per accontentare le aspettative del tecnico ex Milan e Lazio. Restano, però, nel mirino anche Stendardo dell’Atalanta e Andelkovic del Palermo. E’ stato fatto anche un tentativo per Cherubin dell’Atalanta, per cui, però, sarebbe arrivato un no, mentre il Cesena avrebbe proposto Lucchini, che non interessa alla dirigenza abruzzese. Per la corsia laterale, invece, per ovviare all’infortunio che terrà Crescenzi lontano dai campi per almeno un mese, si sta accelerando per Giovanni Marchese del Genoa, che, tra l’altro, all’occorrenza, può rivestire il ruolo di centrale. Per quello che concerne l’attacco, invece, ben avviati i contatti col Leeds per riportare in Italia Antenucci, che, però, è negli interessi di altre squadre di B, Avellino su tutte che deve trovare un degno sostituto per Trotta. Per i giocatori in uscita, continuano le trattative con la Juve per Lapadula, con la società abruzzese che, però, non avrebbe nessuna intenzione di privarsi del bomber della serie cadetta in piena corsa play off, ma sarebbe disponibile ad intavolare un discorso solo per l’estate prossima, inserendo, magari, Magnusson nella trattativa. Discorso simile per Caprari, seguito insistentemente da Verona e Fiorentina, ma che Oddo non sarebbe disponibile a lasciar partire prima di giugno, vista la sua importanza. Quasi certa, invece, la partenza di Danilo Bulevardi, classe ’95, reduce dal prestito all’Ischia, che potrebbe trasferirsi all’Aquila.

Image and video hosting by TinyPic
Lapadula, il capocannoniere della B, al centro del mirino della Juve

IL BARI RUBA DEZI AL CESENA – Il Bari, che con l’arrivo di Camplone sembra aver trovato la scossa necessaria per dare una svolta alla stagione, vuole proseguire la risalita in classifica, che, nel giro di due giornate l’ha riportato dal limite della zona play off al quarto posto. Per questo, per cercare di offrire al nuovo tecnico una rosa adeguata, i galletti sono stati molto attivi sul mercato in questi giorni. Intanto il primo colpo è l’imminente chiusura per il centrocampista del Napoli, ex Crotone, Dezi, che sembrava destinato a tornare agli ordini del suo ex tecnico Drago, prima che i romagnoli venissero sorpassati proprio dai galletti. E, sempre per il centrocampo, sarebbe ad un passo l’arrivo di Nikola Jakimovski, centrocampista macedone del ’90 del Como, nella cui trattativa dovrebbe entrare Gemiti, destinato a fare il percorso contrario. Tutto definito anche per il passaggio, in prestito, di Gilberto, esterno brasiliano classe ’93 della Fiorentina, dove, fin qui, ha giocato poco, ma che ha bisogno di minuti nelle gambe, anche per poter partecipare alle Olimpiadi con la nazionale verdeoro. Nello stesso ruolo i pugliesi avevano sondato anche con il Genoa per Issa Cissokho, in uscita dai liguri. Intanto, in settimana, si è giunti anche all’ufficialità di un uscita, ovvero quella di Sabelli, destinato al Carpi. Per sostituire il giocatore, i biancorossi hanno intavolato trattative per Almici dell’Ascoli, per Nicolas Getaz, classe ’91 del Losanna, e Mario Camora, portoghese del Cluj. A centrocampo l’interesse va al giovane Michele Rocca della Samp, su cui, però, ci sarebbero anche Lanciano e Pescara. In uscita anche il giovane attaccante della Primavera Minicucci, destinato alla Lega Pro. Intanto, tra le squadre in lotta per la zona play off, anche il Cesena cerca di rifinire la rosa per tornare a correre come faceva prima della crisi che l’ha portata ai limiti della zona play off. Detto del sorpasso subito nella corsa a Dezi, si è già anche trattato l’argomento Magnusson, che viene dato, ormai, come prossimo partente, fosse, come detto, inserito nella trattativa della Juve, padrona del cartellino, per Lapadula o rientrasse in un’operazione con l’Empoli che si è mostrata interessata al suo cartellino. Comunque vada a finire il Cesena doveva trovare un sostituto e lo ha fatto, chiudendo con il Sassuolo per il prestito di Leonardo Fontanesi. Intanto tratta anche con il Bologna per l’esterno d’attacco Filippo Falco, su cui ha mollato la presa il Novara, e con il Vitoria Setúbal per il prestito del difensore classe ’88 Cristian Tissone, fratello di Fernando, che ha già militato in Italia. Per quello che concerne il mercato in uscita, continua il corteggiamento del Reading per Djuric, mentre Pescara e Verona sarebbero interessati al centrale difensivo Lucchini. Quasi sicura la partenza del 25enne Tabanelli, che gioca poco e potrebbe trovare una nuova squadra a Livorno.

Image and video hosting by TinyPic
Dezi, sorpasso del Bari per il centrocampista del Napoli

IL PERUGIA RIPORTA IN ITALIA BIANCHI – Il Perugia assesta il colpo, o, meglio, chiude, finalmente, una trattativa che andava avanti da qualche settimana: Rolando Bianchi lascia la Spagna e vestirà la maglia col grifone. Gli umbri, così, chiudono una lunga operazione, rinforzando un reparto già piuttosto nutrito, giocando sulla voglia di riscatto di un attaccante che, dopo aver lasciato il Torino qualche stagione fa, non ha più reso secondo i propri livelli. Ma i biancorossi non si fermano: già praticamente chiusa anche la trattativa col Palermo per Bolzoni (foto di copertina), che arriverà in prestito secco fino a giugno, all’operazione manca solo la firma di Zamparini per diventare ufficiale. Sembrava ad un passo anche il difensore classe ’92 Salvatore Monaco dell’Arezzo, per cui le parti erano vicine, prima dell’inserimento del Crotone, che, come detto, ora sembra il favorito. La società umbra aveva fatto un pensiero anche a Lazzari del Carpi, dato in partenza, ma il giocatore ha declinato l’offerta, preferendo restare in massima serie. Per il mercato in uscita, quasi certa la partenza di Spinazzola, classe ’93, in prestito dalla Juve, che farebbe rientrare alla base il giocatore, per poi girarlo a una tra Samp, Cagliari e Carpi. Destino simile dovrebbe seguire anche Salifu, che dovrebbe rientrare alla Fiorentina dal prestito, per poi essere girato ad altra squadra, Vicenza su tutte. Restando sempre tra le squadre in lotta per i play off, l’Avellino sembra aver quasi completato lo scacchiere della propria rosa per il girone di ritorno, anche se resta da risolvere il problema di un sostituto all’altezza per Trotta, partito per Sassuolo. Detto di Antenucci, gli irpini hanno insistito parecchio, nelle settimane scorse, per il ritorno di Comi in maglia verde, ma, nonostante l’ottima piega presa dalla trattativa, la volontà del Livorno di porre il prestito con obbligo di riscatto a 800mila euro potrebbe complicare notevolmente le cose. Anche la trattativa per Monachello ha subito una battuta d’arresto per la dichiarazione di incedibilità da parte dell’Atalanta. Al momento i lupi sarebbero vicini solo all’acquisto dell’attaccante del Pavia, Andrea Ferretti. In uscita, molto vicino il passaggio del 19enne attaccante Napol alla Pro Patria ed anche il passaggio dell’ala destra Gennaro Tutino alla Juve Stabia. Molto più contenuto, invece, il mercato del Novara. Fatta per l’arrivo di Lanzafame dal Perugia, operazione già ben avviata nelle settimane scorse. che mancava solo dell’ufficialità. Solo un sondaggio, invece, per Mazzotta del Cesena, anche perché il terzino sinistro, seguito anche dal Bari, è ritenuto incedibile dalla società romagnola, a meno di offerte importanti. La società piemontese, invece, ha ricevuto richiese da parte di Entella e Vicenza per il 27enne centrocampista Signori, che in questa stagione non si è ancora espresso ai livelli di quando giocava con la maglia del Modena.

Image and video hosting by TinyPic
Rolando Bianchi torna in Italia, destinazione Perugia

LA SALERNITANA RALLENTA, IL MODENA SFOLTISCE – Salernitana sempre in fermento, anche se in questi ultimi giorni non ci sono operazioni concluse da mettere a referto. Gli interessi sono sempre quelli descritti nelle settimane scorse: per la difesa Rea dell’Avellino, Pisano del Bolton, Di Chiara del Foggia, oltre a Braafheid della Lazio, che, al momento, sembra il più vicino a vestire la maglia granata; a centrocampo Romizi del Bari e Deiola del Cagliari, a cui si è aggiunto il rifinitore della Paganese Francesco Deli, 22enne che sta ben figurando in Lega Pro; in attacco Mazzeo del Benvento e Masucci dell’Entella, anche se è di queste ore l’ipotesi di uno scambio con l’Avellino tra Gabionetta e Insigne, operazione tutta da confermare ed, eventualmente, definire. La novità più importante rispetto alle scorse settimane è quella relativa al portiere, visto che Strakosha non lascerà i campani, ma il cambio avverrà a livello di terzo portiere, con Rosti in arrivo dall’Arezzo e Ronchi che prenderebbe la via opposta. In uscita quasi sicura la partenza di Manolo Pestrin, che potrebbe accettare la proposta del Martina Franca. Respinte, invece, le richieste ricevute da club di A per Coda, che è ritenuto incedibile, e che, venerdì, ha ripagato la fiducia segnando uno dei 3 gol a Brescia. A Modena, invece, il primo obiettivo è quello di sfoltire una rosa piuttosto folta. Intanto ha cominciato risolvendo i prestiti di Vestenicky con la Roma e Sowe con il Chievo, il quale lo girerà al Lecce. Poi, prossimi alla partenza, anche i centrocampisti Agustin Olivera, che è ai dettagli per il trasferimento a Catanzaro, e Andrea Doninelli, che è atteso per la firma con la Cremonese, mentre Popescu piace al Crotone e il 21enne Minarini ha richieste in Lega Pro. Il giovane Besea, invece, entrato nel mirino della Juve, anche se dovesse firmare per i bianconeri, resterà a disposizione di Crespo fino a giugno. Queste operazioni hanno permesso ai canarini di chiudere con l’Inter per il prestito di Camara, esterno che nella prima parte di stagione ha giocato a Bari. Depositati anche i contratti dei giovani Provenzano e Roma che arrivano in prestito, rispettivamente da Persiceto e Fraore. A Vicenza, intanto, si attende l’ufficialità dell’arrivo di Bellomo, trattativa in piedi da diverso tempo. Il centrocampista, che fin qui ha vestito, con pochi risultati, la maglia dell’Ascoli, si legherà ai veneti per 18 mesi. Praticamente fatta anche per l’arrivo in biancorosso del portiere Benussi dal Carpi, che dovrebbe coprire l’imminente partenza di Marcone in direzione Verona. Intanto continuano i contati con lo Slovan Belupo per il centrocampista croato Petar Brlek. Per sostituire il partente Cinelli, invece, la società veneta avrebbe individuato il profilo di Luca Castiglia della Pro Vercelli, con cui verranno avviate le trattative. In uscita, sicura la partenza di Rinaudo, con cui è stato rescisso il contratto, oltre a quella, quasi certa, di Pazienza, che avrebbe trovato l’accordo con il Pavia. Intanto i biancorossi avrebbero ricevuto richieste dalla Russia per Raicevic, ma lo stesso attaccante, in gol anche sabato, avrebbe rifiutato il trasferimento.

Image and video hosting by TinyPic
Bellomo, a Vicenza per rilanciarsi

MOVIMENTI IN CODA – Diversi i movimenti, ovviamente, anche per le altre squadre coinvolte nella lotta per non retrocedere, che devono rinforzare la propria rosa per provare, con un ultimo colpo di reni, a restare in corsa per la salvezza. L’Ascoli, ad esempio, ufficializza l’arrivo a titolo definitivo di Benedicic dal Como, centrocampista sloveno del ’95. Intanto porta avanti le trattative per Tommaso Bianchi del Leeds, per Jacopo Galli, l’esterno di centrocampo del ’93, dato in uscita dal Crotone, per Juri Cisotti dello Spezia, rientrato recentemente dal prestito al Rijeka e per la coppia di argentini Federico Bravo del Boca Juniors e Maxi Oliva, che ha giocato con River ed Estudiantes. In uscita, ma per giugno, Petagna, che il Milan, proprietario del cartellino, ha ceduto all’Atalanta, ma che resterà in maglia bianconera fino a fine stagione. Il Como, intanto, ufficializza l’arrivo a titolo definitivo del difensore Tonci Kukoc del Livorno, mentre tratta per Massimo Donati, l’esperto centrocampista attualmente in forza al Bari, dove ha trovato, fin qui, poco spazio, e per Matteo Liviero, terzino del Lecce. In uscita dal club lariano Accursio Bentivegna, che tornerà al Palermo, dove probabilmente chiuderà la stagione, e Luca Scapuzzi, che potrebbe trasferirsi al Teramo. La Pro Vercelli ha messo a segno il colpo Mammarella, prelevando l’esperto difensore, ex capitano del Lanciano, dopo aver vinto la concorrenza di diverse squadre e facendolo già esordire nella partita di sabato contro lo Spezia. Intanto la società piemontese lavora ad uno scambio col Teramo, per portare in maglia bianca Victor Da Silva, con Stefano Beltrame, di proprietà della Juve, pronto a fare il percorso inverso. Avviate anche le trattative con gli scozzesi dell’Hibernian per riportare in Italia Dominique Malonga, che in Italia ha già giocato con Torino e Cesena. Da segnalare l’addio al calcio di Massimiliano Scaglia, 38enne terzino, a Vercelli da 3 stagioni, che, ora, si occuperò del settore giovanile. A Lanciano, detto dell’arrivo del portiere Cragno, si ufficializza l’acquisizione, in prestito con diritto di riscatto e controriscatto, di Federico Bonazzoli, l’ex bomber della Primavera nerazzurra, in arrivo dalla Samp. Sempre con la squadra genovese, il club abruzzese discute del giovane centrocampista Michele Rocca. Intanto accelera per Dejan Janjatovic, centrocampista serbo del San Gallo, e si inserisce, assieme ad Ascoli e Pescara, nelle trattative per Milinkovic, in uscita dal Genoa. In uscita, il difensore Filippo Penna, nel mirino del Sudtirol, e il bomber della Primavera Tassi, dato per vicinissimo al Torino. Infine, il Livorno ufficializza l’acquisto di Borghese, dal Como, già titolare lunedì sera e pure autore del più classico gol dell’ex. Assieme a lui arrivano anche i prestiti dalla Fiorentina del 20enne attaccante Jaime Baez, giocatore per cui è stata vinta la concorrenza dello Spezia, e del 21enne centrocampista Andres Schetino. Arenatasi la pista che portava a Zuculini, che potrebbe restare a Bologna, la ricerca di un centrocampista centrale potrebbe portare a Federico Anguilli della Reggiana, ex dell’Avellino, o ad Andrea Tabanelli del Cesena.

Image and video hosting by TinyPic
Mammarella, lascia il Lanciano dopo tanti anni per approdare alla corte di Foscarini

LE ALTRE TRATTATIVE – Lo Spezia annuncia l’ingaggio del giovane attaccante nigeriano classe ’97 David Okereke, che fin qui ha militato nella Lavagnese, mentre è ad un passo dall’acquisizione del 25enne difensore scuola Milan Michelangelo Albertazzi, in arrivo dal Verona. Intanto intavola trattative con l’Udinese per il centrale difensivo Domizzi, sonda per Leonardo Perez dell’Ascoli e mostra il suo interesse per Scaglia del Latina, in gol anche sabato, e l’attaccante esterno della Salernitana Nalini, in scadenza di contratto. Incassa un no, invece, dalla Ternana per Masi. In uscita è ufficiale l’annunciato ritorno di Brezovec al Rijeka. La Ternana, oltre a resistere alle offensive dello Spezia per Masi, respinge anche il Verona per il centrocampista Furlan, ma, a sua volta, vede sfumare la trattativa col Como per l’attaccante Gerardi. Per le uscite, proseguono le trattative col Novara per il passaggio in Piemonte di Ceravolo, anche se il giocatore, attualmente, è infortunato. L’Entella ufficializza l’arrivo, in prestito con diritto di riscatto, di Benedetti dal Cagliari, mentre è vicina a chiudere per l’attaccante italo-tedesco dell’Ansa Rostock Marcello Di Fabio. Intanto, cede a titolo definitivo Sforzini al Pavia. Il Latina tratta con l’Udinese per Agostino Camigliano, centrale classe ’94, e si inserisce nelle trattative per Manuel Giandonato, centrocampista scuola Juve del Padova. Per quel che riguarda, invece, il possibile ritorno di Oduamadi dal Milan, in maglia nerazzurra già per 6 mesi nella passata stagione, i pontini dovranno guardarsi dall’inserimento nella trattativa anche del Grasshoppers, anche se il giocatore preferirebbe restare in Italia. Il Trapani è vicino alla chiusura per Caio De Cenco, brasiliano classe ’89 del Pordenone, per cui avrebbe sorpassato lo Spezia, che per primo aveva trattato il giocatore. Sempre in attacco guarda a Sansovini del Pescara, per cui, però, c’è una forte concorrenza del Foggia. Intanto ha avviato le pratiche per tesserare il gambiano classe ’98 Abdulale Damphà, centrocampista che già da due mesi si allenava con i siciliani. In uscita il difensore brasiliano Tullio Bagatini Mariotti, che si accasa al San Marino.

Image and video hosting by TinyPic
Benedetti, rinforzo per l’Entella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *