Torino-Hellas Verona 0-0: poche emozioni ed un punto che non serve a nessuno

Contrasto tra Ciro Immobile e i difensori del Verona (Immagine toronews.net)

TORINO – All’Olimpico va in scena una partita con poche emozioni, con un pareggio a reti inviolate che non serve a nessuno. Il Toro spreca l’ennesima occasione (forse l’ultima) per avvicinarsi alla zona Europa League, il Verona guadagna un punto sulla Sampdoria quartultima ma resta comunque ultima a meno 12 punti dai blucerchiati.

PRIMO TEMPO: IL TORO SI APPLICA MA NON CONCLUDE – Ventura cambia cinque undicesimi della squadra evanescente che ha perso a Firenze: dentro Padelli, Jansson, Peres, Benassi e Gazzi in luogo di Ichazo, Glik, Zappacosta, Baselli e Vives. Del Neri ritrova Toni sebbene un po’ acciaccato e fa partire Pazzini in panchina, per il resto conferma la squadra che ha pareggiato con il Carpi.

toni420

Il Primo squillo è del Verona: tiro dai 25 metri di Ionita, Padelli risponde bene. Il Toro prova comunque a fare la partita, soprattutto con i movimenti di Belotti e Immobile: i risultati però sono scarsi, con tante insicurezze e poca concretezza. Ci prova comunque Belotti al 27’ ma tira alto, con Gollini fa buona guardia per poi superarsi qualche minuto dopo, quando devia in angolo un destro all’incrocio dei pali di Benassi. Nel finale di tempo il copione è lo stesso: Toro che preme ma non incide, Verona che si difende senza sudare più di tanto.

SECONDO TEMPO: VEDI SOPRA… – Anche nella ripresa il primo tentativo è degli scaligeri con Padelli che esce bene. Il Toro guadagna metri e qualche punizione senza però mai riuscire a sfruttarli. Del Neri butta dentro Pazzini, mentre Ventura propone Baselli e e Zappacosta al posto di Molinaro e Acquah. Il Toro si fa un po’ più concreto ma è il Verona “rischia” di portarsi in vantaggio al 24′, quando Wszolek pecca di egoismo e non serve Toni, concludendo debolmente. Nei minuti successivi i ragazzi di Delneri continuano a premere; Padelli pasticcia un po’ in uscita con Maksimovic, ma Toni di testa non inquadra la porta. Negli ultimi minuti il Toro ci prova davvero: prima Immobile e Benassi sparano alto da buona posizione ma l’occasione clamorosa è al 47′, quando il neoentrato Martinez è bravo a scavalcare Gollini in pallonetto ma poi (anche un po’ strattonato) manda clamorosamente fuori a porta vuota. Finisce 0-0, con i tifosi granata che fischiano.

Josef Martinez, attaccante del Torino (fonte immagine: www.gazzetta.it)

TORINO – HELLAS VERONA 0-0
TORINO (3-5-2): Padelli 6; Maksimovic 6, Jansson 6.5, Moretti 6.5; Bruno Peres 5.5, Acquah 5 (15′ st Baselli 6.5), Gazzi 6.5, Benassi , Molinaro 5(15′ st Zappacosta 6); Immobile 5.5 (43′ st Martinez n.g.), Belotti 6. A disposizione: Ichazo, Castellazzi, Bovo, Farnerud, Gaston Silva, Prcic, Avelar, Quagliarella. Allenatore: Ventura.
HELLAS VERONA (4-4-2): Gollini 7; Pisano 6.5, Moras 6.5, Helander 5, Albertazzi 6.5 (33′ st Fares n.g.); Jankovic 6, Greco 5.5, Ionita 6.5, Wszolek 5 (36′ st Bianchetti n.g.); Toni 6.5, Gomez 5 (13′ st Pazzini 6). A disposizione: Coppola, Marcone, Romulo, Samir, Emanuelson, Winck, Checchin. Allenatore: Delneri.
Arbitro: Mariani di Aprilia
Note: ammoniti Jankovic, Greco, Helander, Pazzini (V).

GOLLINI 7 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – Il Toro produce poco in avanti ma lui è comunque decisivo in almeno due occasioni su Belotti e Benassi. Unico neo nel finale, quando Martinez lo supera in pallonetto…ma poi lo grazia calciando fuori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *