Serie B, mercato: tutte le operazioni concluse dalle squadre del campionato cadetto nell’ultima settimana di contrattazioni

budel

MOVIMENTI D’ALTA CLASSIFICA – Come c’era da immaginarsi pochi i movimenti dei due battistrada anche in questa ultima settimana di contrattazioni. Il Cagliari, ad esempio, ha perfezionato il parco portieri: dal Verona è arrivato il brasiliano Rafael, che era già in rosa nell’ultimo turno di campionato appena giocato, mentre è stato fatto firmare il primo contratto da professionista al giovane Montaperto, classe ’97, in forza alla Primavera. In difesa, un altro giovane, Matteo Volteggi, classe ’98, che arriva a titolo definitivo dal Bologna. Anche un rientro nella rosa dei sardi, visto che Caio Rangel è tornato anticipatamente dal prestito all’Arouca. Ancora inferiori i movimenti del Crotone, che non si fa sconvolgere dal primo posto perso e, nell’ultima giornata di contrattazioni, chiude solo per l’attaccante Di Roberto, prelevato dalla Pro Vercelli. Più attivo, invece, il Pescara, che, dopo la vittoria nello scontro diretto che ha consolidato il suo terzo posto, mettendo 7 punti tra sé e le inseguitrici, ha deciso di perfezionare la propria corazzata con una serie di acquisti mirati a permettere di portare fino in fondo questa posizione, magari rendendo inutile perfino la disputa dei play off. Due i colpi per la difesa: dalla Samp arriva in prestito il difensore centrale Andrea Coda, mentre dal Cesena, sempre a titolo temporaneo, giunge il terzino sinistro Antonio Mazzotta. E altrettanti sono stati i colpi per l’attacco: salutato Sansovini, in prestito fino a fine stagione alla Cremonese (e che è andato subito in gol all’esordio nel match contro l’Alessandria), ha perfezionato la propria fase offensiva con un elemento d’esperienza, peraltro un cavallo di ritorno, ovvero Pasquato, che arriva in prestito dalla Juve dopo aver giocato la prima parte di stagione nel Livorno, e che con gli abruzzesi aveva giocato tutta la scorsa stagione segnando anche 6 gol, e con un giovane, ovvero Daniele Verde, in prestito con diritto di riscatto e controriscatto dalla Roma. Nell’ambito delle uscite, i biancazzurri hanno ceduto il terzino mancino del ’96 Di Nicola al Lanciano e il centrocampista classe ’95 Danilo Bulevardi all’Aquila. Intanto hanno anche ufficializzato la rescissione contrattuale col difensore bosniaco Gordan Bunoza.

Image and video hosting by TinyPic
Pasquato, ritorno a Pescara

BARI, NOVARA E BRESCIA CERCANO DI FRENARE LA DISCESA – La caccia al terzo osto del Bari ha subito una violenta stoccata sabato, quando la vittoria del Pescara l’ha rispedita a 7 punti di distanza, che, se non suonano come una condanna poco ci manca. Per cercare di raddrizzare la barra, i pugliesi si sono mossi attivamente sul mercato in questa ultima settimana. Intanto, come già noto da qualche giorno, hanno chiuso per il prestito di due giocatori del Napoli, entrambi in prestito con diritto di riscatto e controriscatto, ovvero Dezi, che, dopo un lungo corteggiamento, vincendo anche la concorrenza di diverse squadre, rappresentava uno dei principali obiettivi di questa sessione, e l’attaccante, classe ’96, Gennaro Tutino. Negli ultimi giorni di mercato, invece, ha perfezionato per l’arrivo del trentenne fluidificante Issa Cissokho, senegalese, in prestito con diritto di riscatto dal Genoa, e del centrocampista Nikola Jakimovski dal Como. Sempre nell’ultimo giorno di mercato, i galletti hanno ufficializzato l’arrivo del centrocampista Andrea Lazzari dal Carpi. Infine, da annotare anche il fatto che l’attaccante Gianluca Sansone, appetito da diverse squadre della serie cadetta che hanno compiuto numerosi tentativi in questa sessione di mercato, è rimasto, invece, con la società biancorossa che ha rispedito al mittente le varie richieste. Chi, invece, necessita di una nuova sferzata, visto il lento declino che ha preso il proprio campionato, in questo riavvio di stagione, dopo le cose buone viste alla fine del girone d’andata, è, sicuramente, il Novara. A questo scopo i piemontesi hanno messo a segno due colpi rilevanti in questi ultimi giorni di mercato: dal Trapani arriva l’esterno offensivo sinistro, classe ’87, Enis Nadarevic, mentre col Palermo c’è stata la chiusura per il centrocampista Bolzoni, che vestirà la maglia azzurra fino a giugno del 2018. In arrivo anche Andrea Mantovani, difensore dell’84, a titolo definitivo, dal Vicenza, mentre, in prestito dal Pavia, i piemontesi hanno chiuso per Nicolò Renda. In uscita, invece, il 26enne Fabrizio Poli, che è tornato agli ordini di Castori a Carpi, con la cui maglia aveva già giocato la scorsa stagione, e Roberto Rodriguez, che va in prestito al Greuther Furth, in seconda divisione tedesca. Anche il Brescia, che sembra essere entrato in una piccola fase involutiva, viste le due sconfitte consecutive, ha lavorato intensamente in queste ultime ore di mercato, anche se, prevalentemente ha compiuto operazioni in prospettiva. L’unica operazione che ha coinvolto un nuovo giocatore, infatti, è stata quella che ha portato alla corte di Mister Boscaglia il centrocampista ghanese Salifu dal Perugia, ma di proprietà della Fiorentina. Per il resto: il difensore Michele Somma, che era in prestito dalla Roma, è stato acquistato a titolo definitivo, così come il centrocampista albanese del ’96 Emanuele Ndoj, che rimane, però, in prestito ai giallorossi fino a fine stagione, mentre Luca Mazzitelli viene acquistato dal Sassuolo, ma resta in Lombardia fino a fine stagione. Infine, per quel che riguarda le cessioni, H’Maidat è stato ceduto a titolo definitivo alla Roma.

Image and video hosting by TinyPic
Nadarevic, da Trapani alla corte di Baroni

TUTTI I MOVIMENTI IN CHIAVE PLAY OFF – Nuovi arrivi e qualche partenza anche per le squadre coinvolte nella lotta per gli ultimi posti play off. Il Cesena, che pare aver ritrovato il pallino della stagione, in questa ultima settimana mette a segno un unico colpo di spessore, mentre chiude alcune operazioni in prospettiva. Dal Bologna, in prestito con diritto di riscatto, arriva l’esterno offensivo Filippo Falco, mentre, per quel che riguarda i giovani, i romagnoli hanno chiuso con la Roma per il prestito del 22enne fluidificante mancino Nicola Falasco, proveniente dalla Pistoiese, con la Ribelle per l’attaccante Cristian Rufini, con il Torresavio per il prestito di Federico Ravaglia e con il Romagna Centro per quello di Andrea Bonandi. In uscita, oltre al suddetto Mazzotta, in direzione Pescara, c’è il centrocampista Tabanelli, che va in prestito al Pisa, e il centrocampista Federico Varano, che si trasferisce in prestito all’Arezzo. A questi si aggiunge Salvatore Molina, per cui è stato trovato un accordo con l’Atalanta per risolvere anticipatamente il prestito. Molto più attivo, invece, l’Avellino, che, in settimana, come è noto, avendo già esordito sabato, ha chiuso per l’acquisto di Joao Silva, attaccante portoghese che in B si era già messo in evidenza nelle file del Bari, mentre non aveva trovato sufficiente spazio in questa stagione dopo il trasferimento a Palermo. In difesa, invece, gli irpini si sono rafforzati con l’arrivo di Francesco Pisano, terzino destro ex Cagliari, in forza al Bolton, in prestito con diritto di riscatto. Per rinfoltire il parco giovani, dalla Salernitana arriva il mediano classe ’97 Francesco Battipaglia, dal Galazia Luigi Villano e dal Benevento Antonio Vecchione. In uscita c’è il giovane Simone Petrucciolo, che ha trovato spazio solo in due occasioni in questa stagione, e che si trasferisce in prestito al Melfi. Invece, resta in biancoverde Angelo Rea, il cui trasferimento, dato per imminente, alla Salernitana, è saltato nelle ultime ore di mercato. Due acquisti di rilievo anche per l’Entella: dal Perugia arriva l’attaccante Samuel Di Carmine, espressamente richiesto dal tecnico Aglietti, mentre dal Cagliari, in prestito con diritto di riscatto, già da qualche giorno, è arrivato il difensore Simone Benedetti. Due anche gli arrivi in ottica giovane: l’attaccante classe ’97, Lorenzo Mitta, dall’Inter, e il portiere, pari anno, Dimitri Ferrada, a titolo definitivo, dalla Lavagnese. In uscita dai liguri il difensore Valerio Zigrossi, in prestito al Savona, e l’attaccante Bruno Petkovic, per cui c’è stata la risoluzione del prestito col Catania. Il Perugia vuole riprendere l’assalto alla zona play off, fallito dopo i passi falsi delle settimana precedenti, e per questo ha messo a segno alcuni rinforzi, pescando anche dalla Serie A. Dal Torino, infatti, arriva, in prestito, il centrocampista franco-bosniaco Sanjin Prcic, che ha trovato poco spazio in granata in questa prima fase, mentre dall’Udinese, sempre in prestito, giunge l’attaccante Rodrigo Sebastian Aguirre Soto. Intanto gli umbri hanno chiuso con l’Arezzo per il difensore Salvatore Monaco, che ha firmato un contratto fino a giugno 2017, mentre dall’Atalanta arriva il centrocampista Salvatore Molina, tornato, come detto, in nerazzurro dopo il prestito al Cesena. Alla corte di Bisoli anche il 17enne attaccante Francesco Di Nolfo, proveniente dalla Primavera della Roma, dove, fin qui, ha trovato poco spazio. Per quel che concerne il mercato dei grifoni, da segnalare anche la mancata partenza di Ardemagni, dato come sicuro uomo in uscita, soprattutto dopo gli ingressi nel parco attaccanti, e che, invece, giocherà ancora in maglia biancorossa. Per quello che concerne il mercato dello Spezia, per completare il quadro a disposizione di Mister Di Carlo, un solo acquisto e 3 cessioni: in arrivo, dalla Salernitana, in prestito con diritto di riscatto, il centrocampista Daniele Sciaudone, rivelatosi già fondamentale, avendo esordito, con gol, nel match contro la sua ex squadra di ieri sera; in uscita, a titolo definitivo, l’attaccante Karim Rossi, ceduto al Lugano dopo un inizio di stagione, fin qui, da dimenticare, il portiere Marijan Coric, con cui è stato trovato un accordo per la risoluzione del contratto, oltre a De Las Cuevas, il centrocampista fermato durante l’andata da problemi cardiaci che l’hanno costretto a sottoporsi ad un intervento che ne ha chiuso ufficialmente la stagione, che ha risolto consensualmente il contratto con le aquile.

Image and video hosting by TinyPic
Joao Silva, ritorno in B dopo la poco esaltante parentesi a Palermo

VICENZA ANCORA TRA I PROTAGONISTI – Piuttosto attivo, in queste ultime fasi del calciomercato, anche il Trapani. I siciliani hanno chiuso per l’arrivo in prestito dal Pordenone, dell’attaccante brasiliano Caio De Cenco, che ha fatto vedere buone cose, fin qui, nel campionato di Lega Pro e che, nei giorni scorsi era seguito da diverse società, Spezia su tutte. Assieme a lui sono approdati in granata anche il difensore centrale Agostino Camigliano, in prestito dall’Udinese, il centravanti del Catania Petkovic, come detto, rientrato dal prestito all’Entella, e, a titolo definitivo, il giovane difensore classe ’96 del Castel D’Ario, Camillo Schiazza. E’ fallito, invece, l’aggancio a Deiola del Cagliari, operazione che sembrava, invece, molto ben avviata. In uscita, oltre al sopracitato Nadarevic, il centrocampista Pasquale De Vita, alla Paganese, e l’attaccante Claudio Sparacello, in prestito al Padova. Anche il Latina ha aggiunto qualche pezzo importante alla sua rosa. Su tutti Richmond Boakye, attaccante classe ’93, in prestito dall’Atalanta, a cui ha aggiunto anche due giovani, il difensore del ’99 Alessio Morelli, dal Trapani, e l’attaccante Alessandro Vinciarelli dal Montespaccato. A lasciare la squadra pontina è stato, invece, Nicola Talamo, con direzione Maceratese. Chi ha lavorato piuttosto bene per rafforzare la propria rosa, così da poter cominciare una risalita in classifica, è, sicuramente, il Vicenza, già protagonista di colpi importanti nelle settimane scorse. A questi ha aggiunto il difensore Alessandro Ligi, in prestito fino a fine stagione dall’Avellino, l’attaccante classe ’93 Juri Cisotti, in prestito dallo Spezia, appena rientrato dal prestito al Rijeka, e l’esperto portiere Francesco Benussi, che arriva dal Carpi, dove, in stagione, ha messo assieme, fin qui, 4 presenze. Chiusa anche, ufficialmente, la trattativa che ha portato Francesco Signori agli ordini di Marino dal Novara, operazione già definita la scorsa settimane e mancante solo del nero su bianco. Anche un colpo in prospettiva: dal Torino arriva la prima punta Elia Bortoluz. In uscita, il centrocampista Roberto Gagliardini, che torna anticipatamente all’Atalanta dopo 6 mesi di prestito. Una sola operazione, invece, chiusa dalla Ternana, ma, comunque, di un certo spessore, visto che chiuderà la stagione in maglia rossoverde l’esterno offensivo Gennaro Troianiello, in prestito dalla Salernitana, che aveva già militato con le fere nella stagione 07/08, in Lega Pro.

Image and video hosting by TinyPic
Boakye, dal nerazzurro dell’Atalanta a quello del Latina

RINFORZI PER PANUCCI – Il ritorno di Panucci, intanto, sembra aver dato nuova linfa ai labronici, per questo la dirigenza del Livorno ha lavorato per completare al meglio la rosa da mettere a disposizione dell’allenatore di ritorno. Colpo piuttosto importante è, ad esempio, l’arrivo, in prestito, di Luca Antonini, l’esterno ex Milan e Genoa, che aveva cominciato la stagione nelle file dell’Ascoli. Assieme a lui arrivano anche il difensore classe ’93 Mattia Valoti, in prestito dal Verona, e il centrocampista del ’94 Andres Schetino, sempre a titolo temporaneo, dalla Fiorentina, che lo aveva prelevato qualche giorno fa dal Fenix. Anche un acquisto in prospettiva: dall’Empoli è stato acquistato, a titolo definitivo, il classe ’99 Giuseppe Miele. Molto attivo anche l’Ascoli, che non riesce a dare una continuità alla propria stagione. Con l’Atalanta i marchigiani hanno chiuso per l’attaccante ex Latina Doudou Mangni, in prestito con diritto di riscatto e controriscatto, mentre dalla Roma arriva in prestito H’Maidat, appena arrivato in giallorosso dal Brescia. Importante anche la chiusura per il prestito del centrocampista Tommaso Bianchi, che torna in Italia dal Leeds. Anche diversi giovani nella sporta dei bianconeri: l’attaccante gambiano del ’96 Sulayman Jallow, a titolo definitivo dall’Olympia Agnonese, il centrocampista classe ’97 Federico Dimarco, uno dei migliori prospetti della Primavera dell’Inter, il difensore del ’95 Luca Iotti, che torna in Italia dall’Elche, dopo essere cresciuto nelle giovanili del Milan, e il promettente terzino sinistro Matteo Perri, del ’98. In uscita dalla squadra di Mangia il centrocampista Luigi Grassi, ceduto in prestito con obbligo di riscatto alla Spal, e l’attaccante Marco Frediani, con cui è stato risolto il prestito dalla Roma. Operazioni in diversi reparti per il Modena. I canarini provano a risolvere il problema del gol prelevando in prestito l’attaccante dell’Inter Gaston Camara, classe 1996. Per il centrocampo, invece, arriva un giovane, Alessio Acquafresca, classe ’99, dal Sassuolo. Infine, per la difesa, agli ordini di Crespo arriva Davide Bertoncini dal Frosinone. In uscita il difensore Gianluca Zucchini, in prestito alla Reggiana. Colpo d’esperienza per la Pro Vercelli: dal Brescia arriva il centrocampista, ex capitano delle rondinelle, Alessandro Budel (foto di copertina), fuori rosa con i lombardi dall’inizio del campionato e che, quindi, necessiterà di un po’ di tempo per recuperare il ritmo partita. Assieme a lui arriva l’attaccante congolese Dominique Malonga, classe ’89 proveniente dall’Hibernian, che in Italia ha già giocato con le maglie di Torino, Foggia, Vicenza e Cesena. E, sempre per l’attacco dei bianchi, dal Pescara è in arrivo, in prestito, Luca Forte. Anche due rientri alla base dai rispettivi prestiti per i piemontesi: l’attaccante Starita dal Pisa e il centrocampista Mattia Lombardo dal Mantova. Lascia la squadra di Foscarini, invece, Stefano Beltrame, che ritorna alla Juve dopo la risoluzione del prestito.

Image and video hosting by TinyPic
Antonini, rinforzo d’esperienza per Panucci

ALLA CACCIA DELLA SALVEZZA – La Salernitana, protagonista assoluta del mercato nelle settimane precedenti, ha assestato qualche colpo anche in questa ultima, anche perché, comunque, nonostante i nuovi arrivi, la svolta alla stagione non sembra essere ancora arrivata. Parco attaccanti tutto nuovo: dal Vicenza arriva Leonardo Gatto, dalla Lazio il giovane classe ’96 Mamadou Tounkara, in prestito fino a giugno, e dallo Sheffield Wednesday, in prestito con diritto di riscatto, il classe ’92 Sergiu Bus. Per il centrocampo, invece, arriva, in prestito dal Napoli Gennaro Vito Ascione. Dopo le tante partenze, un po’ di mercato in entrata anche per il Lanciano. Ufficializzato l’arrivo del portiere Cragno dal Cagliari, i rossoneri si sono concentrati per rimpolpare il centrocampo: dalla Samp arriva il classe ’96 Michele Rocca, dal Genoa Milinkovic, dal Bologna Francesco Bergamini e dal Padova il classe ’91 Giandonato, tutti in prestito. Unica uscita quella di Eric Lanini, per cui è stato risolto il prestito con la Juve. Di questo ritorno ne gode il Como, che lo preleva immediatamente in prestito dai bianconeri. Assieme a lui, i lariani ufficializzano il difensore svizzero Mickael Facchinetti, a titolo definitivo dal San Gallo, per cui hanno dovuto vincere la concorrenza del Frosinone, e il centrocampista 33enne Giovanni La Camera, in prestito dal Pavia. In uscita, invece, il giovane capocannoniere della Primavera lariana, Matteo Cortesi che proseguirà la stagione in prestito al Cagliari.

Image and video hosting by TinyPic
Il giovane Tounkara, dalla Lazio alla corte di Torrente

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *