Roma – Sampdoria 2-1: Spalletti vede la Champions. Montella, che rammarico

L'esultanza della squadra al gol di Perotti
L'esultanza della squadra al gol di Perotti

La Roma ospita all’Olimpico una Sampdoria in crisi di vittorie allenata dall’ex aeroplanino che qui ha lasciato un pezzo di cuore e che ritrova il suo vecchio mister Luciano Spalletti. I padroni di casa vedono scendere in campo Florenzi appena rientrato da un infortunio, mentre in sponda Samp Montella recupera Fernando ma perde Moisander nel riscaldamenro per un acciaccho muscolare, al suo posto giocherà Barreto.

Grande fair-play per i due allenatori avversari
Grande fair-play per i due allenatori avversari

Primo tempo – la Roma parte fortissimo, per i primi venti minuti la Samp riesce a malapena a respirare. Le azioni ed i tentativi di Pjanic, Rüdiger, El Shaarawy, Salah non lasciano tempo di reazione ai blucerchiati,  che provano appena una ripartenza con Muriel al 16′. Ma nonostante il predominio giallorosso la rete non arriva. Successivamente il pressing diminuisce, la Samp trova coraggio e la gara diviene più equilibrata. Nella parte finale del primo tempo Florenzi non riesce a raccogliere per un soffio un cross di Maicon, e protesta per un tocco di mano di Silvestre. Al 45′ sarà lo stesso Florenzi ad arrivare per primo su un rimbalzo dalle parti del dischetto ed insacca di testa nel sette alla sinistra di Viviano. Dopo 2′ di recupero l’arbitro decreta la fine della prima frazione di gara.

Florenzi sigla la rete dell'1 a 0 al 45'
Florenzi sigla la rete dell’1 a 0 al 45′

Secondo tempo – Al rientro in campo Spalletti rileva Zukanovic per Digne. Dopo soli 4′ la Roma passa di nuovo con il neo acquisto dal Genoa, Diego Perotti, che su assist di El Sharaawy colpisce con una grande girata dal limite dell’area e insacca sulla sinistra. 2 a 0 e nulla da fare per Viviano. Al 56′ Montella butta nella mischia Quagliarella per Muriel per tentare una disperata rimonta. Dopo solo 1′ Fernando ci prova da fuori area ed il tiro nella mischia viene accidentalmente deviato da Pjanic nella propria porta. 2 a 1 e la Samp ci crede. La Roma appare in ansia, al 66′ Spalletti sostituisce Maicon con Dzeko, ma anche la Samp, rilevando Barreto per Alvarez al 71′, perde incisività. Al 73′ grande occasione per El Sharaawy, il cui tiro termina di poco a lato. Al 77′ per la Samp esce Correa ed entra Antonio Cassano, anche lui famoso ex, per dare fantasia alla squadra. All’ 86′ per la Roma esce anche El Sharaawy sostituito da Iago Falque, ma dopo 1′ arriva un’occasione per la Samp, con Cassano che riceve un passaggio in area e calcia con un tiro centrale, ma Szczesny gli nega la gioia con una bella parata. L’arbitro assegna 3′ di recupero, e quando mancano solo 20″ allo scadere Cassani riceve all’altezza del dischetto un cross dalla fascia e calcia in porta, ma il tiro colpisce in pieno la traversa negando per un soffio la rimonta alla Samp. La gara terminerà 2 a 1 per i giallorosi.

Prima rete in giallorosso per Diego Perotti
Prima rete in giallorosso per Diego Perotti

La Roma si ritrova 5^ in classifica, a -1 dall’Inter e a -2 dalla Fiorentina, e può intravedere la Champions. Grande rammarico invece per la Samp ad un passo dalla rimonta.

TABELLINO E PAGELLE:

ROMA-SAMPDORIA 2-1 (0-1)
Marcatori: 45′ Florenzi (R), 5′ st Perotti (R), 12′ Fernando (S).

Roma (3-4-2-1): Szczesny 7; Rudiger 6.5, Manolas 6.5, Zukanovic 6 (1′ st Digne 5.5); Maicon 6 (21′ st Dzeko 5.5), Pjanic 5.5, Keita 5.5, El Shaarawy 6; Florenzi 6.5, Perotti 7; Salah 5.5.  A disp.: De Sanctis, Lobont, Castan, Emerson, Vainqueur, Uçan, Iago Falque, Nura, Sadiq, Totti. All.: Spalletti 6.
Sampdoria (3-4-2-1): Viviano 5; Ranocchia 5, Silvestre 5, Cassani 6; Ivan 5.5, Fernando 6, Barreto 5.5 (26′ st Alvarez 6), Dodò 6.5; Soriano 6, Correa 6 (32′ st Cassano 6.5); Muriel 6 (11′ st Quagliarella 5.5).  A disp.: Puggioni, Brignoli, Skriniar, Palombo, Krsticic, Christodoulopoulos, Rodriguez. All.: Montella 6.

Arbitro: Celi.
Ammoniti: Barreto (S), Correa (S), Zukanovic (R), Ranocchia (S), Keita (R).
Espulsi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *