Milan alla ricerca della vittoria contro il Genoa

Milan verso Genoa

Milano – Il pareggio di domenica scorsa contro l’Udinese ha riportato la squadra e i tifosi rossoneri con i piedi per terra, dopo l’euforia per le vittorie del derby e di Palermo. Per continuare a scalare la classifica, alla ricerca del tanto desiderato posto in Europa, bisogna superare innanzitutto l’ostacolo Genoa, avversario ostico che non va sicuramente preso sottogamba, come invece è successo contro i bianconeri. Arrivare al big match di lunedì 22 febbraio contro la capolista Napoli con una vittoria sarebbe una molla in più per i rossoneri, per i quali ogni partita è fondamentale per rimanere attaccati al “trenino europeo”.

MOLTI DUBBI PER LA SFIDA CONTRO IL GENOA – La sfida contro l’Udinese non è stata rose e fiori solamente per quanto concerne gioco e risultato; infatti, sono usciti malconci dalla sfida in terra friulana alcune pedine fondamentali. Kucka sicuramente sarà costretto a saltare la sfida con i liguri, mentre Niang, autore del pareggio, è in forte dubbio. Potrebbe recuperare, invece, il fondamentale Bonaventura, con un possibile impiego a centrocampo insieme a Bertolacci e Montolivo. In attacco, si giocano un posto in tre: Boateng, che deve ancora entrare appieno negli schemi di Mihajloic, Balotelli e Luiz Adriano, lontano dal campo ormai da più di un mese.

A TESTA BASSA VERSO L’EUROPA – L’atteggiamento mostrato nel primo tempo della partita contro l’Udinese non è certamente piaciuto all’allenatore, che d’ora in poi pretende ancora più intensità e concentrazione da parte dei suoi giocatori, dato che ogni partita da qua alla fine del campionato sarà fondamentale per cogliere un posto in Europa. Dietro alle due contendenti per il titolo, la lotta si è fatta molto serrata, con la crisi che ha afflitto Roma e Fiorentina e sta colpendo ora l’Inter, quattro squadre si ritrovano racchiuse in soli 6 punti. La rincorsa all’Europa sta diventando una guerra psicologica, in cui quasi sicuramente la spunterà non chi vince più partite, bensì chi commette meno errori. Quindi, Genoa, uomo avvisato..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *