Milan – Genoa: nella sfida “in famiglia”, il Milan va a caccia di tre preziosissimi punti

San Siro

Milano – Pranzo di passione a San Valentino per i tifosi rossoneri. Oltre a festeggiare la ricorrenza con le proprie amate, i fan milanisti passeranno il pranzo dinanzi alla tv per tifare i propri beniamini. Nel match valido per la 25^ giornata della Serie A 2015/15, a San Siro arriva il Genoa, per quella che può essere definita una sfida in famiglia visti i numerosi “ex” in campo e i rapporti ottimi tra le due società. Antonelli, Bertolacci, Niang, Kucka (seppur indisponibile) da una parte, Cerci e Suso dall’altra sono alcuni dei numerosi giocatori che negli ultimi anni hanno percorso l’A7 in un senso o nell’altro. Eppure non ci sarà un clima amichevole in campo, dato che entrambe le squadre sono alla ricerca disperata di punti: i rossoneri puntano al terzo posto, occupato momentaneamente dalla Fiorentina (46 punti contro i 40 del Milan), il Genoa deve difendersi dall’eventuale rimonta di Carpi (in primis), Frosinone e Verona. Nel match d’andata, al Ferraris, i grifoni hanno battuto per 1-0 (Dzemaili) la squadra guidata da Mihajlovic.

Qui Milan – Nelle ultime dieci giornate il Milan ha ottenuto ben 17 punti (solo Napoli e Juventus hanno fatto meglio), frutto di quattro vittorie e cinque pareggi, mentre l’unica sconfitta è arrivata in casa contro il Bologna, altra squadra rossoblù. La difesa sembra aver trovato sicurezza grazie al baby fenomeno Donnarumma, tra l’altro protagonista incredibile contro l’Udinese (1-1), alla coppia difensiva Alex-Romagnoli e alla coppia di centrocampisti (Montolivo-Kucka). L’attacco, invece, continua a dipendere soprattutto da Bacca e Bonaventura, anche se negli ultimi tempi pian piano di sta imponendo Niang. Nell’ultimo match mancava l’ex bergamasco e tutta la manovra ne ha risentito, in questo match potrebbe mancare anche Niang, anche se Mihajlovic spera di recuperali entrambi in tempo per Domenica. Proprio il tecnico serbo, dopo un inizio difficile, è adesso ben visto dall’ambiente grazie al grande successo nel derby. Però per ottenere la riconferma per il prossimo anno, c’è bisogno di un gran finale di campionato ove il Milan è chiamato a lottare per il terzo posto. Visto il concomitante match tra Fiorentina e Inter, terza e quarta in classifica, un successo rossonero sarebbe importantissimo per rosicchiare punti e tentare la scalata.

Bacca-Bonaventura

Qui Genoa – Se nelle ultime dieci giornate il Milan ha avuto un ottimo cammino, la stessa cosa non si può dire dei grifoni: soli nove punti ottenuti, due sole vittorie contro Atalanta e Palermo (peraltro incontrate nel loro peggior momento) e cinque sconfitte fra cui quella nel derby. Non se la passano bene in casa Genoa, dato che a questi pessimi numeri si aggiungono le partenze di Tino Costa e Perotti (sostituiti da Rigoni, Cerci e Suso) e gli infortuni di Ansaldi e Pavoletti, autore finora di 10 reti. Ciò che più spaventa l’ambiente rossoblù è proprio l’infortunio dell’attaccante ex Sassuolo, vista la sua importanza negli schemi di Gasperini. I punti di vantaggio sulle inseguitrici sono solo sei e Gasperini vuole allontanare al più presto tutti i rischi del caso, partendo dalla gara di Domenica. In attacco dovrebbe giocare Matavz, arrivato dall’Augburg e alter ego perfetto di Pavoletti, seppur con un minor fiuto del gol. Ansaldi e lo squalificato Rincon saranno sostituiti invece da Gabriel Silva e Dzemaili, mentre in difesa dovrebbe essere confermato il trio Munoz-Izzo-Burdisso.


Probabili formazioni
Milan – Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Honda, Montolivo, Bertolacci, Boateng (Bonaventura); Bacca, Balotelli (Niang).
Genoa – Perin; Munoz, Burdisso, Izzo; Laxalt, Dzemaili, Rigone, G.Silva; Cerci, Matavz, Suso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *