Superlega Unipolsai: 6° giornata di ritorno

trento esulta

Dopo il weekend dedicato alla Final four di Coppa Italia riprende il campionato con un turno infrasettimanale. A soli 4 giorni di distanza, infatti Modena e Trento tornano ad affrontarsi, in quella che è sicuramente la sfida più interessante della giornata. Importanti risposte arrivano poi da Civitanova e Perugia dopo la disfatta milanese e da Monza e Milano che vincono in quattro set e guadagnano punti preziosi ai fini della classifica.

In testa

Modena mantiene la testa della classifica, ma vede avvicinarsi Civitanova, che rosicchia un punto e li raggiunge a quota 44 punti.

Civitanova- Verona

La squadra di coach Blengini liquida in quattro set i padroni di casa di Verona. Dopo la sconfitta rimediata in Coppa Italia contro Trento e i seguenti malumori della dirigenza, Juantorena e compagni sfoderano una prestazione concreta, contro la rimaneggiata squadra scaligera.

Blengini dà fiducia a Klemen Cebulj, che invece non è stato utilizzato il weekend scorso, lo sloveno ripaga il suo allenatore con una buona prestazione e il titolo di best scorer della sua squadra con 16 punti. Buona inoltre la prestazione dell’opposto Ivan Miljkovic, premiato Mvp e del centrale Podrascanin, autore di 12 punti, con due ace e due muri.

Giani, ancora una volta orfano di Starovic e del forte centrale Zingel, schiera il belga Lecat e Gitto. Sono però ancora i martelli Sander e Kovacevic a tenere alto il nome di Verona. Baranowicz si affida spesso a loro due a discapito dell’imprevedibilità e nonostante i 39 punti complessivi questo è tangibile nel numero degli errori: 6 per Kovacevic e 7 per Sander.
Verona è una squadra allestita per entrare nei primi quattro posti ma i troppi infortuni stanno ostacolando il cammino di Sander e compagni, costretti troppe volte a fare a meno del forte opposto Starovic, pedina da valore inestimabile negli schemi di Giani.

I tie-break

Si decidono in cinque set due partite dal sapore diverso, oltre che per i valori in campo anche per le posizioni occupate dalle protagoniste. Le due sfide più tirate sono infatti: Modena-Trento e CMC Romagna- LPR Piacenza.
Quest’ultima partita porta ancora una volta la firma del portoricano Torres, che bissa il titolo di Mvp dell’ultima partita grazie a 26 punti, di cui 3 ace e 4 muri.

Coach Giuliani schiera ancora una volta Kohut nella posizione di opposto in diagonale con Coscione, Tencati e Patriarca al centro e in banda Perrin e Papi. Parole di merito vanno spese proprio per quest’ultimo. O’ fenomeno infatti, a quasi 43 anni e dopo aver scritto pagine importanti della storia della pallavolo italiana, riesce ancora a fare tremare i palazzetti di tutto il paese, mostrando il proverbiale “manuale” della pallavolo. Se il fisico e il salto non sono più quelli di una volta, Samuele fa vedere a tutti, che la pallavolo non è solo fisico e forza. Altisonante è il suo 64% di ricezione positiva e 43% di perfetta e i tre muri messi a segno. Sempreverde e immenso.

Modena-Trento

La squadra di Stoytchev si concede una rivincita e va a prendersela proprio al PalaPanini, che fino ad ora era rimasto inviolato. Ngapeth e compagni, ancora galvanizzati dalla vittoria di domenica scorsa, scendono in campo tutti con i capelli tinti di giallo, innescando anche un certo fastidio negli avversari.
La partenza è come un tuono, in 26 minuti di gioco i gialli stordiscono gli avversari e fanno presagire al replay di domenica.
Il presagio viene però smentito dai ragazzi di Stoytchev, che feriti nell’orgoglio iniziano a giocare una pallavolo di altissimo livello, costringendo i modenesi all’errore.

Il tecnico bulgaro tiene a riposo l’affaticato Lanza, che però entra a dar manforte nei momenti delicati e chiude la partita con un muro su Vettori. Per Modena pesante è l’assenza di Petric, sostituito dal connazionale Nikic, senza però risultati eccelsi.
Trascinatore dei trentini è l’opposto Mitar Djuric, eletto Mvp grazie a 28 punti (61& in attacco) tre ace e due muri.
Vettori è il migliore dei suoi ancora una volta e si esprime su livelli di efficienza altissimi. L’arma in più di trento però è stata la battuta e di conseguenza il muro. Sugli scudi in questo fondamentale il regista Giannelli, che ne firma ben 5.

Passaggi a vuoto

Escono a testa bassa Molfetta e Latina, sconfitte rispettivamente dalle meno quotate Monza e Milano. Ai pugliesi manca troppo l’apporto del solito Hernandez, chiaramente in serata no. Buona la prestazione dall’altra parte della rete di Galliani, eletto Mvp della sfida.

Dà un altro segnale di vita la Revivre Milano, che mette a segno la seconda vittoria consecutiva. Coach Monti annuncia il cambio in regia fino a fine stagione: sarà il giovanissimo Sbertoli infatti ad avere in mano le chiavi della squadra da ora in poi, per scelta tecnica ma soprattutto societaria. Questo cambio rinfranca Skrimov e Milushev, autori di due prestazioni fac-simile: entrambi 20 punti e 34 palloni attaccati con il 47% di colpi perfetti (16 attacchi vincenti). Il migliore in campo è però il centrale Giorgio De Togni, che dopo la scialba partita della scorsa giornata conduce una prestazione maiuscola, quasi perfetta, con nessun errore diretto.

Perugia-Padova

Non può nulla la giovane compagine veneta, che affonda sotto i colpi di una Perugia nettamente superiore, che non perde tempo e archivia la pratica in tre set.

Ancora una volta sugli scudi i soliti Fromm e Atanasijevic , autori di 13 e 20 punti con percentuali molto alte. Povera di spunti la partita, che è stata sempre appannaggio dei padroni di casa.

Risultati 6a giornata di ritorno SuperLega UnipolSai
CMC Romagna – LPR Piacenza 3-2 (17-25, 25-22, 17-25, 25-19, 15-12)
Calzedonia Verona – Cucine Lube Banca Marche Civitanova 1-3 (19-25, 26-28, 25-23, 21-25)
Sir Safety Conad Perugia – Tonazzo Padova 3-0 (25-22, 25-20, 25-21)
Exprivia Molfetta – Gi Group Monza 1-3 (21-25, 25-22, 28-30, 21-25)
Revivre Milano – Ninfa Latina 3-1 (25-18, 27-29, 25-21, 25-22)
DHL Modena – Diatec Trentino 2-3 (25-20, 22-25, 17-25, 25-19, 9-15)

Classifica
DHL Modena 44, Cucine Lube Banca Marche Civitanova 44, Diatec Trentino 38, Sir Safety Conad Perugia 33, Calzedonia Verona 32, Exprivia Molfetta 24, Ninfa Latina 20, Gi Group Monza 18, CMC Romagna 18, Tonazzo Padova 17, Revivre Milano 11, LPR Piacenza 7.

Giovanni Sorrentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *