Palermo-Torino 1-3: Immobile in cattedra, rosanero risucchiati nella zona calda

Esultanza dei giocatori del TOrino (Immagine Toronews.net)
Esultanza dei giocatori del Torino (Immagine Toronews.net)

PALERMO – Dopo 53 anni, il Toro sfata il tabù e supera il Palermo al “Barbera”, ritrovando anche la vittoria dopo cinque turni e un periodo molto difficile. I ragazzi di Ventura salgono a 31 punti e sono undicesimi, quelli di Bosi restano a 26 e sono quindicesimi.

PRIMO TEMPO: SUBITO PALERMO… – Bosi conferma il 4-3-1-2, proponendo Vazquez a sostegno di Gilardino e Quaison. Ventura opta il consueto 5-3-2, schierando però Peres sulla sinistra e Zappacosta sulla destra. Quasi non c’è tempo di iniziare che i rosanero passano: Morganella sorprende Peres e si invola sulla destra, palla al centro per Gilardino che batte Padelli.

Palermo-genoa

…POI ESCE IMMOBILE – Il Toro si mostra comunque più reattivo delle ultime uscite, anche perché Immobile sembra finalmente in palla. Al 18’ l’ex-Siviglia si invola in mezzo a tre avversari e viene atterrato in area da Brugman: è rigore, che lo stesso Immobile realizza. I ragazzi di Ventura prendono morale e sfiorano il vantaggio con Belotti (fuori di poco). Al 31’ però arriva: affondo di Peres sulla sinistra, cross al centro e Gonzalez devia nella sua porta nel tentativo di anticipare Immobile. Il Palermo fatica a reagire e anche la fortuna non è dalla sua: dopo aver perso Goldaniga nei primi minuti, perde per infortunio anche il portiere Sorrentino. Il primo tempo si conclude sull’ 1-2 per il Toro.

SECONDO TEMPO: ANCORA IMMOBILE CHIUDE IL MATCH – I granata partono bene anche nella ripresa, con il solito Immobile che serve Benassi, ma l’esordiente Alastra gli risponde bene e mette in angolo: sugli sviluppi del corner, Andelkovic salva sulla linea il colpo di testa di Moretti. Il Palermo comunque ci prova: al 10’ Padelli deve superarsi, alzando sopra la traversa un tiro di Gilardino. I rosanero sono costretti a sbilanciarsi ed al 23’ i granata li castigano: è ancora Immobile che scappa sulla sinistra e batte Alastra. Il Palermo sembra quindi arrendersi, pur producendo qualche pensiero alla difesa del Toro nel finale. Finisce 1-3, con i granata che tornano alla vittoria ed i rosanero che ora devono guardarsi dietro.

Benassi, Immobile e Belotti esultano dopo il gol (immagine Toronews)
Benassi, Immobile e Belotti esultano dopo il gol (immagine Toronews)

PALERMO-TORINO 1-3
Marcatori: pt 2′ Gilardino (P), 19′ rig. Immobile (T), 31′ aut. Gonzalez (T), st 24′ Immobile (T).
PALERMO (4-3-1-2): Sorrentino 6 (pt 37′ Alastra 6.5); Morganella 5, Gonzalez 5, Goldaniga n.g. (pt 14′ Andelkovic 5), Rispoli 5; Hiljemark 5.5 (st 31′ Trajkovski), Brugman 4.5, Chochev 5; Vazquez 6.5; Quaison 5.5, Gilardino 6. A disposizione: Marson, Cionek, Vitiello, Pezzella, Jajalo, Cristante, Maresca, Balogh, Bentivegna, Djurdjevic. Allenatore: Bosi.
TORINO (5-3-2): Padelli 7; Zappacosta 6 (st 25′ Silva 6), Maksimovic 6.5, Glik 6.5, Moretti 6, Peres 6 (st 14′ Molinaro 6); Benassi 6.5, Vives 6, Baselli 6; Belotti 6.5, Immobile 8 (st 37′ Martinez n.g.). A disposizione: Castellazzi, Jansson, Avelar, Gazzi, Obi, Farnerud, Maxi Lopez. Allenatore: Ventura.
Arbitro: sig. Cervellera di Martina Franca (assistenti: Di Fiore-Alassio; IV Ufficiale: Ranghetti; assistenti di porta: Massa-Abbattista).
Note: ammoniti Vives (T) e Glik (T).

IMMOBILE 8 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – Dopo qualche prova opaca, l’attaccante campano sembra tornato davvero lui: due gol, un autogol provocato, movimento costante e servizio ai compagni di squadra. Così può davvero portare il Toro fuori dalla crisi.

https://youtu.be/A7kKBVQic-U

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *