Il sorpasso della Juventus che arriva in vetta, la vittoria della Fiorentina e l’Inter sempre più allo sbaraglio, vincono anche Roma e Milan – Sintesi 25esima giornata di Serie A

Sport Calcio Serie A: Juventus-Napoli
Nella foto:Simone Zaza felice
Sport Calcio Serie A: Juventus-Napoli Nella foto:Simone Zaza felice

BIG MATCH – Innanzitutto è bene cominciare parlando del Main Event della giornata, la partita che tutti aspettavano e che forse comprometterà buona parte del campionato, Juve-Napoli. Il big match è stato vinto dall’armata di Massimiliano Allegri grazie ad un goal del subentrato Simone Zaza che grazie ad un tiro dalla distanza ed auna deviazione è riuscito a beffare Pepe Reina e segnare il goal del Ko. La squadra di Sarri non ha assolutamente demeritato ma forse si è messa un po a nudo dimostrando alcuni talloni d’achille. Per esempio la totale dipendenza da Higuain, se il Pipita non va, l’intera squadra partenopea arranca e se oltretutto anche Lorenzo Insigne non è proprio in serata, allora non ne parliamo proprio. Infatti andando a rianalizzare la partita, le occasioni per il Napoli sono state relativamente poche, solamente un anticipo miacoloso di Bonucci e alcune conclusioni dalla distanza con Hamsik. La Juventus, probabilmente più solida e concreta, alla fine la spunta grazie ad un episodio e torna per la prima volta in stagione in vetta alla classifica.

faccia mancio

SQUADRE ALLO SBARAGLIO – In questa giornata sono state messe in evidenza anche alcune situazioni drammatiche. Vi sono squadre che non riescono più ad ingranare e stanno vivendo momenti di alto nervosismo. Per esempio il Palermo che nell’ultima partita contro il Torino, dopo il vantaggio lampo grazie al goal di Gilardino al 2′ si è vista rimontare e ha subito ben tre reti. In questo momento la squadra di Zamparini vive ( come sempre) un momento instabile in panchina e con il ritorno di Iachini sarebbe il 37′ cambio in panchina in 14 anni di gestione Zamparini. Anche l’Udinese non vive un momento incredibile, infatti anche ieri la “maledizione della Dacia Arena ha avuto luogo”. La squadra di Colantuono infatti non riesce più a vincere in casa, l’ultima risale al 6 gennaio. Ieri l’Udinese è stata beffata da un goal al 79′ da Mattia Destro. Una statistica abbastanza rilevante è che la formazione di Udine ha subito il 25% dei goal (9 reti ) negli ultimi 15 minuti di gara, forse complice la poca concentrazione. Infine se parliamo di “squadre allo sbaraglio”, non possiamo non parlare dell’Inter di Mancini che in nove partite ha collezionato la “bellezza” di 9 punti. La squadra neroazzurra non riesce più a convincere e anche ieri contro la Fiorentina non si è smentita, dopo il goal del vantaggio di Brozovic si è fatta recuperare e sorpassare dalle reti di Borja Valero e Babacar. Per testimoniare la situazione di estremo nervosismo, ieri la squadra ha finito la partita con due espulsioni e in silenzio stampa. Ovviamente la gestione indegna di Mazzoleni ha certamente compromesso la parte finale della partita.

Bacca e Honda, autori della vittoria rossonera

VITTORIE IMPORTANTI – Come sempre tutte le vittorie sono importanti, ma alcune arrivano proprio nel momento più opportuno. Per esempio il Milan di Mihajlovic che senza strafare e senza meravigliare nessuno è riuscito a vincere di misura contro il Genoa. Le reti di Bacca e Honda arrivano puntuali e pesano come un macigno, grazie anche alla sconfitta di Mr. Mancini che permette al Milan di accorciare maggiormente il margine di distacco che separano le due cugine di Milano. Anche la Roma, è riuscita a vincere convincendo contro il Carpi di Fabrizio Castori. Le tre reti segnate dalla squadra di Spalletti sono state messe a segno da Digne, Dzeko e Salah; per i biancorossi ha segnato il solito Kevin Lasagna che riesce sempre a creare scompiglio nonostante disputi sempre l’ultima fase di partita. Le ultime due vittorie di rilievo sono quelle di Lazio e Frosinone. La prima ha spazzato via con ben cinque goal il Verona e la seconda è riuscita a vincere grazie a due reti di Ciofani in casa dell’Empoli e in questo modo a sorpassare in classifica il Carpi.

I PAREGGI – Sono stati solamente due i pareggi in questa giornata di campionato. Il primo ha visto il Chievo Verona andare avanti con la rete di Birsa al 29′ per poi farsi recuperare un minuto dopo dal giocatore del Sassuolo Sansone. Il secondo pareggio è finito a reti inviolate tra Sampdoria e Atalanta, dopo molte lamentele per le scelte arbitrali di Damato.

MOVIMENTI IN CLASSIFICA – Sono stati parecchi i spostamenti in classifica in questa giornata. Primo fra tutti quello della Juventus che è riuscita a prendere la testa della classifica. Inoltre la Roma che ha superato l’Inter al quarto posto. Infine il sorpasso della Lazio sul Sassuolo e nella parte bassa della classifica del Frosinone sul Carpi.

Risultati :

Lazio-Verona 5-2

Carpi-Roma 1-3

Empoli-Frosinone 1-2

Chievo-Sassuolo 1-1

Juventus-Napoli 1-0

Milan-Genoa 2-1

Palermo-Torino 1-3

Sampdoria-Atalanta 0-0

Udinese-Bologna 0-1

Fiorentina-Inter 2-1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *