Ottavi di finale di Champions League – vincono Psg e Benfica

champions

  Sicuramente il passaggio del turno non è stato ancora ipotecato…anzi. Ora la sfida viene rimandata al 9 marzo quando i Blues proveranno il colpaccio allo Stamford Bridge. Laurent Blanc schiera tutti i titolarissimi e lascia in panchina Edinson Cavani che è in forte rottura con la squadra dopo le dichiarazioni in conferenza stampa. Mentre dall’altra sponda Guus Hiddink schiera il solito 4-2-3-1 con il baricentro molto basso e molto difensivo.

Formazioni schierate in campo :

PARIS SAINT GERMAIN (4-3-3): Trapp; Marquinhos, David Luiz, Thiago Silva, Maxwell; Verratti, Thiago Motta, Matuidi; Di Maria, Ibrahimovic, Moura. All. Blanc

CHELSEA (4-2-3-1): Courtois; Azpilicueta, Ivanovic, Cahill, Baba; Mikel, Fabregas; Pedro, Willian, Hazard; Costa. All. Hiddink

Mikel protagonista inaspettato – L’impatto sulla gara del Psg è devastante, la partita comincia e giocano solo loro con grandissima intensità soprattutto con le accelerazioni di Lucas, Verratti e ovviamente del solito Zlatan Ibrahimovic. Il Chelsea, chiudendosi nella sua metà campo, riesce ad arginare i fendenti francesi e ogni tanto anche ad uscire dal guscio e a diventare insidioso. Il primo flash in attacco della squadra di Hiddink arriva su un colpo di testa di Diego Costa che viene soltanto sporcato dalle mani del portiere Trapp e si schianta contro la traversa; brivido per il Psg. Da questo momento fino alla fine del primo tempo, il protagonista assoluto sarà colui che non ti aspetti, Obi Mikel. Infatti al 39′ calcio di punizione da posizione molto invitante per uno come Ibra, calcia di potenza, pallone sporcato da Mikel che inganna Courtois e si insacca in rete. Psg avanti per una rete a zero. Ma per fortuna il nigeriano ha la possibilità di riscattarsi al 45′ quando riesce a pareggiare i conti, sfruttando un pallone in mezzo all’area servito dal corner di Willian. Si va negli spogliatoi con una situazione di estrema parità.

cavani goal chelsea

Ieri, oggi e domani segna sempre il Matador Cavani – Nel secondo tempo il copione resta indicativamente lo stesso, i francesi fanno la partita e il Chelsea prova a portare a casa un punto importantissimo dal Parc des Princes. La vera svolta della partita arriva al minuto numero 74′ quando Blanc decide di far scendere Lucas ( grande partita per il brasiliano) e di buttare nella mischia Cavani. Dopo cinque minuti, assist al bacio di Di Maria, taglio in diagonale del Matador che si trova a tu per tu con l’estremo difensore londinese Courtois e segna con un tiro sotto le gambe. La partita finisce così, 2-1 per i padroni di casa che sicuramente hanno stra meritato questa vittoria che si era messa un attimo in bilico dopo il goal di Mikel. Sono bastati solamente 5 minuti al matador Cavani per far capire di che top player stiamo parlando. Forse ora che ha segnato non farà più parte della lista dei cedibili dello sceicco del Psg.

joans benifca

PASSA IL BENFICA, SFIDA RIMANDATA IN RUSSIA PER LO ZENIT – La partita sicuramente non ha offerto uno spettacolo entusiasmante. Il gioco è stato sempre quasi fatto dai portoghesi ma la retroguardia dello Zenit sembrava invalicabile. Per i russi a parte qualche spunto dalla distanza di Witsel si è visto veramente poco bel calcio. Il momento di svolta della partita arriva quando al 89′ viene espulso per somma di ammonizioni Criscito. Dai risvolti di questo fallo, punizione per il Benfica, cross in mezzo, Jonas salta più in alto di tutti e riesce a segnare la rete del Ko a pochissimi minuti dalla fine. Ora i lusitani dovranno andare a proteggere il risultato a San Pietroburgo il 9 marzo dove la temperatura sarà decisamente differente da quella di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *