Napoli – Milan 1-1: Rossoneri da provinciale, il Napoli le spreca tutte

NAPOLI – Succede tutto nel primo tempo con i goal di Insigne e Bonaventura, entrambe le reti nate su due deviazioni. Il diavolo è sceso in campo per il sol gusto di conquistare il pareggio e poco altro, mentre gli azzurri hanno sprecato troppo e, soprattutto, perso un’occasione importante per il controsorpasso.

PRIMO TEMPO – Sin dalle prime giocate si capirà che andazzo avrà la partita: i padroni di casa dominatori di un Milan pronto a sfruttare anche il minimo errore per ripartire e presentarsi davanti a Reina. Gli azzurri partono con la quarta inserita, decisi a riscattarsi dopo la doppia sconfitta tra campionato ed Europa League. L’asse Ghoulam-Hamsik-Insigne è, come di consueto, quello più efficace, anche se per la troppa frenesia gli azzurri perdono spesso il controllo del centrocampo, favorendo le ripartenze rossonere. Il Milan si presta al gioco del Napoli, ma azzurri troppo imprecisi dalla trequarti in avanti. Due episodi a distanza di pochi attimi sbloccheranno il match: Insigne si vendica dalla distanza della deviazione sul goal di Zaza nella scorsa di campionato a scapito di Donnarumma, spaesato dalla deviazione. Tuttavia, pochi attimi dopo è lo stesso Koulibaly ad offrire a Bonaventura l’opportunità di pareggiare i conti, con una deviazione che fa da assist. Il primo tempo finirà in parità, anche se il campo ha dato verdetto diverso.

SECONDO TEMPO – Seconda frazione meno frenetica, ma era ovvio visto gli alti ritmi tenuti da ambedue le formazioni. Nonostante ciò, il copione non è riscritto ed il Milan in veste un po’ Carpi, un po’ Chievo Verona, si presta ai colpi costanti ai fianchi dei boxer offensivi azzurri, sfiancando Alex & co., ma senza mai abbattere la retroguardia rossonera, con Donnarumma spettatore non pagante. Il dominio azzurro è fine a se stesso, se non in qualche ghiotta occasione presentatasi nel primo tempo, nei successivi 45′ di gioco il Napoli vede meno la porta. Milan però sempre più schiacciato, a dimostrazione di ciò sono i rinvii sempre più ritardatari di Donnarumma che si becca anche un giallo. Da citare anche l’espulsione di Sarri per troppe proteste. Nonostante gli ingressi di Mertens, Gabbiadini ed El Kaddouri nulla cambia ai fini del risultato, ma l’occasione vera capita prima a Mertens, colpendo un palo, dopo un goloso traversone basso offerto gentilmente da Hysaj. Infine negli ultimi minuti di gara al marocchino, che davanti a Donnarumma si divora un goal che gli sarebbe valso l’oscar in campo. Controsorpasso rimandato alla prossima giornata, Fiorentina permettendo.

NAPOLI-MILAN 1-1
(primo tempo 1-1)
MARCATORI: Insigne (N) al 39′, Bonaventura (M) al 44′ p.t.
NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan (dal 35′ s.t. Gabbiadini), Jorginho, Hamsik; Callejon (dal 19′ s.t. Mertens), Higuain, Insigne (dal 44′ s.t. El Kaddouri). (Rafael, Gabriel, Chiriches, Regini, Maggio, Strinic, David Lopez, Chalobah, Valdifiori, Grassi). All. Sarri.
 
MILAN (4-4-2): Donnarumma; Abate, Alex, Zapata, Antonelli; Honda, Kucka, Montolivo (dal 37′ s.t. Bertolacci), Bonaventura; Bacca (dal 27′ s.t. Menez), Niang (dal 42′ s.t. Balotelli). (Abbiati, Livieri, Romagnoli, Calabria, Simic, De Sciglio, Poli, Josè Mauri, Boateng). All. Mihajlovic.
ARBITRO: Banti di Livorno.
NOTE: Spettatori cinquantamila circa. Espulso il tecnico del Napoli Sarri per proteste. Ammoniti Donnarumma (M) per comportamento non regolamentare; Montolivo (M) per gioco scorretto. Recuperi: 1′ p.t., 4′ s.t.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *