Carpi e Atalanta non riescono più a vincere – finisce 1-1 con reti di Kurtic e Verdi

 pinilla e martinho

Ieri allo stadio braglia di Modena è andata in scena Carpi – Atalanta, valida per la ventisettesima giornata di Serie A. Il Carpi di Fabrizio Castori necessitava a tutti i costi di fare dei punti vista la classifica e le giornate a disposizione. Alla fine la partita termina con il risultato di 1-1 che serve poco ad entrambe. La prestazione delle due squadre alla quale abbiamo potuto assistere, testimonia il periodo grigio delle formazioni; infatti i biancorossi non vincono da sette giornate e i bergamaschi da addirittura dodici. Castori mette in campo dal primo minuto sia Lasagna che Di Gaudio per dare intensità e velocità alla manovra offensiva, mentre Reja schiera un 4-3-3 senza l’infortunato Papu Gomez.

Ecco le formazioni titolari :

CARPI (4-4-1-1): Belec; Poli, Romagnoli, Gagliolo, Letizia; Martinho, Lollo, Bianco, Di Gaudio; Lasagna; Mbakogu. Allenatore: Castori.

ATALANTA (4-3-3): Sportiello; Bellini, Masiello, Paletta, Dramè; Cigarini, De Roon, Kurtic; Diamanti, Pinilla, D’Alessandro. Allenatore: Reja.

FISCHIO D’INIZIO – Durante la prima fase del primo tempo è il Carpi a fare la partita. La formazione offensiva messa in campo dal mister biancorosso dà i suoi frutti. La palla più pericolosa arriva quando Mbakogu lancia lungo per Lasagna che però sbaglia l’ultimo tocco e facilita l’uscita di Sportiello. Nei primi 45′ di gara le emozioni sono davvero pochissime, entrambe le squadre si lamentano per due calci di rigore ma Calvarese è bravo a lasciar scorrere. Per ora la formazione di Reja si limita a guardare le incursioni del Carpi che non riesce in alcun modo ad essere incisivo e pericoloso. Si va negli spogliatoi con il risultato di 0-0.

 verdi rigore

DA KURTIC A BORRIELLO – Il secondo tempo già dall’inizio offre più emozioni ai 7000 spettatori del Braglia. Il primo spunto arriva con Bianco che calcia di prima intenzione da fuori area e Sportiello compie un vero e proprio miracolo neutralizzando la conclusione. Dopo sette minuti della ripresa si sblocca il risultato. D’Alessandro salta Letizia, mette in mezzo il pallone che viene intercettato da Kurtic che segna. Atalanta avanti per una rete a zero. Ma la partita non è finita qua, Reja manda in campo Borriello al posto di Pinilla, l’Atalanta addormenta il gioco per blindare il risultato. Quando tutto sembrava finito, su calcio d’angolo del neoentrato Verdi, Borriello ingenuamente atterra in area Poli, non ci sono dubbi per Calvarese è rigore. Sul dischetto si presenta il numero 10 del Carpi Verdi che non sbaglia. La partita termina con il risultato di 1-1. Borriello protagonista in negativo, è riuscito a rovinare una possibile vittoria della Dea.

CASTORI A FINE PARTITA – Le dichiarazioni dell’allenatore del Carpi sono chiare e non nasconde la delusione per la mancata vittoria, soprattutto in vista del prossimo appuntamento a Bologna dove sarà tutt’altro che semplice.

Abbiamo approcciato bene la gara con grande aggressività e ritmo. Abbiamo giocato con i quattro attaccanti davanti per cercare di sbloccare il risultato e gestire la partita in contropiede. Purtroppo non ci siamo riusciti ed è chiaro che, se ci si sbilancia, si rischia di pagare”.

TABELLINO E PAGELLE :

Carpi Atalanta 1-1

ATALANTA: Sportiello (6.5), Paletta (6), Bellini (6), Dramé (6), Masiello (6), D’Alessandro (6.5), De Roon (5.5), Kurtic (6.5), Cigarini (5.5), Diamanti (6), Pinilla (5), Migliaccio (5.5), Borriello (5).

CARPI: Belec (6), Romagnoli (6), Letizia (5), Poli (5.5), Gagliolo (6.5), Lollo (6), Bianco (6.5), Di Gaudio (6), Martinho (6), Lasagna (5.5), Mbakogu (5), Verdi (6.5), Pasciuti (5.5), Mancosu (5.5).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *