Il Chievo respira salvezza, Genoa K.O.

La gioia di Castro dopo il gol
La gioia di Castro dopo il gol

Verona – il Chievo trova il riscatto dopo la sconfitta nel derby e annienta i rossoblù, che attendevano questo match con ben altre aspettative. Gara povera di emozioni, gli amanti dello spettacolo avranno certamente cambiato canale. Primo tempo privo di occasioni e dettato da molti errori tra le file di entrambe le squadre. Solo alla mezz’ora Birsa scuote la partita con un diagonale dal limite dell’area che termina a lato di poco. Il Genoa si rende realmente pericoloso solo al 42′ con Cerci, con un tiro a giro che non inquadra la porta a Bizzarri battutto.

Contrasto di testa tra Mpoku e Luca Rigoni
Contrasto di testa tra Mpoku e Luca Rigoni

Un po’ meglio il secondo tempo, con la gara che si anima subito al 47′ con lo scambio tra Luca Rigoni e Cerci nei pressi dell’area di rigore, ma quest’ultimo manca il tempismo per la conclusione da posizione favorevole. Al 51′ il Chievo rompe gli equilibri e trova la rete in seguito ad un cross di Cacciatore, Pellissier disturba Burdisso che manca l’intervento e permette a Castro, appostato sul secondo palo, di insaccare di testa alle spalle di Perin. 1 a 0. Il Genoa non reagisce e subisce l’azione degli avversari, che al 58′ rischiano di raddoppiare con Nicola Rigoni, ma stavolta Burdisso è pronto ed evita il peggio intercettando il tiro al volo. Successivamente sarà Perin a tenere in partita il Genoa opponendosi prima a Mpoku e poi a Birsa. Il Genoa prova a riacciuffare il pareggio, non non concretizza le azioni prodotte e oltre ad un colpo di testa di Luca Rigoni nei minuti finali non si rende mai realmente pericoloso.

Il Genoa si trova ora a +5 dalla zona retrocessione e viene raggiunto dalla Samp che supera in casa il Frosinone. Il Chievo invece respira aria di salvezza trovandosi ormai a +11 dalla terz’ultima.

La rete di Castro
La rete di Castro

 

TABELLINO E PAGELLE:

CHIEVO-GENOA 1-0 (primo tempo 0-0)

Marcatori: 50′ Castro (C).

CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri 6; Cacciatore 6.5, Dainelli 6.5, Cesar 6.5, Gobbi 6; Castro 7 (37’st Frey sv), Radovanovic 6, Nicola Rigoni 6.5 (23’st Hetemaj 6); Birsa 6.5 (27’st Meggiorini 5.5); Mpoku 6, Pellissier 5.5. A disp: Bressan, Seculin, Sardo, Pepe, Costa, Ninkovic, Floro Flores. Allenatore: Maran 6.5.

GENOA (3-4-1-2): Perin 6; De Maio 5.5, Burdisso 6, Ansaldi 5.5; Rincon 6, Luca Rigoni 6, Dzemaili 5 (15’st Tachtsidis 5.5), Laxalt 6; Suso 5 (12’st Capel 5.5); Matavz 4.5, Cerci 6 (18’st Lazovic 5). A disp: Lamanna, Donnarumma, Marchese, Fiamozzi, Gabriel Silva, Ntcham, Raul, Pandev. Allenatore: Gasperini 5.

Arbitro: Michael Fabbri della sezione di Ravenna.

Note – ammoniti: 48′ Dzemaili (G), 52′ Radovanovic (C), 62′ Ansaldi (G), 87′ Gobbi (C), De Maio (G). Espulsi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *