Ultima giornata di regular season UnipolSai, verdetti e polemiche

Civitanova festeggia
È trascorsa l’ultima giornata di regular season della Superlega Unipolsai. Alcune posizioni erano già consolidate e assodate, altre però, sono state determinate dai risultati odierni. Sono stati così stilati gli abbinamenti dei play-off, alla fine dei quali sarà eletta la formazione campione d’Italia e le varie partecipanti alle coppe europee.

La gara più criticata

Modena non attraversa un buonissimo momento. Dopo vari infortuni importanti e l’esclusione dalla Champions League per mano dell’Halkbank Ankara, la squadra di Lorenzetti cerca di recuperare energie fisiche e mentali, anche per sopperire a qualche acciacco fisico. Con la posizione in classifica matematicamente già decisa, il coach (in accordo con la società) ha deciso di dare spazio alle linee verdi. Così qualche giorno prima dell’ultimo match il DS Sartoretti ha annunciato la scelta di fare turn-over, per far rifiatare quei giocatori che fino ad ora hanno giocato tutte le partite, in vista degli imminenti play-off.

La Lega ha così inviato una lettera alla società modenese, invitandola di rivedere questa decisione per salvaguardare il fair play e mantenere il gioco a un livello adeguato.
Baldovin arriva al PalaPanini consapevole dell’importanza della partita e schiera la formazione titolare. Lorenzetti , schiera il consueto starting seven.

Primo set vinto dai padroni di casa abbastanza nettamente, con un sontuoso lucas. Nel secondo set Padova ritorna in gioco e chiude 21-25.
Il terzo set, inizia con la formazione modenese stravolta, infatti Lorenzetti ha attuato ciò che aveva preannunciato. La formazione del terzo e quarto set infatti sarà: Soli palleggiatore e Onwuelo opposto, centrali Bossi e Sighinolfi, schiacciatori Sartoretti e Pinali, libero Donadio. La Pallavolo Padova porta a casa gli ultimi due set e la partita, una partita di cui nei prossimi giorni sicuramente si discuterà.

Civitanova-Trento

Trento arriva nelle Marche sicura del terzo posto; la squadra di Blengini invece conta sulla vittoria per coronare il titolo di campioni della regular season. Partita povera di emozioni e agonismo, le squadre giocano come se dovessero recitare una parte, finisce 3-0 dopo neanche un’ora e venti di gioco, ma tutti sanno che il reale valore delle due squadre non è questo.

Altro esito scontato

Molfetta liquida la pratica Piacenza in 75 minuti di gioco e si aggiudica il sesto posto in classifica alle spalle di Perugia. Piacenza invece chiude la stagione praticamente come l’ha iniziata e per qualcuno, forse, sarà un sospiro di sollievo la fine di questa tribolata annata.

Vincenti quarta e quinta della classe

Verona e Perugia chiudono una stagione molto positiva, che ha portato loro qualche delusione, ma anche belle vittorie e soddisfazioni. Perugia tuttavia ha un po’ deluso le aspettative. Ha costruito una squadra di primissimo livello, spendendo quanto Trento, anzi di più, però restandogli due posizioni dietro. In quest’ultima giornata però si sbarazza di Latina in tre set, senza lasciargli spazio e senza perdere tempo.

Quest’ultima, oltretutto si vede scavalcata in classifica da Padova (vincente contro Modena). Nonostante ciò, ai fini dei play off cambia molto poco, poiché invece di affrontare Modena affronterà Macerata, che è comunque una squadra dal livello indiscutibile.

Verona dal suo chiude con la vittoria su Monza una stagione sicuramente positiva, nella quale Giani ha dovuto sopperire più volte all’assenza del suo opposto Starovic. Trascinata da Kovacevic e Sander, vere punte di diamante della squadra scaligera, è riuscita a scavalcare i diretti avversari di Perugia, che ora affronteranno ai play off, in quella che si annuncia come la sfida più equilibrata dei quarti.

Unico tie-break

Nel segno di Skrimov. Milano chiude il campionato con una bella vittoria, ai danni di una CMC Romagna che però ha venduto cara la pelle. Mattatore della serata è stato il già citato Skrimov, che con 28 punti trascina i suoi verso la vittoria. Dall’altra parte risponde al confronto un positivissimo Torres, che ne mette a segno 25. Milano, nonostante la sconfitta chiude al penultimo posto, mentre la CMC al nono, perciò dovranno affrontarsi ancora nella pool per approdare alla fase che decreterà il quinto posto, ovvero colui il quale parteciperà alla Challenge Cup.

Gli abbinamenti dei Play-off

Civitanova-Latina; Verona-Perugia; Modena- Padova; Trento-Molfetta.

Qualche notizia sull’A2

Scivola fuori casa la capolista Vibo Valentia, che perde 3-0 contro una Reggio Emilia in grande spolvero. Gli emiliani compiono l’impresa grazie a una correlazione muro-difesa praticamente perfetta e una battuta molto ficcante. Sora così accorcia le distanze dai calabresi e porta lo svantaggio a un unico punto.

Giovanni Sorrentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *