Genoa-Torino 3-2: ai granata non basta Immobile, rossoblu vittoriosi in rimonta

La gioia dei giocatori del Genoa

GENOVA – Il Toro va avanti di due gol ma si fa riprendere da un Genoa orgoglioso e lucido, che sfrutta al meglio i due rigori e la giornata da incubo della difesa granata. Con questo successo i rossoblu scavalcano i ragazzi di Ventura, portandosi a 34 punti e al dodicesimo posto.

PRONTI VIA, ED È SUBITO IMMOBILE – Entrambi gli allenatori tengono molto alla sfida e si vede dalle formazioni: Ventura rischia Glik (già diffidato e con in vista il derby) ed il convalescente Vives, Gasperini propone il tridente con l’ex Cerci, Pandev e Laxalt. L’inizio è col botto: al 4’ c’è una splendida triangolazione Belotti-Immobile con l’ex Genoa che fulmina di piatto Perin. Il Toro continua a spingere ed al 15’ arriva il raddoppio: assist di Acquah in verticale ed è ancora Immobile a superare Perin.

L'esultanza di Ciro Immobile, attaccante del Torino (Immagine Toronews.net)
L’esultanza di Ciro Immobile, attaccante del Torino (Immagine Toronews.net)

…POI CERCI AGGIUSTA SU RIGORE – Sembra l’inizio di un trionfo, invece poco dopo si riapre il match: brutta entrata di Molinaro su Ansaldi, rigore per il Genoa che trasforma l’altro ex Cerci. I rossoblu prendono animo: al 27’ chiedono un rigore per contatto tra Peres e Pandev, ma pochi minuti dopo il Toro si fa vivo con il solito Immobile che questa volta manda alto da ottima posizione. All’ultimo secondo arriva il pari: sugli sviluppi di un corner Padelli blocca in uscita, ma nel frattempo Acquah trattiene Izzo e Doveri indica nuovamente il dischetto. Ancora Cerci, ancora Padelli spiazzato: è 2-2.

Alessio Cerci, attaccante del Genoa (Immagine toronews.net)
Alessio Cerci, attaccante del Genoa (Immagine toronews.net)

SECONDO TEMPO: 3-2 GENOANO CON RIGONI – La ripresa inizia con Gasperini che mette Rigoni per Laxalt, un cambio che sarà decisivo. Al 6′ Cerci va vicino al tris: punizione ad effetto, Padelli si oppone. Al 13’ Immobile scappa a sinistra e serve un assist che nessuno coglie. Ventura prova a rinfrescare l’attacco (fuori Belotti per Martinez) ma la mossa non funziona ed anzi al 21′ passa il Genoa: punizione per i rossoblu, dormita della difesa granata e Rigoni insacca di testa. A questo punto il Toro non ha più forze per rientrare in partita: ci prova comunque Acquah (Perin respinge) ma è il Genoa a sfiorare il quarto gol (palo di Pandev e incursione pericolosa di Suso). Finisce 3-2, con i rossoblu che festeggiano la rimonta ed i granata, pieni di rimpianti, che cominciano a guardarsi dietro in classifica.

 

GENOA-TORINO 3-2
Marcatori: pt 4′ e 15′ Immobile, 20′ rig. e 47′ rig. Cerci; st 21′ Rigoni
Genoa (3-4-3): Perin 6; De Maio 6, Izzo 5.5, Burdisso 5.5; Gabriel Silva 6.5, Rincon 5.5, Dzemaili 6 (st 30′ Tachtsidis 6), Ansaldi 6; Cerci 7 (st 12′ Suso 6.5), Pandev 6, Laxalt 5.5 (st 1′ Rigoni 7). A disposizione: Lamanna, Donnarumma, Marchese, Capel, Ntcham, Lazovic, Fiamozzi, Matavz, Josè Raul. Allenatore: Gasperini.
Torino (3-5-2): Padelli 5.5; Maksimovic 5.5, Glik 5, Moretti 6; Peres 5.5, Acquah 5.5, Vives 5, Benassi 5 (st 30′ Maxi Lopez 5), Molinaro 4.5 (st 31′ Zappacosta 5.5); Belotti 5.5 (st 15′ Martinez 5), Immobile 7.5. A disposizione: Castellazzi, Ichazo, Obi, Farnerud, Baselli, Jansson, Silva. Allenatore: Ventura.
Arbitro: Doveri di Roma, Assistenti Vivenzi e Peretti; addizionali Tagliavento e Ros; IV uomo Marrazzo.
Ammoniti: pt 46′ Padelli (T); st 4′ Benassi (T), 28′ Vives (T), 40′ Acquah (T), 45’+1′ Tachtsidis (G).

IMMOBILE 7.5 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – Il Toro esce da Marassi a testa bassa, lui però si riscatta alla grande dopo la prova opaca con la Lazio: due gol fatti, uno sfiorato, tiene a galla i suoi e fa dannare la difesa rossoblu.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *