Tre punti importantissimi per il Carpi, vittoria nello scontro salvezza con il Frosinone

esultanza carpi

La classifica si accorcia e ora mancano solamente due punti per arrivare in quella zona franca che porterebbe alla salvezza. Ieri il Carpi di Fabrizio Castori è riuscito a vincere una partita fondamentale, una specie di finale di Champions per gli emiliani; grazie ai goal di Bianco e De Guzman i biancorossi hanno sconfitto il Frosinone di Stellone, portandosi ad un solo punto di distacco dai contendenti per la salvezza.

Castori decide di schierare in campo un 3-5-1-1 con Letizia e Pasciuti sulle fasce e Di Gaudio a supporto della punta centrale Mancosu. Stellone opta invece per un classico 4-3-3, spazio per Kragl nel tridente d’attacco ed esordio di Pryima in difesa.

Ecco le formazioni ufficiali :

CARPI (3-5-1-1): Belec; Zaccardo, Romagnoli, Gagliolo; Pasciuti, Lollo, Bianco, Cofie, Letizia; Di Gaudio; Mancosu. All. Castori

FROSINONE (4-3-3): Leali; Rosi, Ajeti, Pryima, Pavlovic; Sammarco, Gori, Frara; Kragl, Ciofani, Dionisi. All. Stellone

FISCHIO D’INIZIO –  Dopo la vittoria di ieri al Braglia, il Carpi in corsia di sorpasso è lanciato verso l’impresa salvezza. Ora nella parte bassa della classifica è una vera e propria bagarre con l’Hellas quasi spacciato, gli emiliani e il Frosinone separati da un punto e il Palermo a soli 27 punti. Come aveva detto l’allenatore Castori, questa vittoria era di estrema importanza e ora bisogna concentrarsi sul prossimo incontro al Bentegodi contro l’Hellas. Il Frosinone esce comunque a testa alta dal match, avendo disputato una partita di tutto rispetto.

La partita comincia e già dall’inizio si percepisce che la tensione è elevata, infatti subito al primo minuto doppia ammonizione, una per parte, per Bianco e Gori. Le prime  emozioni arrivano al decimo e undicesimo quando Cofie tenta due conclusioni dalla distanza ma con risultati piuttosto scadenti. Il Frosinone ancora non riesce ad essere pericoloso davanti alla porta di Belec ma conquista piano piano metri a centrocampo. Però proprio nel momento in cui la squadra di Stellone sembrava che avesse trovato le redini del gioco, il Carpi passa in vantaggio; è il primo goal in serie A di Raffaele Bianco che messo a tu per tu con Leali da Lollo riesce in scivolata a buttare il pallone in porta. La squadra ospite, nonostante lo svantaggio, resta incollata al match e impensierisce più volte Belec con Dionisi, Ciofani e Gori. Nel Carpi l’uomo che si vede di più è Mancosu che tenta anche alcune conclusioni in porta. Finisce il primo tempo, dopo cinque minuti di recupero con i padroni di casa avanti per una rete a zero.

degu rigore

FINO AL PHOTO FINISH – Nella ripresa di partita non cambia nulla in campo, zero sostituzioni e canovaccio tattico speculare a quello dei primi 45 minuti. La prima vera emozione arriva al 55′ quando il Carpi si divora l’occasione di mettere una seria ipoteca sul risultato, Mancosu viene pescato in area e sbaglia un rigore in movimento sparando alto; si dispera per terra dopo la conclusione il giocatore ex Bologna. Dopo venti minuti, doppia sostituzione da ambo le parti. Castori butta nella mischia il bomber Lasagna e Crimi al posto di Lollo e Bianco, mentre Stellone inserisce Soddimo e Carlini per Gori e Kragl. Ed è al 72′ che il Frosinone riesce a pareggiare grazie ad un goal di Dionisi, reduce da un azione rocambolesca in area. Risultato inchiodato sul 1-1 , punteggio che non serve a nessuna delle due formazioni. A 14 minuti dal fischio finale, il Carpi fa debuttare anche De Guzman. I cambi di mister Castori si rivelano azzeccatissimi, infatti al 89′ Crimi viene atterrato  da Soddimo, calcio di rigore affidato proprio a De Guzman che calcia un penalty perfetto e segna. Le emozioni non sono finite qui perché addirittura a tre minuti dalla fine lo stesso  Crimi sfiora il goal del 3-1 con un tiro dalla distanza che si stampa contro la traversa. Triplice fischio di Banti e la partita finisce 2-1 per i padroni di casa. Ora le speranze salvezza si rinnovano per il Carpi che dovrà disputare delle partite chiave come la prossima contro l’Hellas Verona.

TABELLINO E PAGELLE :

Carpi Frosinone 2-1

Carpi: Belec 6; Zaccardo 6.5, Romagnoli 6.5, Gagliolo 5.5; Letizia 6, Cofie 6.5, Bianco 7 (65′ Crimi 6.5), Lollo 6.5 (Lasagna 5,5), Pasciuti 6; Di Gaudio 6.5, Mancosu 5,5 (76′ de Guzmán 6,5).

Frosinone: Leali 5,5; Rosi 5.5, Ajeti 6, Pryyma 5.5, Pavlović 6; Sammarco 6, Gori 5.5 (63′ Soddimo 5), Frara 6; Kragl 5 (63′ Carlini 6), D. Ciofani 6, Dionisi 6.5 (76′ Chibsah 5,5).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *