Napoli – Genoa 3-1: un super Higuain spegne la momentanea illusione dei rossoblu

Napoli – i grande attesa per questa sfida-gemellaggio con il Genoa che scende in campo e fin da subito si difende con prudenza, per gran parte del match sono ben cinque i giocatori che presidiano la zona di campo di fronte a Perin. La fama di Higuain non necessita di pubblicità ed è proprio lui a rendersi protagonista, dopo 9′, del primo tiro in porta della gara. Ma dopo solo 1′ il Genoa produce un’azione offensiva sfruttando uno stop maldestro di Jorginho intercettato da Rincon, il quale supera anche Koulibaly e lascia partire un destro micidiale che trafigge Reina e regala il vantaggio ai rossoblu, i cui tifosi vanno in visibilio. Da questo momento in poi i giocatori del Genoa difendono con i denti il risultato contro un Napoli che attacca senza sosta. Ottima la prestazione di De Maio che salva i rossoblu prima al 14′ su Callejon e poi al 23′ respingendo sulla linea un’azione da corner. Gasperini perde Burdisso per infortunio muscolare e manda nella mischia il giovane Fiammozzi che appena entrato, comprensibilmente emozionato, rischia l’autorete ma Perin è bravo ed evita il peggio. Ancora applausi per l’estremo difensore rossoblu che respinge un gran tiro di Hamsik poco dopo. A poco a poco il Genoa esce dal guscio e prova a salire con i centrocampisti Rincon e Dzemaili. Quest’ultimo innesca anche una buona azione che porta ad una pericolosa conclusione di Pandev che però termina fuori. Il primo tempo termina così con il Genoa in vantaggio a sorpresa sui padroni di casa.

Napoli Genoa

Nella ripresa il Napoli entra in campo con la ferma intenzione di far scoppiare la bolgia e al 51′ Higuain stoppa un cross di Hysaj e lascia partire un diagonale che si insacca inevitabilmente alle spalle di Perin siglando l’agognata rete dell’1 a 1. Al 53′ ancora i partenopei partono in contropiede, Higuain si ritrova con la palla davanti a Perin in uscita, i tifosi azzurri stanno praticamente esultando ma la palla finisce fuori tra la disperazione del San Paolo. Nel frattempo Gasperini fa entrare Cerci al posto di Pavoletti, anche Sarri apporta qualche cambio e butta dentro Mertens a sostituire Callejon, e successivamente anche Gabbiadini al posto di Insigne. Gara da cardiopalma con il Napoli che attacca e che lascia ampio spazio al Genoa, che va vicinissimo al gol con Cerci che approfitta di un liscio di Koulibaly, ma il tiro termina a lato. Un attimo dopo, sul fronte opposto, è invece Laxalt a salvare quasi sulla linea un colpo di testa dell’incontenibile Higuain. Il Napoli sul finale rallenta, ma non Higuain che, lanciato da Hamsik all’81’, lascia partire un tiro a giro che si insacca per il 2 a 0 facendo esplodere gli spalti. Al 91′ El Kaddouri sigla anche il 3 a 0 e spegne ogni illusione del Grifone di poter uscire imbattuto dal San Paolo.

Il Napoli continua l’inseguimento della Juve che rimane a tre punti di distanza. In Serie A, quando mancano ormai 8 g iornate dal termine del campionato, tutto può ancora succedere.

Napoli Genoa

TABELLINO:

NAPOLI-GENOA 3-1 (primo tempo 0-1)

Marcatori: 10′ Rincon, 6′ st e 36′ st Higuain, 47′ st El Kaddouri.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon (14′ st Mertens), Higuain (43′ st El Kaddouri), Insigne (29′ st Gabbiadini). A disp.: Gabriel, Rafael, Strinic, Valdifiori, Maggio, Regini, David Lopez, Chiriches, Chalobah. All.: Sarri.
Genoa (3-5-2): Perin; Izzo, Burdisso (16′ Fiamozzi), De Maio; Rigoni (20′ st Tachtsidis), Dzemaili, Gabriel Silva, Rincon, Laxalt; Pavoletti (13′ st Cerci), Pandev. A disp.: Lamanna, Donnarumma, Capel, Suso, Ntcham, Lazovic, Matavz. All.: Gasperini.
Arbitro: Gervasoni.
Ammoniti: Koulibaly, Jorginho, Insigne (N), Fiamozzi, Dzemaili (G).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *