European leagues: favoloso Leicester, PSG già campione, Barcellona e Bayern sempre in vetta, equilibrio in Russia e Portogallo

match ball

Siamo giunti all’ultima pausa per le nazionali, che quest’anno coincide casualmente con le festività pasquali. Dopodiché ci sarà il rush finale che decreterà le vincenti dei vari campionati e il club che alzerà la Champions League della stagione 2015/16, la quale avrà come appendice l’attesissimo Europeo in terra francese. In attesa delle ultime giornate, diamo un’occhiata alla classifica delle principali leghe del vecchio continente: se in Francia il PSG ha già festeggiato il titolo, negli altri paesi l’equilibrio potrebbe protrarsi fino a metà Maggio, quando si disputeranno le ultime partite.

PREMIER – La favola avrà il lieto fine? Le premesse ci sono tutte ed anche i tifosi delle Foxes iniziano a crederci davvero. Ci si aspettava il crollo autunnale, poi quello natalizio, ma siamo alla 31^ giornata e il Leicester è ancora lì: in testa, davanti a tutte le super potenze d’oltremanica. Si potrebbe assistere ad uno dei miracoli più incredibili della storia del calcio se la banda di Ranieri conquistasse il titolo di campione d’Inghilterra. L’unico avversario credibile al momento (con un occhio all’Arsenal) è il Tottenham e anche l’eventuale vittoria degli Spurs avrebbe dell’incredibile. Ci si aspettava un campionato dominato da Rooney, Aguero, Benteke, Ozil e Hazard, invece stiamo vivendo uno spettacolare testa a testa tra Alli e Mahrez, Eriksen e Kante, tra Kane e Vardy, ma soprattutto tra Pochettino e Ranieri, i due manager ormai elevati ad eroi dalle proprie tifoserie. Continuano nella loro altalenante stagione l’Arsenal, il City (distratto dalla Champions e dall’arrivo di Guardiola), il Man. Utd (con i red devils che hanno conquistato la vittoria nel derby grazie al baby fenomeno Rashford) ed il Liverpool (ormai concentrato sull’Europa League, dove Klopp ritroverà il suo Borussia). Infine, nelle parti basse della graduatoria, troviamo sorprendentemente il Newcastle: squadra formata da tantissime buone individualità, ma mai in grado di esprimersi ad un livello accettabile. A Benitez il compito di salvare i magpies dall’incubo retrocessione.

ranieri

Classifica  – Leicester City 66, Tottenham 61, Arsenal 55*, Manchester City 51*, West Ham 50*, Manchester United 50*, Southampton 47, Stoke City 46, Liverpool 44**, Chelsea 41*, WBA 39*, Everton 38**, Bournemouth 38, Watford 37*, Swansea City 36, Crystal Palace 33*, Norwich City 28, Sunderland 26*, Newcastle 25*, Aston Villa 16.
(* 1 partita in meno, ** 2 partite in meno)

LIGA – Il campionato spagnolo è al momento il migliore d’Europa. Ci sono ancora sei squadre in corsa nelle coppe europee (Barça, Real e Atletico in Champions, Villarreal, Bilbao e Siviglia in Europa League), però la Liga sembra saldamente in mano al Barcellona (e una vittoria nel prossimo clasico la sigillerebbe definitivamente). Ora come ora è praticamente impossibile frenare lo strapotere dei blaugrana, che stanno vivendo una stagione da record. L’ultimo pareggio contro il Villarreal non getta alcuna ombra sull’operato della squadra di Luis Enrique, capace finora di esprimere un gioco sublime e soprattutto di raggiungere già i 100 gol stagionali con la MSN. Messi, Suarez e Neymar rappresentano sicuramente il tridente più forte al mondo al momento e probabilmente di sempre. Atletico e Real, sicure del secondo e del terzo posto, si concentreranno sulla Champions (dove i colchoneros affronteranno proprio il Barça). Entusiasmante la corsa Champions, con il Siviglia che deve sbloccarsi fuori casa (è una delle poche squadre europee ad avere lo 0 nella casella delle vittorie in trasferta) se vuole insidiare il Villarreal; mentre saranno Levante, Gijon, Granada, Rayo e Granada a lottare per non finire in segunda.

Classifica – Barcellona 76; Atletico Madrid 67; Real Madrid 66; Villarreal 54; Celta Vigo, Siviglia 48; Athletic Bilbao 47; Malaga 39; Eibar 38; Deportivo La Coruña 36; Real Sociedad, Espanyol 35; Betis, Valencia 34; Las Palmas 33; Rayo Vallecano, Granada, Getafe 28; Gijon 27; Levante 24.

MSN

LIGUE 1 – L’unico campionato già deciso. Il PSG ha dominato in lungo e in largo il campionato, portando a casa il titolo con otto(!) giornate d’anticipo. Un dominio incontrastato quello dei parigini, che adesso possono concentrarsi esclusivamente sulla Champions League. Ibrahimovic, autore di 27 gol in campionato, proverà dunque a conquistare la coppa coronando così una grandissima carriera. Ci sono tanti detrattori, ma è innegabile che lo svedese sia uno dei calciatori più dominanti nel panorama del calcio mondiale. Interessante la lotta per i posti Champions, dove al momento sono favorite Lione e Monaco (le uniche in grado di battere il PSG), ma che devono ben guardarsi da Nizza e Rennes, squadre piene di giovani e in grado di esprimere bel calcio. Il Troyes, invece, sembra condannato a retrocedere in Ligue 2, dove probabilmente finiranno anche Tolosa ed una tra Gazèlec Ajaccio e Reims.

Classifica – PSG 77; Monaco 55; Nizza 50; Lione 49; Rennes 48; Caen 46; Saint-Étienne 45; Nantes 44; Lille 43; Angers 42; Bastia 40; Marsiglia, Bordeaux, Lorient 39; Guingamp 38; Montpellier 36; Gazélec Ajaccio, Reims 33; Tolosa 26; Troyes 14.

Ibrahimovic

BUNDESLIGA – Bayern e Borussia, poi il vuoto. La squadra di Guardiola, che ha da poco eliminato la Juventus dalla Champions, e quella di Tuchel, che sta dando spettacolo in Europa League, stanno monopolizzando la Bundesliga 2015/16. I vari Schalke, Moenchengladbach, Leverkusen e Wolfsburg (ancora in corsa in CL) hanno venti punti di svantaggio e devono inseguire il sorprendente Hertha nella corsa per il terzo posto. Lewandowski e Aubameyang stanno anche lottando a suon di gol per il titolo di capocannoniere e sono i simboli di due squadre praticamente perfette in patria. Oltre alla squadra della capitale, bisogna registrare l’exploit del Mainz, unica squadra capace di vincere all’Allianz ed ancora in corsa per un posto nelle coppe. Si preannuncia combattutissima la lotta per non retrocedere, dove solo l’Hannover sembra già spacciato: dal Colonia nono con 33 punti al Francoforte penultimo con 27, praticamente tutte rischiano di finire in Zweite.

Classifica – B.Monaco 69; B.Dortmund 64; H.Berlino 48; Schalke 44; B.Moenchengladbach e B.Leverkusen 42; Mainz 41; Wolfsburg 38; Colonia e Ingolstadt 33; Stoccarda32; Amburgo 31; Darmstadt e W.Brema 28; Augsburg, Hoffenheim e E.Francoforte 27; Hannover 17.

lewandowski

RUSSIAN PL – Nell’ultima giornata il CSKA è tornato in testa, ma in Russia si sta vivendo una situazione simile a quella della Premier. Infatti il piccolo Rostov sta imitando la cavalcata del Leicester: salvo all’ultima giornata dallo scorso campionato, sta mettendo in crisi le super potenze, nonostante un budget ridottissimo, grazie al lavoro di Berdyev e alle reti di Poloz e Azmoun. Il successo contro il CSKA aveva consegnato la testa della classifica al Rostov, che però ha dovuto ricedere all’ Armata rossa dopo il pareggio a Perm. In ogni caso, per ora, è davanti a Lokomotiv, Zenit (eliminato anche dalla Champions e con un Villas Boas sempre più vicino all’esonero) e Spartak: se finisse così, a Rostov sul Don l’anno prossimo si giocherebbero match di Champions. Due ex potenze sono in grossa difficoltà: Dinamo Mosca e soprattutto Anzhi, inchiodato all’ultimo posto e con una rosa che sembra non poter essere in grado di superare le dirette concorrenti.

poloz

Classifica – CSKA 43; Rostov 41; Lokomotiv 38; Zenit 37; Spartak 36; Terek 35; Krasnodar 34; Ural 31; Kazan, Amkar e Dinamo 24; Samara 19; Kuban 18; Ufa 17; Mordovia 16; Anzhi 15.

PRIMEIRA LIGA – Testa a testa tra Benfica e Sporting, con il Porto che spera in un crollo delle due squadre della capitale. Il campionato sembrava in mano allo Sporting, ma il Benfica sta vivendo un 2016 finora perfetto: approdo ai quarti di finale di Champions, dopo aver eliminato lo Zenit San Pietroburgo, nove vittorie nelle ultime dieci partite di campionato ed un Jonas in versione scarpa d’oro. Infatti il brasiliano è l’intruso nella corsa all’ambito trofeo, dove sta riuscendo ad impensierire, con i suoi 29 gol, i vari Higuain, Ronaldo, Ibrahimovic, Messi, Suarez e Lewandowski. Bene il Braga, quarto ed ancora in corsa in Europa League, male il Boavista, che rischia di far compagnia al Tondela nella prossima Segunda.

jonas

Classifica – Benfica 67; Sporting 65; Porto 61; Braga 50; Arouca 41; Rio Ave 39; Estoril, Ferreira 36; Guimaraes, Nacional 34; Belenenses 33; Maritimo 29; Setubal, Moreirense 28; Madeira 25; Boavista 24; Academica 23; Tondela 14.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *