Inter-Torino 1-2: nerazzurri rimontati e in nove, granata corsari

Maxi Lopez, attaccante del Torino (immagine sport.notize.it)

MILANO – La riscossa quando meno te la aspetti. Dopo una lunga serie di partite scialbe, dopo la  bruciante sconfitta nel derby e un primo tempo dimesso, il Toro trova la forza di reagire ed espugna San Siro in rimonta. La solita pazza Inter gestisce male il vantaggio acquisito nel primo tempo e  chiude addirittura in nove, dicendo praticamente addio ai residui sogni di agganciare il treno Champions. I granata così respirano e salgono a 36 punti, i nerazzurri restano a 55 e cedono il quarto posto alla Fiorentina.

 

PRIMO TEMPO:  GOL DI ICARDI SU RIGORE E POCO ALTRO – Dopo un quarto d’ora di studio tra le due squadre, la partita si sblocca: Moretti respinge con il braccio una conclusione di Brozovic, Guida assegna il rigore all’Inter e  ammonisce il difensore granata. Dal dischetto va Icardi che batte Padelli. A quel punto l’Inter non spinge più di tanto, il Toro però non fa davvero nulla per rientrare in partita. Da segnalare solo un paio di calci piazzati dei nerazzurri, su cui Padelli è comunque attento. Si va quindi al riposo sull’1-0.

 

SECONDO TEMPO: ARRIVA IL PARI DI MOLINARO – Nella ripresa il Toro si mostra subito più intraprendente: dopo pochi minuti Bovo lancia Belotti che spara addosso ad Handanovic. Quattro minuti dopo arriva il pareggio: scambio tra Molinaro e Maxi Lopez con diagonale vincente del terzino. Due minuti è arriva un altro colpo per i nerazzurri: fallo da dietro di Miranda già ammonito, secondo giallo ed espulsione per il brasiliano. Mancini a quel punto inserisce Murillo per Ljajic mentre Ventura, dopo Baselli per uno spento Obi, mette Gazzi al posto di Vives. L’Inter vuole comunque i tre punti e ci prova con Icardi, ma Padelli è bravo a respingere.

 

RIGORE E GOL DI BELOTTI, INTER IN NOVE – Al 27′ la svolta: Maxi Lopez serve Belotti davanti al portiere, Nagatomo lo sgambetta e Guida indica il dischetto espellendo il giapponese. Trasforma lo stesso Belotti, e a quel punto i granata hanno il doppio vantaggio numerico. Ventura inserisce anche Farnerud per Benassi mentre Mancini tenta un’altra punta (Eder per Santon). L’Inter ci prova ancora ma ormai è davvero difficile; è piuttosto il Toro che al 93′ sfiora il tris, con Padelli che centra il palo dal limite. L’ultimo sussulto però è dei nerazzurri nel quinto minuto di recupero, quando Eder sfiora la deviazione vincente sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Finisce 2-1 per i granata.

 

INTER-TORINO 1-2

MARCATORI: Icardi (I) al 17′ p.t. su rigore; Molinaro (T) al 10′ s.t., Belotti (T) su rigore al 28′ s.t.

INTER (4-2-3-1): Handanovic 6; Santon 5 (dal 40′ s.t. Eder n.g.), Miranda 4.5, Juan Jesus 6, Nagatomo 5.5; Brozovic 5, Medel 6; Ljajic 5 (dal 14′ s.t. Murillo 6), Palacio 5.5, Perisic 6; Icardi 6.5 (dal 26′ s.t. Biabiany 5.5). A disposizione: Carrizo, Berni, Kondogbia, Jovetic, Telles, Gnoukouri, D’Ambrosio, Melo. Allenatore: Mancini.

TORINO (3-5-2): Padelli 6; Bovo 6, Jansson 6, Moretti 6; Peres 5.5, Benassi 5.5 (dal 34′ s.t. Farnerud 6), Vives 6 (dal 22′ s.t. Vives 6), Obi 4.5 (dall’11’ s.t. Baselli 6.5), Molinaro 6.5; Belotti 7, Maxi Lopez 7.5. A disposizione: Castellazzi, Ichazo, Zappacosta, Martinez, Maksimovic, Silva. Allenatore: Ventura.

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata

NOTE: ammoniti Moretti (T), Vives (T), Medel (I), Bruno Peres (T), Molinaro (T). Espulsi Miranda (I) al 12′ s.t. per doppia ammonizione e Nagatomo (I) al 27′ s.t. per gioco scorretto.

 

MAXI LOPEZ 7.5 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – L’argentino non trova il gol ma trascina i suoi: da lui nasce l’intesa con Molinaro che porta al pari e l’ispirazione per Belotti che porta al rigore decisivo.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *