Roma – Bologna (1-1): Tra giocate, svantaggio e pali colpiti il pareggio va stretto ai giallorossi

totti salah

STADIO OLIMPICO DI ROMA – Posticipo serale della 32^ giornata di A, i giallorossi galvanizzati dalla vittoria nel derby accolgono un Bologna in deficit di punti (viene da tre sconfitte) e senza i suoi uomini chiave (Destro e Morleo fermi ai box con Giaccherini squalificato). Modulo di contenimento per Donadoni che si affida solamente a Floccari in attacco. Spalletti ripropone una formazione simile a quella di domenica scorsa, lasciando un tridente offensivo per nulla statico. Dzeko ancora in panchina, si rivede De Rossi a centrocampo. Primo tempo beffardo per i padroni di casa che producono (molto), sbagliano (colpendo pali) e restano di sasso sull’unica conclusione che ha portato allo 0-1 il Bologna. Emiliani bravi e confusionari a tratti nel difendere le zone calde del campo, nella ripresa la Roma ha trovato il pareggio ma nonostante la tenacia non è andata oltre l’1-1. Peccato perché la frenata dei giallorossi allunga a sei punti il terreno che porta al secondo posto. Donadoni strappa un punto prezioso per morale e classifica.

PRIMO TEMPO GIALLOROSSI BEFFATI – Parte forte la compagine di casa con Falque che al 3’ di controbalzo testa la reattività di Mirante che devia in angolo. Gli ospiti faticano ad uscire dalla loro area di rigore, i giallorossi mantengono vicini i reparti e comandano l’offensiva. Dal canto loro i rossoblu chiudono a riccio le linee difensive rendendo complicata ogni giocata vincente della Roma. Viene annullato un gol al 16’ per fuorigioco di El Shaarawy dopo il tiro di Salah respinto dal palo. Primo pericolo per la Roma su calcio piazzato al 21’ quando De Rossi è bravo ad anticipare in spaccata l’intervento di Floccari e mettere fuori. L’azione di un minuto dopo ha dell’incredibile: Salah servito in velocità da Pjanic piazza una conclusione che si stampa sul palo e sul rimpallo successivo Pjanic non riesce a capitalizzare in rete. Il Bologna, merito anche del dinamismo di Donsah e Mbaye sulla fascia destra, prende coraggio ma per aggirare i giallorossi sceglie nuovamente una palla inattiva beffando gli avversari al 25’ con Rossettini che insacca di testa l’assist di Zuniga (Szczezny è rimasto sulla linea di porta). Situazione inaspettata per gli uomini di Spalletti che perdono la determinazione mostrata all’inizio e nei metri finali sono anche sfortunati. Al 40’ è interessante il cross di Florenzi sul quale Salah non ci arriva di un soffio. Insiste la Roma e chiude nei minuti finali del primo tempo il Bologna nella sua metà campo, ci prova El Shaarawy al 42’ con una acrobazia che esita in un innocuo tentativo. Un Bologna cinico è andato in vantaggio con l’unica conclusione in 45 minuti, la Roma meritava miglior sorte visto l’impegno profuso in fase d’attacco.

perSECONDO TEMPO NON OLTRE IL PARI – Spalletti vuole un riferimento di qualità in più e manda dentro il Capitano per Falque. E’ la notte dei pali per i romanisti che collezionano il terzo con Salah al 46’. La Roma continua a spingere e trova il pareggio al 50’ grazie ad un pregevole passaggio di Totti che mette nelle condizioni migliori Salah per depositare rasoterra alle spalle di Mirante. La Roma predilige la corsia di destra per infilare la difesa emiliana creando superiorità numerica con Florenzi molto più mobile rispetto a Digne. Al 64’ Totti prova di potenza dal limite costringendo il portiere a mandare in corner. Negli ultimi trenta minuti monologo giallorosso e Bologna alle corde che pasticcia negli appoggi e spazza via la sfera. Totti mira a pescare col mirino gli inserimenti di Salah che mette scompiglio tra le maglie ospiti. 80’ Roma proiettata in area di rigore, il pallone crossato da Totti non arriva a Dzeko nascosto dietro al difensore. All’ 82’ ripartenza giallorossa con Totti che vede Salah, l’egiziano si accentra e cerca un tiro a mezz’altezza che si spegne di un niente sul fondo. Il Bologna conosce l’importanza di un pareggio e così guadagna secondi preziosi sui rinvii, la Roma accelera nelle battute conclusive. Manovra ragionata della Roma al minuto 88 con Perotti che corpo all’indietro alza sopra la traversa la traiettoria. Il recupero è una barricata rossoblu con la Roma ormai stanca che lascia scivolare sul pareggio la gara e perde terreno sul Napoli. Il Bologna è soddisfatto del risultato esterno pur avendo sofferto per buona parte del match, Spalletti e i suoi sanno che ora sarà ancora più ardua la scalata al secondo posto.

Roma – Bologna 1-1 (0-1)

Roma (4-3-3): Szczezny 5.5; Florenzi 6.5, Manolas 7, Rudiger 6.5, Digne 6; De Rossi 6 (90’ Keita SV), Pjanic 6, Falque 6 (45’ Totti 6.5); Perotti 7, El Shaarawy 6.5 (71’ Dzeko SV), Salah 7. All. Spalletti

Bologna (4-5-1): Mirante 6; Mbaye 6, Rossettini 6.5, Maietta 6 (82’ Kraft SV), Masina 5.5 (59’ Oikonomou 5.5); Zuniga 6, Donsah 6 (43’ Pulgar 5.5), Diawara 6, Brighi 6, Rizzo 6; Floccari 5.5. All. Donadoni

Marcatori: 25’ Rossettini (B), 50’ Salah (R)

Ammoniti: 36’ Mbaye (B), 78’ Oikonomou (B), 93’ Totti (R)

MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN: Salah 7 – nonostante quella di oggi equivalga alla sua dodicesima marcatura in questa stagione, rimane un elemento determinante nel reparto offensivo di Spalletti soprattutto in termini di continuità di gioco. Sfortunato nel colpire il terzo palo della serata, deve ringraziare Totti per avergli permesso di salvare il risultato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *