Torino-Sassuolo 1-3: emiliani che sognano l’Europa, granata che steccano la prima nello stadio dedicato agli Invincibili

TORINO – Nella prima partita all’ex Olimpico, ora intitolato al Grande Torino, i granata subiscono la superiorità tattica del Sassuolo, che nel secondo tempo fa sua la partita. Gli emiliani ora sono settimi a 52 punti, uno solo in meno del Milan; i granata restano a 42 punti e scendono all’11mo posto.

PRIMO TEMPO: BOTTA E RISPOSTA, POI QUIETE E LA TRAVERSA DI MARTINEZ – Si parte in quarta: neanche un minuto di gioco e Belotti sfiora il palo di destro da fuori area. Subito dopo, però, passa il Sassuolo: discesa di Duncan e cross con Nicola Sansone che aggancia e batte Padelli. I granata reagiscono subito e cinque minuti dopo trovano il pari: contropiede avviato da Baselli, servizio per Peres che rientra sul sinistro e batte Consigli sul secondo palo. La parte centrale del primo tempo è decisamente più tranquilla: da segnalare solo un’incursione dello stesso Peres e una mancata conclusione di Berardi. Nuova occasione per il Sassuolo al 35′: conclusione di Duncan deviata da Glik, fuori di poco. Al 41’, però, il Torino ha la grande occasione di passare in vantaggio: Martinez, servito in area da Peres, tira sulla traversa da buonissima posizione. Si va quindi al riposo con un 1-1 sostanzialmente giusto.

SECONDO TEMPO: IL TORO SOMPARE, IL SASSUOLO COLPISCE – Il Toro ha la prima occasione della ripresa: Martinez serve Belotti che spara alto. Il Sassuolo avrà però le occasioni migliori, a partire dal 60′ quando reclama un rigore per un contatto tra Falcinelli e Moretti. Gli emiliani non schiacciano i granata, ma si mostrano comunque più lucidi e organizzati. All’avvicinarsi della mezz’ora, Padelli mette una pezza prima su Duncan e poi su Politano direttamente da calcio d’angolo. È il prologo dell’1-2: corner di Berardi, Glik perde Peluso che insacca di testa. Ventura tenta la carta di Maxi Lopez ancora convalescente, ma il finale è degli emiliani; a parte un tentativo di testa di Glik, i neroverdi controllano e nel recupero colpiscono in contropiede con Trotta. 1-3 il risultato finale.

 

TORINO-SASSUOLO 1-3

Arbitro: Fabbri di Ravenna

Marcatori: pt 2′ Sansone, pt 7′ Peres, st 31′ Peluso, st 49′ Trotta.

Torino (3-5-2): Padelli 5.5; Bovo 6, Glik 5, Moretti 6.5; Peres 7, Acquah 6 (st 27′ Farnerud 5), Gazzi 5.5, Baselli 5.5 (st 26′ Benassi 5), Silva 5.5 (st 36′ Maxi Lopez n.g.); Martinez 5, Belotti 5.5. A disposizione: Ichazo, Castellazzi, Molinaro, Obi, Zappacosta, Jansson, Vives, Edera. Allenatore: Ventura.

Sassuolo (4-3-3): Consigli 6; Vrsaljko 6, Acerbi 6.5, Cannavaro 6.5, Peluso 6; Duncan 7, Pellegrini 6, Magnanelli 6.5; Sansone 6.5 (st 26′ Politano 6), Falcinelli 5.5 (st 40′ Trotta 6.5), Berardi 6 (st 45′ Longhi n.g). A disposizione: Pomini, Pegolo, Pierini, Abelli, Ferrini, Broh, Adjapong. Allenatore: Di Francesco.

Note: ammoniti pt 21′ Peluso, st 42′ Gazzi, st 43′ Moretti.

 

BRUNO PERES 7 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – Per un’ora è incontenibile: un gol, un assist e un moto perpetuo che fa dannare la difesa nero-verde. Nel finale cala così come il resto dei granata. È comunque in grande crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *