Palermo – Sampdoria 2-0: per i rosanero non tutto è perduto

Palermo – quando siamo ormai giunti alla terz’ultima giornata di campionato al Palermo servono punti per salvarsi, e lo fa coronando una vittoria a spese della Samp che, sebbene possa dirsi ormai fuori pericolo, avrebbe certamente gradito ottenere la certezza matematica della salvezza.

Primo tempo – i primi minuti vedono una Sampdoria più attiva e propositiva rispetto ai suoi avversari, e quando sul cronometro sono trascorsi appena 10′ Quagliarella ci prova al volo su proposizione di Alvarez, ma il tiro finisce fuori di poco. Dopo 7′ l’attaccante, servito da De Silvestri, ci riprova ma stavolta è Sorrentino a parare con sicurezza. Con il passare dei minuti anche il Palermo prende coraggio e alla prima azione degna di nota dei padroni di casa, quando siamo giunti al 19′, vanno in gol con Vazquez, che riceve palla in seguito all’azione di Gilardino il quale, disturbano Ranocchia, gli fa perdere palla. La Samp prova subito a reagire e al 24′ Fernando serve Alvarez che senza pensarci due volte calcia in porta, ma anche stavolta Sorrentino c’è. Ma l’azione non è finita e De Silvestri arriva sulla respinta, ma Cionek è bravo ad evitare il pareggio respingendo il pallone di testa sulla linea. Anche il Palermo attacca e solo Viviano evita il raddoppio dei rosanero in seguito ad una bella azione prodotta da Morganella e Gilardino. Nei minuti finali Gilardino prova ancora ad approfittare di un errore di Ranocchia, ma Skriniar interviene su di lui ed evita il peggio alla Samp.

Palermo Sampdoria

Secondo tempo – Montella manda nella mischia Muriel al posto dell’infortunato Fernando. Il Palermo al 63′ si rende ancora pericoloso con Gilardino pescato da un cross di Rispoli, ma anche stavolta Viviano non si fa cogliere impreparato e para senza problemi. Al 67′ è invece la volta di Maresca, che raccoglie una sponda di Gilardino ma il tiro finisce alto sulla traversa. Vazquez e Gilardino creano pericoli ma, quando i tentativi non terminano sul fondo, è Viviano a dire di no ai rosanero. La Samp non riesce a concretizzare e all’85’ pagherà la sua incisività quando un’azione tra il subentrato Quaison e Morganella permette a Vazquez di raccogliere il pallone per entrare in area, saltare Viviano e servire Gilardino al centro. Krsticic anticiperà l’attaccante avversario ma devierà il pallone nella propria porta permettendo al Palermo di siglare la rete del 2 a 0. Il Palermo aggancia così il Carpi e spera nella salvezza. La Samp attende la formale matematica per considerarsi salva, e attende il Derby della prossima settimana contro il Genoa.

Palermo Sampdoria

TABELLINO:
PALERMO- SAMPDORIA: 2-0 (primo tempo 1-0)
MARCATORI: Vazquez (P) al 18’ p.t., Krsticic (S) autogol al 40’ s.t.
PALERMO (3-4-1-2): Sorrentino; Cionek, Vitiello, Andelkovic; Rispoli, Hiljemark, Maresca, Morganella; Vazquez (dal 43’ s.t Jajalo); Gilardino, Trajkovski (dal 24’ s.t. Quaison). All.: Ballardini.
SAMPDORIA (3-4-2-1): Viviano; Cassani, 16 Ranocchia, 37 Skriniar; De Silvestri, Fernando (dal 1’ s.t. Muriel), Krsticic, Dodò (dal 26’s.t. Cassano); Alvarez (dal 36’ s.t. Sala), Soriano; Quagliarella. All.: Montella.
ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo.
NOTE: Abbonati: 10.023, quota non comunicata. Ammoniti: Krsticic (S), Maresca (P), Muriel (S), Cassani (S), per gioco scorretto, Dodo’ (S), Viviano (S) per c.n.r. Angoli 3-5. Recuperi: p.t. 2’, s.t. 4’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *