Il Genoa si aggiudica il derby della Lanterna con un secco 3 a 0

Genova –  attesa spasmodica per il derby della Lanterna quando, a questo punto della stagione, diventa per entrambe le squadre l’ultimo obiettivo stagionale dopo la salvezza.

Genoa Samp

Genoa padrone – non impiega neanche 3′ la squadra di Gasperini per andare in vantaggio con Pavoletti che riceve palla in seguito ad una combinazione Rigoni-Ansaldi e mette a segno il tredicesimo sigillo stagionale. Il Genoa è padrone totale del campo per tutta la durata del match, solo qualche isolata incursione dei blucerchiati soprattutto con Quagliarella scalda i guanti a Lamanna. Quando siamo ormai sullo 0 a 3 Cassano prova a ravvivare la squadra con qualche incursione, ma non incide. Da segnalare solo una traversa colpita da Quagliarella sul quale rimbalzo l’attaccante trova ancora una volta la presa sicura di Lamanna.

Super Suso – è lui l’uomo di questo derby che, nel primo tempo, al 26′ si infila tra la difesa blucerchiata con qualche complicità di Cassani, che non lo blocca, e piazza il pallone nell’angolino alle spalle di Viviano. Lo stesso attaccante metterà a segno anche la doppietta personale al 74′, stavolta la responsabilità passa da un erroraccio di Sala a centrocampo e per il Genoa è 0 a 3.

Samp contestata – nonostante la sconfitta del Carpi contro la Lazio garantisca ai blucerchiati la salvezza matematica, i tifosi non gradiscono la prestazione della loro squadra e i fischi e la contestazione si fanno sentire. Bersaglio delle critiche è anche il presidente Ferrero, che dovrà rimandare il bagno nella fontana in piazza De Ferrari che aveva promesso in caso di vittoria. Per oggi può solo lasciare la tribuna anzi tempo accompagnato dalla scorta personale. Una Samp rassegnata senza grinta e senza cattiveria non va giù alle migliaia di tifosi che avevano ben altre aspettative, e il carosello di auto e il bagno nella fontana, dopo tre anni, è di nuovo rossoblu.

Gasperini – continua l’incertezza sul futuro del mister alla guida del Grifone, c’è grande attesa di attendere quello che sarà il verdetto finale. Ma, comunque andrà, certo è che Gasperini voleva vincere a tutti i costi questo derby e lo ha fatto magistralmente. E, qualsiasi cosa accadrà, terminerà la stagione con questa grande gioia e soddisfazione.

TABELLINO:

SAMPDORIA-GENOA 0-3
Sampdoria (3-5-1-1): Viviano 6; Diakité 5, Silvestre 5,5, Cassani 5; De Silvestri 6 (13′ st Correa 6), Soriano 5,5, Palombo 5 (28′ st Sala 5,5), Fernando 6, Dodò 5; Cassano 6,5; Quagliarella 6 (40′ st Muriel sv). A disp.: Brignoli, Puggioni, Skriniar, Pereira, Ranocchia, Christodoulopoulos, Ivan, Barreto, Alvarez.All. Montella 5
Genoa (3-5-2): Lamanna 6,5; De Maio 6,5, Burdisso 6, Izzo 6,5; Ansaldi 7, Rigoni 6,5 (9′ st Tachtsidis 6), Rincon 7, Dzemaili 6,5 (21′ st G. Silva 6), Laxalt 6,5; Suso 8 (42′ st Munoz sv), Pavoletti 8. A disp.: Donnarumma, Sommariva, Marchese, Fiamozzi, Ntcham, Lazovic, Capel, Pandev, Matavz. All. Gasperini 7
Arbitro: Banti
Marcatori: 3′ Pavoletti (G), 26′ Suso (G), 29′ st Suso (G)
Ammoniti: Viviano, Diakité, Soriano, Fernando, Sala (S), De Maio, Suso, Rincon, Burdisso (G)
Espulsi: —
Note: —

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *